Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Il cammino dei perplessi (4) – Che fine ha fatto il Caso Consip? E ancora sulla “mancata” campagna siciliana renzista

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

PERLE DI ROSEBUD – LISTA AGGIORNATA DEI DERETANI INAMOVIBILI

Resistere, resistere, amico mio, con un popolo di pecore la vittoria del lupo non potrà che essere questione di tempo.

(Clicca qui per conoscere tutti i deretani di cui sopra)

PERLE POLITICHE – SENILITÀ, OKAY, MA SE DOVESSI DIVENTARE RENZISTA…

…portarmi dal veterinario e sopprimermi subito, please!

(Clicca qui per leggere tutto)

Rina Brundu

venerdi-3-novembre-2017L’indignazione! L’indignazione è senz’altro il sentimento più importante che ti prende guardando alle ultime vicende pseudo-politiche nostrane. Da un lato abbiamo un ducetto stracotto che, incapace di fronteggiare le legittime recriminazioni di un’intera regione sotto elezioni, in questo caso la Sicilia, si defila e fa quello che gli è sempre riuscito meglio: vola in America a leccare il culo dei potentati del pianeta, in questo caso Obama, al mero scopo di farsi un selfie e avere una foto ricordo da mostrare con “orgoglio” ai posteri.

Dall’altro abbiamo una nazione che lascia fare e a ben pensarci questo è un crimine senz’altro più grave da quello commesso da un capetto della Goldrake Generation, incapace di frenare le voglie più ridicole della sua vocazione yuppie! Inoltre, come non bastasse il clima di “censura” mediatica che continua a fare da sfondo imbarazzante a una situazione di emergenza democratica epocale, dobbiamo pure sentire l’auspicabile futuro Primo Ministro del paese, il giovane grillino Luigi Di Maio che, evidentemente libero da altri impegni, non trova altro da fare che lanciare il guanto di sfida a quello stesso ducetto giramondo con i soldi pubblici.

Ma si può? E che fine ha fatto il Caso Consip? Che ci dicono delle intercettazioni e delle “cimici” rimosse? Ma non si vergognano? Non ci vergognamo tutti quanti? Con quale coraggio guarderemo ai nostri figli quando dovremo parlare di questo caso giudiziario che è in sé – specie per la maniera con cui è stato gestito – una offesa alla nostra dignità di cittadini e alla dignità delle nostre istituzioni? Finalmente domani Il Fatto Quotidiano dell’immenso Marco Travaglio tornerà sull’argomento: ma basterà questa prima pagina a risvegliare le nostre coscienze addormentate? Ne dubito.

Di sicuro, mai come ora, prima in Sicilia e poi a livello nazionale, noi abbiamo una occasione storica di fare una differenza per noi e per gli italiani che verranno. Tutti coloro che non profiteranno di questa opportunità unica, il giorno dopo le elezioni politiche saranno correi, corresponsabili della merda politica in cui potremo affondare, e sarà come se  essi stessi abbiano intascato quei due miliardi e settento milioni di euro del Caso Consip, perché si può essere ladri del maggior bene pubblico anche senza avere rubato una lira!

L’indignazione è appunto tutto ciò che ti prende guardando a questo disgustoso panorama politico, e ti ritrovi pure a ringraziare che questo fortissimo sentimento esista nell’animo umano. A suo modo sembra pure l’unico tratto che ormai ci distingue dal regno degli altri esseri… a quattro zampe. Sic!

Rina Brundu

PS Mi scuso per il ritardo con cui sto pubblicando numerosi pezzi e anche per il ritardo con cui pubblicherò le riviste di Rosebud, ma ci sono tanti impegni e soprattutto la ferma volontà di non lasciare che il sito prenda tutto il nostro tempo. Ci sono cose più importanti nella vita e soprattutto lo stesso sito deve essere vissuto con serenità, ho combattuto tanto per ottenere questo risultato e voglio godermelo, fermo restando che vedo i molti che lo visitano anche senza aggiornamenti, che mi seguono sempre, che a loro modo mi amano e resto loro grata.

Advertisements

info@ipaziabooks.com

%d bloggers like this: