Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Favole della buonanotte dalla Gruber. Il vecchio sultano. Però c’è una buona notizia: l’unico modo di tenere De Benedetti fuori da Palazzo Chigi è votare Di Maio Premier!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

harp-3081890_960_720

C’era una volta un vecchio sultano brutto e cattivo, ma ora si può stare tranquilli, bambini: De Benedetti fa di norma colazione anche con i cancellieri tedeschi e i presidenti francesi. Thatcher e Blair lo hanno sempre invitato a Downing Street. Sono “provinciali” gli italiani che si interrogano su queste sue attività “politiche” in giro per l’Europa e nei palazzi del potere nostrani. C’é anche un’altra buona notizia: se Luigi Di Maio sarà Premier De Benedetti non lo vedremo più a Palazzo Chigi!

De Benedetti è insomma un uomo che non ha nulla da nascondere, finanche l’unico, sembrerebbe, con cui la Boschi non abbia MAI parlato di Banca Etruria. Zingales è un ignorante che non vale neppure la pena querelare, mentre Eugenio Scalfari che di lui se ne fotte, avrebbe seri problemi di vanità.

Certo è un peccato che sul giornale Repubblica non si faccia più politica, ma tra Di Maio e Berlusconi (che pur lo ha chiamato dopo le dichiarazioni del Berluscalfari pro signore di Arcore), non voterebbe né l’uno né l’altro. Che tempra!

Da quel giorno il vecchio sultano diventò buonissimo, fu riaccolto in famiglia, e vissero tutti felici e contenti….

PS: Certo, dopo la dichiarazione di voto di De Benedetti (che non ha neppure la tessera della bocciofila) a favore del PD, e dopo il caso Orietta Berti, i pentastellati dovrebbero procedere con un esposto, ma ne varrebbe davvero la pena? E perché mettersi contro i loro “benefattori” in tv?

 

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!