Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Marco Vukic – Le scuse

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Non vorrei che si stesse accortamente aggiustando il celeberrimo paradigma giornalistico di Alberto Arbasino, in virtù del quale «In Italia c’è un momento stregato in cui si passa dalla categoria di “brillante promessa” a quella di “solito stronzo”, laddove solo a pochi fortunati l’età concede di accedere alla dignità di “venerato maestro”». Insomma, non vorrei che nell’Italia renzista post-rivoluzione digitale si passasse troppo velocemente dalla categoria di brillante rottamatore a quella di venerato padre della Patria ignorando l’imprescindibile step di astuto e scaltro stratega.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

Marco Vukic

le-scuse

Advertisements

info@ipaziabooks.com

2 Comments on Marco Vukic – Le scuse

  1. Riguardo ai calciatori di colore… ma anche a quelli stranieri “bianchi”…
    Se guardiamo alla formazione delle squadre, e contiamo gli italiani, ci accorgiamo che sono in grande minoranza. Allora, se non vogliamo “ottimi” calciatori brasiliani o africani, cerchiamo di formare bravi calciatori nazionali. Oramai lo sport lo si pratica solo in palestra, per fitness, oppure seduti comodamente davanti allo schermo televisivo. Inutile urlare “buuu” in direzione dei calciatori dalla pelle bruna! Se sei razzista, fai “buuuu” anche contro quelli slavi, che sono tanti. Non lo fai? E allora non farlo neppure per altri. Ti fa pur comodo, carissimo tifoso, che la tua squadra vinca per merito di calciatori stranieri! E allora accettali, oppure, come dicevo, allena per bene i ragazzi della nostra nazione, affinché diventino ottimi sportivi! Che fa pure bene e li tieni lontano da alcool e droghe varie!

    Like

  2. Ormai lo sport è solo business… un poco come il Giro d’Italia: altro che Bartali, Coppi e la borraccia! ciao

    Like

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: