Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Davide Casaleggio Day – Agli antipodi del renzismo (breve)

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

 

La “volontà di potenza” renzista più che una degna pulsione infinita verso il rinnovamento, pare una sub-categoria delle filosofie motivazionali new-age in virtù delle quali se “thoughts become things” (i pensieri diventano cose) perché le parole non possono diventare fatti? Detto altrimenti, sembrerebbe che sia perfetta convinzione della corte renzista e di Matteo Renzi in particolare, che basti affermare l’essenza della realtà (pardon, di una data realtà, quella di cui sono convinti e di cui intendono convincere il popolo italiano) per definire quest’ultima. Da qui a venirne fuori con le anelanti e usate dichiarazioni che hanno costellato questi ultimi 30 mesi di laissez-faire politico, economico, amministrativo, il passo è breve: “Il Jobs Act è stato un successo”, “L’Expo è stato un successo”, “La Riforma costituzionale cambierà l’Italia”, “L’Italia è ripartita”… e in ultimo proprio l’odierno “Abbiamo dimostrato di non essere il problema”.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

davideSe n’é accorta anche la Gruber che oggi non è riuscita a fare gossip come al solito.

Bravissimo, ma meno accento piersilvico, please!

Rina Brundu

Advertisements

info@ipaziabooks.com

6 Comments on Davide Casaleggio Day – Agli antipodi del renzismo (breve)

  1. Casaleggio è stato un perfetto gentleman, ma non l’hanno messo alle corde quanto sarebbe stato opportuno. Non tanto sulla finta correttezza di non parlare con un bugiardo che non lo è (il bugiardo è solo stile sbruffone e ininfluente sulla politica del paese che invece ha chiarissima in mente) quanto sullo spostamento dalla democrazia rappresentativa a quella assembleare. E’ uno spostamento pericolosissimo perché la civiltà occidentale (se la vogliamo mantenere) è troppo complessa e le decisioni da prendere richiedono conoscenze specialistiche spinte che devono passare a vagli complessi e non certo attraverso un comico, seppure bravo. Se ci proiettiamo su un futuro nel quale il livello culturale sia veramente elevato (quindi la coscienza della propria ignoranza e un interesse sincero per gli altri) forse il sistema potrebbe funzionare, ma attualmente si va al disastro, cosa che pochi sembrano aver capito. Ora, per funzionare il pentastellismo deve diventare una dittatura, di cui già oggi si intravedono le prime ombre.

    Like

  2. Pericolosissimo? Di pericoloso in questo Paese c’é stato solo un signore nullafacente che per tre anni si è scarrozzato a nostre spese per il mondo a fare il figo, popolando il suo governo di ministri neppure diplomati, con lauree discutibili, tesi copiate, e per non parlare di tutto il resto.
    Vedere il Davide Casaleggio un po’ imbranato davante alle telecamere era un po’ come vedere un nostro figlio, un nostro fratello, noi stessi, l’Italia normale.
    Via i marpioni che hanno insozzato quegli scranni a cui dobbiamo rispetto: facce da morti viventi. Che si vergognino per il danno che ci hanno arrecato e che pagheremo negli anni, altro che pericolosissimo quel ragazzo! Via anche i ladri mafiosi dal nostro Parlamento!
    Saluti

    PS E forza Grillo, continua a tenerli in riga, perché sarà la nazione a sostenerti, quella sana, quella che lavora. Cambiare pero’ la posizione sugli attacchi alla Siria che erano dovuti e chi riuscirà a mandare via quel mostro che la occupa, uccidendo i suoi bambini, avrà la nostra riconoscenza eterna. Incondizionata!

    Like

    • Nel mondo che viaggia a rovescia gli imbranati sono destinati a fare disastri, e i comici a fare i dittatori alla Charlot. D’accordo che molti scranni sono insozzati da un numero stucchevole di marpioni, ma ci sono le eccezioni e nel panorama internazionale l’Italia ha rispettabilissimi numeri di forza. Ovvio che ciò non giustifica i buchi, che vanno colmati. In quanto al figo non è solo figo. Se non avremo il prossimo biennio troppo tassato è perché ha tallonato Padoan e Bruxelles, trovando, se ho capito bene, una soluzione ai 4 miliardi mancanti. E se invece di sbatterlo fuori col referendum, assicurandoci così una sua ulteriore permanenza, avremo eliminato mezzo senato, le province e messo la mordacchia alle regioni. E finalmente la possibilità di andare a votare con una legge imperfetta ma non confusa quanto ora si va costruendo in modo che nessuno vinca e si torni al mercato DC/PCI. Le modifiche necessarie sono trattate da tutti peggio di un mercato delle vacche, dove l’unica cosa che viene vista sono le poltrone e l’Italia inesistente (ossia i cittadini, 5 Stelle in testa anche loro).

      Like

  3. Caro Andrea,
    dopo averti eletto Follower of the Year 2017 non posso che risponderti, ma confesso che non ho la capacità di resiliance che hai tu.

    Quando tu scrivi robe come “ma ci sono le eccezioni e nel panorama internazionale l’Italia ha rispettabilissimi numeri di forza” mi rendo conto, specie se si sta parlando di politica, che tu devi essere un adepto delle apologie RAI.

    Purtroppo debbo contraddirti in merito. All’estero la nomea degli italiani è tutto fuorché buona e da persona che ha lavorato sia nelle società americane che in quelle italiane, ti posso confermare che tale brutta nomea è meritata in pieno.

    I nostri punti di forza sono altri, tra i quali una indubbia intelligenza di poco inferiore a quella dei migliori scienziati di origine ebrea (anche se noi purtroppo la facciamo valere solo in campo ingegneristico e fisico e non in campo intellettuale, dove per trovare un personaggio pensante bisogna tornare indietro al tempo di Machiavelli).

    Il resto non so neppure come commentarlo ma ringrazio ogni italiano che ha salvato la nostra Costituzione e ci ha impedito così di insultare oltre al nostro presente e al nostro futuro, finanche il buon passato.

    Con tutto l’affetto per te… davvero non posso assecondare in nessun modo questa tua ammirazione per un periodo della nostra storia (questi ultimi tre anni) che per tanti versi è stato peggiore del fascismo.

    Ricordati che Mussolini, per quanto dittatore, era amato. Il ducetto ha avuto tre voti e dato che in famiglia sono in quattro mi chiedo chi sia il franco tiratore.

    Di più non saprei, ma confido nella gioventù italiana che ha già detto chiaro dove vuole stare e a Febbraio se tutto va bene il Renzi e il suo entourage (peraltro oggi sputtanato da Orlando) farà solo parte degli incubi dimenticati.

    E permettimi di dirti un’altra cosa, se io potessi voterei Cinque stelle. E non mi ritengo un cittadino inesistente. Di sicuro il mio CV è più lungo di quello di Renzi e a differenza di quello che si dice sulla Madia io mi sono fatta il culo per la mia tesi: su questo stanne certo che non ci sono dubbi!

    Ciao

    Ps ma grazie per i tuoi interventi, fossero tutti come i tuoi, anche questo luogo sarebbe un luogo più civile…

    Like

    • Ti ringrazio della attenzione, e forse la mia formazione ingegneristica e pratica mi porta a esaminare le cose da un altro punto. Di Orlando e altri transfughi ho stima e ritengo imperdonabile l’atteggiamento di Renzi, che non sembra curarsene. Però se devo votare Orlando osservo che mi propone attenzione alle divisioni, ma non mi dice nulla del suo programma di azione politica per il paese. Immagino che finisca per seguire Renzi. Di Fassina ho molta stima, ma come si fa a affidare una azione politica ad una persona che raccoglie a Roma 6000 voti? Vuol dire che pur avendo avuto una vita di partito non ha in pugno la situazione reale del paese e quello che si può fare da quello che non si può fare. So che c’è un estero che non ama né stima gli italiani. Questa situazione migliorò grandemente grazie a Mussolini (pur basata sul bluff). E’ migliorata ulteriormente ma vi è una indubbia e persino diffusa disistima o meglio inaffidabilità del paese. Ma occorre guardare agli aspetti positivi. siamo la 7ma potenza industriale del mondo e la terza in UE. Abbiamo ancora una importante industria manifatturiera, la moda, il design, la cucina. Che usiamo spesso male tutto ciò è vero, ma non è certo colpa del solo Renzi. Una parte troppo importante della popolazione segue politici falliti come Dalema e Berlusconi, pur riconoscendo loro intelligenza politica, ma superata e inutile al paese. In realtà Berlusconi sarebbe utile se riuscisse a costruire una destra unita e intelligente, ma dispone, salvo qualche rara eccezione, solo di oche e quaquaraqua. Sui 5stellle ti ho espresso i miei dubbi, sono convinto che la democrazia assembleare non può funzionare allo stato attuale della democrazia. Ciao. Andrea.

      Like

  4. Che tu non sia un quaquaraquaqua e che tu abbia una formazione solida, intesa soprattutto come votata al “rigore” di metodo, direbbe Eco, l’ho capito benissimo. L’ho esplicitato in maniera ridanciana nel poster sul follower of the year, come è mio costume, ma non significa che scherzassi.

    Tu hai senz’altro quelle qualità, nonché il pregio di sfiancarmi indipendentemente dai miei outbursts (un trucco efficace che non ho mai visto applicare da nessun altro su questo sito o in altri), vero è però che quando si va alla logica della narrazione questo livello non tiene.

    In primis non si capisce come tu possa avere stima per Orlando, dato che questo signore per tre anni ha fatto il ministro per il ducetto e poi gli ha voltato la faccia come fosse l’ultimo dei mendicanti (intendiamoci, il ducetto lo merita perché é quella la qualità dei personaggi di cui ha scelto di circondarsi, i lecchini – l’ho visto fare in ambienti lavorativi – tuttavia in noi persone normali il senso di schifo persiste…). Questo vale anche per tutta la corte di altri piddini che a vario titolo, chi più chi meno, hanno danzato come ratti in amore intorno al Pinocchio di Rignano. Tecnicamente escluderei solo Bersani e Speranza che hanno comunque sempre mantenuto una linea critica più o meno decisa.

    Sugli italiani all’estero meglio non parlarne. Senza dimenticare che all’estero, da queste parti, noi non siamo percepiti come “potenza” ma come paesucolo del Sud buono per fare le vacanze. La colpa di chi? Nostra, naturalmente.

    Sui cinque stelle di rispondo sotto l’altro commento su Ivrea.

    Buona domenica

    Like

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: