Advertisements
Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8º. Breaking News

Teatro. Morto che parla in casa De Luca (sì, quello di Gigginodimaio). Commedia napoletana in due atti.

ROSEBUD TV – Angelo Branduardi – Alla Fiera dell’Est

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

ATTENZIONE LA VERSIONE DEFINITIVA DI QUESTI TESTI USCIRÀ SOLO DOPO LE ELEZIONI POLITICHE

SCANDALI RENZISTI E ELEZIONI POLITICHE DEL 4 MARZO 2018

Dato che non ci occupiamo più delle avventure del Ducetto di Rignano, nel caso in cui qualcuno stesse pensando che meglio sarebbe reinverdire i fasti della scorsa legislatura… ecco un link ai tanti scandali renzisti registrati con il nostro tag. Enjoy (si fa per dire, naturalmente)!

————————————————————————–

 

Esclusiva Rosebud – La lista segreta AGCOM che…

… svela per chi votano i giornalisti italiani: i nomi, i cognomi, il partito… CLICCA QUI

comicon-246595_960_720

Atto primo

Passante:“Sentite ma c’è un signore che sta vomitando sangue a Napoli Centrale, la stazione. Lo stanno facendo morire qui a terra. Io penso che già è morto anche”.

Operatore: “Ah, quindi non serve più l’ambulanza?”
Passante: “No, come non serve più?”.
Operatore: “Lei ha detto che è morto”.
Passante: “Noo, non lo sappiamo ancora. È a terra, ricoperto di sangue. Come non serve più?”.
Operatore: “E lei ha detto che era deceduto, scusate”.
Passante: “No, e che sono un medico io?”.
Operatore: “E allora perché dice cose non vere, mi faccia capire”.
Passante: “Ma chi è che dice cose non vere?”.
Operatore: “Lei ha detto che è morto. Lei ha detto che è morto. Ha affermato che è morto”.
Passante: “No, io mica so se è morto”.
Operatore“Ah vabbe’, sta arrivando l’ambulanza. Arrivederci!”.

Atto secondo

Guardia giurata: “Senta, siamo sempre le guardie della stazione”.
Operatore: “Sì”.
Guardia giurata: “Noi abbiamo questa persona che sta emettendo litri e litri di sangue a terra”.
Operatore: “Sì”.
Guardia Giurata: “Ci serve un’ambulanza urgentemente, urgentemente!”.
Operatore:”Sì”.
Guardia Giurata: “Sì eh… sembra che stiamo parlando con lo scemo dall’altro lato che diciamo sempre sì”.
Operatore: “Ma lei vuole dire che io sono scemo allora?”
Guardia giurata: “No, che mi sta prendendo per scemo”.
Operatore: “No, io la sto sentendo”.
Guardia giurata: “No, perché lei che mi continua dire sì, sì… e allora sembra che sta parlando con lo scemo dall’altra parte del telefono”.
Operatore: “Ma chi è che è scemo? Non ho capito”.
Guardia giurata:”Lei mi sta prendendo per scemo, perché se mi risponde sempre sì, sì, sì, sembra che io sono lo scemo della situazione. Io le sto dicendo che c’è una persona a terra che ha bisogno urgentemente di un’ambulanza e lei scherza su una situazione del genere”.
Operatore: “Lei dice che io sto scherzando?”.
Guardia giurata: “Senta, se lei mi risponde con un sì come se io fossi uno scemo da quest’altra parte…”.
Operatore: “Non ho detto questo, lo sta pensando lei signore…”.
Guardia giurata: “Io lo sto pensando e glielo sto dicendo”.
Operatore: “E va bene, lei può pensare ciò che vuole signore”.
Guardia Giurata: “Noi siamo con una persona che sta morendo qui a terra”.
Operatore: “Signore le ambulanze non ci sono”.
Guardia giurata: “Cioè, non c’è priorità per una persona che sta morendo?”.
Operatore: “Signore ci sono altre 6 persone come la persona della quale lei parla che sta aspettando un’ambulanza e le ambulanze sono tutte impegnate”.
Guardia giurata: “Le ambulanze sono tutte impegnate. Va bene… le telefonate sono registrate?”.

Fonte (sebbene un po’ rivista da Rosebud): ilfattoquotidiano.it

Advertisements

info@ipaziabooks.com