Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Weah ce l’ha fatta e io l’ho incontrato… dal dentista!

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

weah

Screenshot BBC online

Mi sento onoratissima di aver conosciuto Weah, quando ancora giocava nel Milan. Come l’ho incontrato? Presso lo studio della mia dentista. Mi ero recata lì per un controllo, e seduto in sala d’aspetto c’era un uomo africano. Sapevo che la dentista aveva in cura tutti i calciatori del Milan, che a  quei tempi  molti di loro abitavano presso il  Residence La Gabbinella, ubicato tra casa mia e lo studio medico della miq dottoressa. E sapevo che avrei potuto incontrare qualcuno dei giocatori. Quindi, fatti i debiti conti, non ho tardato a capire che quel giovanottone era Weah. La dottoressa me lo ha presentato e ho chiesto, per il mio parroco, sfegatato milanista,  un suo autografo.

Tifo Juventus, ma non ho nulla in contrario a dare soddisfazione a chi tiene per un’altra squadra.

Ora chi ha ricevuto l’autografo che gli ho donato, sarà felice di sapere che George Weah è diventato Presidente della Liberia. Anche se lo avrà appreso in quell’Atrove dove si è involato. Fra tre giorni saranno 10 anni che Padre Teresio Raiteri, Carmelitano Scalzo,  è salito al Padre e tra 10 giorni Weah sarà ufficialmente Presidente della Liberia.

A Weah, i miei più fervidi auguri, che possa essere un ottimo Presidente, così come è stato un grande calciatore.

Danila Oppio

Advertisements

Natale 2018 – Regala i nostri libri!