Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Epocale Di Battista a “Dimartedì”: manda in soffitta Napolitano, propone il reddito di cittadinanza per Alfano e parla da Premier in pectore

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

Di-Battista-640.jpgStraordinario questo ragazzo, formidabile, la rappresentazione plastica di come dovrebbe essere il leader di una nazione moderna: giovane, pulito, capace, divertente, coraggioso, rispettoso. Chapeau: la crisi ha partorito un’altra Italia, tutti a Medjugorie con il padre di Renzi a ringraziare! Per una volta vengo anche io, con Brosio!

PS La retorica melensa di Carofiglio di converso colava da tutte le parti come bava: ebastaaaaaaaa con questa roba, ma non ne ha avuto abbastanza di Carofiglio di un Paese mandato a puttane dalla corruzione e dall’inciucio elettorale? Sic!

Advertisements

info@ipaziabooks.com

4 Comments on Epocale Di Battista a “Dimartedì”: manda in soffitta Napolitano, propone il reddito di cittadinanza per Alfano e parla da Premier in pectore

  1. salvofigura // 7 June 2017 at 18:02 //

    Carofiglio: solone(minuscolo) come Saviano, sinistroide come i sinistri maldestri, scrittore con la penna da scribacchino. ramai chi scrive un giallo(incensato da editori analfabeti) diventa tout court un pensatore, un “opinionista” un dispensatore di saggezze, di consigli come Satana sa darlia chi non crede che egli esista. Esiste, eccome, non con la coda a saetta e la puzza di zolfo, ma come atomo impazzito, anzi, come elettrone fuori dall’orbita e perciò spaiato e dunque ossidante. Carofiglio e Napolitano che ci ha propinato tre(TRE)GOVERNI sinistri e maldestri, pieni di corrotti, come lui che ha preteso(e ottenuto) che fossero bruciate(al rogoe nei fopponi) bobine e documenti della trattativa stato(minuscolo)- mafia. Ché trattativa ci fu e lui sa bene come, quando e quanto. Napolitano, l’uomo degli accordi a destra, a siistra, con i peggiori massoni.
    E infine Alessandr Di BATTISTA, che li ha messi sotto entrambi, li ha incaprettati, sodomizzati, sderenati e ridicolizzati.
    Un osanna a Dibattista un VERGOGNA a

    Like

  2. salvofigura // 7 June 2017 at 18:04 //

    … A QUEI DUE SINOSTRI E MALDESTRI FIGURI, degni solo di far compagnia al Riina malato e carcerato che MAI andremo a visitare, nemmeno se ce lo chiedesse Gesù in persona(opere di misericordia di Caravaggesca memoria! Chge affoghino nella merda che loro stessi hanno evacuato.
    Quanto è volgare questo Salvo!

    Like

  3. Salvo,
    io non ho problemi con questo tipo di volgarità (dato che per me volgarità è il caso Consip insabbiato, i pseudo-giornalisti che si fanno passare per intellettuali e fanno politica alle spalle del popolo, etc), ma c’è che Napolitano, per quanto politico poco accorto, specie in questi ultimi anni, resta un ex Presidente della Repubblica. E dunque dobbiamo rispetto all’istituzione, quel rispetto che per esempio loro stessi non hanno avuto quando volevano stuprare la Costituzione.
    Lo stesso vale per il rispetto che si deve alla magistratura. Se non sbaglio Carofiglio é un ex magistrato… donc mi dissocio.
    E poi non ho tempo ora di finire in gattabuia, in altri momenti invece finire in galera per date questioni di opinione farebbe sempre medaglia al merito! Saluti.
    (anche ai lettori incauti che si avventurano qui).

    Like

  4. salvofigura // 8 June 2017 at 11:30 //

    Se Carofiglio è un EX magistrato, meriterà degli… EX INSULTI. Quanto a Napolitano… lasciamo stare, la trattativa Stato-mafia la diresse lui e lui volle la distruzione delle prove e dovettero portarlo a forza a deporre a Palermo. Nulla di falso in quanto riporto.
    Saluti

    Like

Comments are closed.

%d bloggers like this: