Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Dopo il Caso Visco: paura. E sull’importanza del voto in Sicilia

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

cat-1508613_960_720Confesso che in questi giorni – guardando alle numerose sortite insensate del Ducetto di Rignano (che il mirabile D’Agostino oggi chiama il Cazzaro di Rignano), ho provato una sorta di “paura” nell’anima. Ciò che mi ha dato molto da pensare dopo il mezzo golpetto bianco ri-tentanto dal signor Matteo Renzi, è il fatto che a quasi un anno da un voto epocale che è stato pure un tonante avviso di sfratto per colui… noi si sia ancora qui a parlarne. Di più, siamo qui a parlarne perché, in compagnia della fida Boschi, questo signore – con il deplorevole Caso Visco – ha persino tentato di esautorare i poteri del Presidente della Repubblica.

In altri luoghi, in altri tempi, questa sarebbe stata considerata una mossa da alto tradimento della Patria, punibile anche in modi molti spicci. Noi, naturalmente (e per fortuna), non viviamo quei tempi… ma anche dei tempi in virtù dei quali bisogna sopportare un signor nessuno che tiene in scacco un’intera nazione di 60 milioni di abitanti con le sue trame, più o meno segrete, non possono essere tempi da invidiare. Ne deriva che la domanda è logica è consequenziale: cosa bisogna fare per liberarsi di costui?

A mio avviso l’unico modo è assicurarci che Matteo Renzi non venga eletto a nessuno scranno durante la prossima legislatura. In particolare sarebbe molto importante che gli elettori siciliani facciano tesoro dei fatti degli ultimi dieci giorni e diano un segnale visibile, importante…  che diano l’esempio a tutti gli italiani. Insomma, cari siciliani, votate chi vi pare, anche il vostro gatto se lo ritenete degno della vostra fiducia, ma non votate il candidato PD.

Diceva Gandhi: “Il nemico è la paura. Si pensa che sia l’odio; ma, è la paura”. E allora sconfiggiamola, a volte basta anche solo un voto!

Rina Brundu

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!