Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8º. Breaking News

4 marzo 2018, cambiamo l’Italia (58) – Ci avevano raccontato un Nord vinto e convinto, invece… incantati da Arcore.

ROSEBUD TV – Francesco de Gregori – Generale

AFORISMI MEMORABILI E ZIBALDONE


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

Attenzione la versione definitiva di questi testi uscirà solo dopo le elezioni politiche


Il caso diffamatorio su Wikipedia 

————————————————–

  • Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri, traditori, non è vittima, è complice (George Orwell). Clicca qui per leggere tutto
  • —————————————————-

 
CHI SARÀ IL NUOVO PREMIER ITALIANO? VOTALO QUI!

Gli stornelli del 4 marzo e dieci validi motivi per cui Luigi Di Maio sarà Premier!

LEGGILI TUTTI QUI

Oppure scarica i PDF e diffondili

Dieci validi motivi per cui Luigi Di Maio sarà Premier!

Stornelli politici per il 4 marzo 2018

———————————–

Promuoviamo una coscienza e una lotta politica civile e democratica. Liberiamo l’Italia dal renzismo, dai suoi interessi familisti, dai suoi boiardi di Stato e dai suoi scandali. Per le ultime notizie su questi argomenti, clicca qui.

Rina Brundu

tree-1189889_960_720.jpgNon riesco ancora a credere a ciò che si è visto stasera in quel di Arcore, a pochi chilometri dalla villa di Silvio Berlusconi, durante il comizio di Alessandro Di Battista. Credo che una scena così non si sia mai vista nell’Italia moderna, e non parlo tanto delle accuse di mafia dibattistiane e delle querele di Berlusconi, quanto piuttosto di quella piazza gremita che in coro leggeva la sentenza di condanna a Dell’Utri.

La scena che si è vista, contrastava in maniera importante con tutto ciò che ci vanno ripetendo da mesi in tv, sui giornali, di un Nord completamente piegato, vinto e convinto da date dinamiche becere di una politica da dimenticare, di un Nord a suo modo omertoso, disposto a tutto pur di mantenere le status-quo traballante. Ma la piazza gioiosa e rumorosa di oggi raccontava un’altra realtà. Una realtà fatta di anziani (sì, anche loro), di giovani, di adulti, animati da una forza quasi incredibile, pronti a sfidare tutto pur di raccontare un’altra verità.

Sono quindi incantata da questa Arcore straordinaria che forse esisteva nel nostro immaginario privato solo come una sorta di dependance della villa di Berlusconi, ma che invece si è rivelata una realtà viva, tosta, allegra, forte, per nulla intimidita dalla presenza dell’ingombrante vicino di casa. Quando si vedono queste scene, quando si prende contatto con questa realtà, si comprende per davvero come esistano almeno due nazioni italiane, quella raccontata dalla stampa di regime  e quella vera. Ed è incredibile il conforto che dà al cuore la tempra dell’Italia vera, nonché realizzare che il 4 marzo sarà quel Paese ad andare a votare non il suo avatar agghindato a festa dalle telecamere dei morti di fama.

Rina Brundu

Advertisements

info@ipaziabooks.com