Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Dio c’é ed è antirenzista (2) – Rosatellum: la tomba del renzismo? Sulla necessità di un governo di responsabilità nazionale

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

PERLE DI ROSEBUD – IL TEOREMA RENZI-TAVECCHIO-VENTURA

Resistere, resistere, amico mio, con un popolo di pecore la vittoria del lupo non potrà che essere questione di tempo.

(Clicca qui per leggere tutto l’articolo)

Rina Brundu

arc-2859037_960_720Naturalmente Dio non c’é e anche se ci fosse dubito molto che si occuperebbe di renzismo. Il fatto è che in tempi di Rosatellum incostituzionale, di governi Renzi-Verdini-Alfano-Boschi che fanno e disfano come li pare, anche dopo essere stati trombati da una intera nazione, non si può fare troppo gli schizzinosi, men che meno intellettualmente e, nel dubbio, meglio arruolare anche Dio. Del resto lo hanno fatto in tanti prima del renzismo, l’unico che mi risulta non lo abbia fatto è proprio Matteo Renzi che, come è noto, si risolve in sé.

Infine ce l’hanno fatta! Dopo tre anni fa di laissez-faire amministrativo e politico; dopo tre anni di scandali continuati; dopo tre anni in cui sono riusciti a trasformare la XVIIª legislatura della Repubblica nel periodo più immondo e funesto che la nostra storia moderna ricordi, adesso in fretta e furia (poi dicono che non sanno sbrigarsi quando serve!), si sono approvati la legge elettorale che, nelle intenzioni neppure tanto nascoste, dovrebbe favorire il prossimo governo Renzusconi.

giovedi-26-ottobre-2017-204x300Chissà perché, ma io penso che un futuro governo di inciucio Renzi-Berlusconi-Verdini, qualora il Presidente della Repubblica avesse la pessima idea di benedirlo, genererebbe nel Paese un clima di rivolta tale da portare anche allo scontro armato, e con ogni ragione. D’altro canto penso pure che Matteo Renzi abbia finito per sempre i suoi viaggi in capo al mondo pagati dal contribuente, e con lui li ha finiti la fida Boschi. Per qualche motivo so pure che il ducetto non sarà mai più il nostro Primo Ministro e questo mi consola, fermo restando che questo non basta: di fatto Matteo Renzi non dovrebbe occupare mai più nessuno scranno nel nostro Parlamento e dovrebbe essere una responsabilità di tutti i cittadini italiani residenti nei luoghi in cui si andrà a candidare fare in modo che questo non accada. Fare in modo che questi tre anni di renzismo immondo non vadano dimenticati, fare in modo che si renda giustizia al volere di un intero popolo.

Che a ben guardare forse questo Rosatellum approvato con fini tutt’altro che nobili potrebbe pure essere la tomba del renzismo. Lo sarebbe se – data la situazione – alcuni partiti si decidessero a mettere l’interesse del Paese in primo piano, a lasciar cadere i motivi di divisione e a pensare ad una sorta di Civile Alleanza, a un governo di responsabilità nazionale. I partiti e/o movimenti che si dovrebbero accollare questo impegno sono, a mio avviso, MDP, M5S, Lega, Fratelli d’Italia. Insomma, una coalizione che vada dall’estrema destra all’estrema sinistra ma che abbia un unico target: riportare dignità all’Italia e fare cessare l’emergenza democratica epocale vissuta in questi ultimi tre anni.

Questo sarebbe un loro dovere politico così come sarebbe dovere di ogni cittadino onesto della Repubblica sostenere un simile progetto: o adesso o mai più!

Rina Brundu

Advertisements

info@ipaziabooks.com

%d bloggers like this: