Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Heroes of Our Time (1) – Anna Muzychuk, la scacchista eroina dei diritti delle donne… in Arabia Saudita

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

2015_Ukrainian_postage_stamp_-_Muzychuk_sistersC’è qualcosa di davvero bello e toccante in ciò che ha fatto Anna Muzychuk, la scacchista ucraina che ha preferito perdere i suoi titoli piuttosto che gareggiare in Arabia Saudita, una terra in cui i diritti delle donne non sono solo stracciati, insultati, disonorati, ma soprattutto non esistono.

L’esempio etico, civile, didattico che ci dà questa ragazza così giovane è di quelli che sanno fare una differenza perché basterebbe che il suo messaggio fosse fatto proprio da tutti gli altri sportivi, dalla politica, dal business, dalle società d’affari e di servizi a qualsiasi titolo per aiutare concretamente, e oltre le parole, le donne d’Arabia.

A questa ragazza e a sua sorella, anche lei una campionessa di scacchi, il loro Paese ha dedicato un francobollo, ma in verità bisognerebbe dedicare loro un monumento come si dovrebbe fare con tutti gli spiriti brillanti che con i fatti ci insegnano una strada migliore.

Rina Brundu

Il link alla pagina wikipedica inglese di Anna Muzychuck

PS Se poi la Stampa italiana imparasse anche a scriverne correttamente il cognome non sarebbe un male. Sic!

anna e il fatto

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!