Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8º. Breaking News

Macrotoponimi. MUTINA/MODENA = «terramara»

ROSEBUD TV – Fabrizio De André – Don Raffaè (The Godfather)

AFORISMI MEMORABILI E ZIBALDONE


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

Attenzione la versione definitiva di questi testi uscirà solo dopo le elezioni politiche


Il caso diffamatorio su Wikipedia 

————————————————–

  • Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri, traditori, non è vittima, è complice (George Orwell). Clicca qui per leggere tutto
  • —————————————————-

 
CHI SARÀ IL NUOVO PREMIER ITALIANO? VOTALO QUI!

Gli stornelli del 4 marzo e dieci validi motivi per cui Luigi Di Maio sarà Premier!

LEGGILI TUTTI QUI

Oppure scarica i PDF e diffondili

Dieci validi motivi per cui Luigi Di Maio sarà Premier!

Stornelli politici per il 4 marzo 2018

———————————–

Promuoviamo una coscienza e una lotta politica civile e democratica. Liberiamo l’Italia dal renzismo, dai suoi interessi familisti, dai suoi boiardi di Stato e dai suoi scandali. Per le ultime notizie su questi argomenti, clicca qui.


modena-2324333_960_720uno studio di Massimo Pittau.

La denominazione latina della città di Modena era – come molti sanno – Mutina, la quale è arrivata alla sua forma odierna attraverso le forme, documentate, Mutena, Motina, Modana e dialett. Mòdna. C’è una testimonianza di T. Livio (XXXIII 55), la quale presenta la città come già appartenente agli Etruschi. D’altronde la matrice etrusca del toponimo è indiziata già dal suffisso -‘na<1>.

Per il vero Mutina come toponimo non compare nel materiale lessicale che conserviamo della lingua etrusca, ma compaiono due gentilizi femminili, che sono chiaramente omoradicali col toponimo: Mutina(-l), Muteni(a) (ET, Cl 1.1861, 1152, 1153, 1155)<2>.

D’altra parte conosciamo nel lessico etrusco addirittura un appellativo, che può essere abbastanza facilmente connesso col nome della nostra città: mutana, mutna «tumulo, tomba, ossuario, sarcofago» (ET, Ta 1.28; AT 1.43, 150, 182) (AT 1.21, 34, 35, 36, 38, 55, 72, 165, 185, 186, 190; AH 1.33)<3>.

Pur tuttavia, contrariamente a quanto aveva sostenuto Carlo Tagliavini, io escludo che al fondo del toponimo Mutina si possa supporre e porre il significato di «tomba»<4>; invece io preferisco prospettare il significato di «mucchio di terra», che è proprio dell’appellativo corradicale lat. mutŭlus «mucchio di terra, mucchio» (prelatino per l’Etim) <5>. A conferma di questa mia tesi richiamo, ancora come appellativo corradicale, l’ital. dialett. mutóne che significa «grosso mucchio» (DEI 2540) <6>.

Tutto ciò premesso, io ricordo che l’Emilia, assieme con la bassa Lombardia, è una zona caratterizzata dalle famose terremare di epoca e cultura preistorica, le quali sono costituite da grossi ammassi di terra, che si elevano sulla pianura, caratterizzati dalla presenza di abbondante materiale archeologico di riporto.

D’altra parte, considerato che a Modena risulta accertato anche uno stanziamento preistorico<7>, io concludo dicendo che è probabile che Mutina/Modena in origine significasse per l’appunto «terramara».

Per il vero il significato di «terramara» era stato richiamato per l’etimologia di Modena già da Giulio Bertoni<8> – seguito da numerosi autori – quando aveva chiamato in causa l’ital. mòtta «mucchio, monticello, mammellone, altura, poggetto, mucchio di ciottoli nel greto di un fiume, isolotto fluviale o lagunare, punto elevato fortificato, terramara», appellativo che comunemente viene presentato come “relitto mediterraneo”<9>. Io personalmente manifesto qualche perplessità sulla connessione Mutina = mòtta; comunque, anche se questa connessione fosse esatta, io parlerei non di un “relitto mediterraneo”, bensì di un “relitto etrusco” senz’altro.

N O T E

<1> Cfr. C. De Simone, Die Griechischen Entlehnungen im Etruskischen, Wiesbaden 1970, II, pg. 279; M. Pittau, La Lingua Etrusca – grammatica e lessico, Nùoro, 1997  (Libreria Koinè, Sassari), § 68.

<2> Questa e le successive sono tutte sigle adoperate nella raccolta Etruskische Texte, Editio Minor, I Einleitung, Konkordanz, Indices; II Texte, Tübingen 1991, di Helmut Rix e collaboratori.

<3> Cfr. V. Bertoldi, in «Parola del Passato», III, 1948, 10; G. Devoto, Scritti Minori, Firenze 1967, II, pg. 85.

<4> C. Tagliavini, Sul nome di Mutina, negli «Atti del I Congresso Internazionale Etrusco», 1929, pgg. 186-127.

<5> Cfr. M. Pittau, Lessico Etrusco-Latino comparato col Nuragico, Sassari 1984, pgg. 201-202.

<6> Cfr. C. Battisti – G. Alessio, Dizionario Etimologico Italiano, I-V, Firenze 1950-1957, pg. 2540, sub voce.

<7> Cfr. Autori Vari, Dizionario di Toponomastica, UTET, Torino 1990, pg. 398, sub voce.

<8> G. Bertoni, Profilo storico del dialetto di Modena, Genève 1925, pgg. 3-5.

<9> Cfr. C. Battisti – G. Alessio, Dizionario Etimologico Italiano cit.; G. Devoto, Avviamento alla etimologia italiana – Dizionario Etimologico, Firenze 1968; S. Battaglia, Grande Dizionario della Lingua Italiana, I-XXI, Torino 1961-2002, sub voce.

 

Advertisements

info@ipaziabooks.com