Advertisements
Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8º. Breaking News

Ragazze coccodè e ragazze qua, qua, qua…

ROSEBUD TV – Angelo Branduardi – Alla Fiera dell’Est

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

ATTENZIONE LA VERSIONE DEFINITIVA DI QUESTI TESTI USCIRÀ SOLO DOPO LE ELEZIONI POLITICHE

SCANDALI RENZISTI E ELEZIONI POLITICHE DEL 4 MARZO 2018

Dato che non ci occupiamo più delle avventure del Ducetto di Rignano, nel caso in cui qualcuno stesse pensando che meglio sarebbe reinverdire i fasti della scorsa legislatura… ecco un link ai tanti scandali renzisti registrati con il nostro tag. Enjoy (si fa per dire, naturalmente)!

————————————————————————–

 

Esclusiva Rosebud – La lista segreta AGCOM che…

… svela per chi votano i giornalisti italiani: i nomi, i cognomi, il partito… CLICCA QUI

coccodeQualche sera fa Renzo Arbore ci ha fatto rivedere le ragazze coccodè che ballavano vestite con costumi da galline. Trent’anni sono trascorsi da quando Arbore ironizzava sull’uso smodato del corpo femminile in tv. Ben trent’anni. Nel 2009 usciva il video documentario “Il corpo delle donne”, sul tema della mercificazione del corpo femminile da parte dei mezzi di comunicazione italiani. Però le ragazze coccodè, non quelle che fanno satira, ma vere ragazze coccodè, vale a dire ragazze trattate come gallinelle, le vediamo ancora negli spettacoli televisivi. Uno di questi è Colorado su Italia 1, condotto da Paolo Ruffini, trasmissione dove tanti comici scadenti si alternano a qualche comico bravo. Le ragazze che ballano sono molto svestite, il che è un piacere per i nostri occhi, il fastidio comincia quando le ragazze diventano “coccodè”, anzi diventano “qua, qua, qua”, per essere più precisi giacché sono trattate come oche. Messe in fila, sempre con gambe e sedere molto scoperti, il che in questo caso non ci azzecca, devono sfidarsi in prove da deficienti, come stappare una bottiglia, incartare un pacco o altre cavolate del genere. E fanno un po’ pena, poverine. Perché qualche volta i signori della trasmissione, assieme a Paolo Ruffini, non si mettono loro in fila, in costume da bagno, per sfidarsi in prove cretine mentre le signore vestitissime li stanno ad osservare?

Renato Pierri

Advertisements

info@ipaziabooks.com