Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Vergognoso? Squallido? Lo decida il Lettore

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Trovo che la televisione sia molto educativa. Ogni volta che qualcuno l’accende, vado in un’altra stanza a leggere un libro.
(Groucho Marx)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Essere liberi nella propria mente e nel proprio spirito, senza alcuna sudditanza esteriore, e al contempo coltivare una scrupolosa obbedienza interiore alla verità (o, che è lo stesso, al bene, alla giustizia, alla bellezza, all’amore): questo è il senso di un sito come Rosebud, ed è questo l’obiettivo che promuove la Redazione. (Vito Mancuso aka Rina Brundu)

Nico Grilloni

DSC02499.JPGVergognoso? Squallido? Ripugnante? Indecente? Ributtante? O tutti questi aggettivi vanno sommati? O ne manca ancora qualcuno? Sì, forse ne manca qualcuno ancora più pregnante, ma non riesco a trovare un aggettivo che possa essere del tutto aderente a quanto si è verificato tre giorni fa a Palazzo Madama. Perché il “salvataggio” del Minzolini è stato il peggior modo di sigillare la fine di quella che abbiamo chiamato la seconda repubblica: il sigillo infamante. Infatti, sebbene la fine si potesse datare al 4 dicembre – giorno della débâcle di Renzi e del suo governo – il colpo di grazia lo ha dato il voto pro-Minzolini al Senato.

Che, in pratica, ha espresso un parere contrario, opposto, al dettato di una legge dello Stato da esso stesso varata, la legge Severino. Inaudito! Pur nelle molteplici vergognose decisioni assunte in passato dalle Camere, non si era mai verificato che si manifestasse, e così platealmente, un conflitto fra i poteri dello Stato. In pratica, infatti, il potere legislativo, negando l’applicazione di una legge da esso stesso approvata (vale ripeterlo), ha dato scacco matto al potere giudiziario mostrando, nei confronti di quest’ultimo, quasi un sentimento di disprezzo o, quantomeno, di potersene allegramente fregare. In sintesi, anche questo è un significato di quel voto. Uno dei tanti significati. In effetti ce ne son ben altri. Infatti, ponendo insieme la recente decisione del Senato con il voto del giorno precedente con cui si è respinta la mozione di sfiducia dei “5stelle” nei confronti del ministro Lotti, si comprende come si sia assistito ad un vero e proprio voto di scambio. Alla destra il Pd ha dato l’opportunità di fare massa contro la mozione dei pentastellati e immediatamente, il giorno successivo, il Pd ha ricambiato il grazioso favore consentendo, con 19 dei suoi voti e con gli assenti, ad un individuo con condanna a due anni e passa di sedersi ancora in un’aula che dovrebbe essere considerata, unitamente a Motecitorio, la più nobile del paese. E intendo nobile non riferendomi ad eventuali lignaggi, ma solo come sinonimo di distinto e decoroso. Se l’accaduto avesse avuto come palcoscenico la sala di una riunione di condominio o di cosche in affari, certo non mi sarei scandalizzato. Lì può accadere, ma non nell’aula del Senato del mio paese. Dove, vale ripeterlo, aldilà del fatto contingente, si è sbeffeggiata la magistratura.

A questo proposito è stata tirata in ballo una vecchia vicenda che in qualche modo avrebbe condizionato il giudice di primo grado che, quando era parlamentare, avrebbe avuto qualche attrito col Minzolini. Non possiamo sapere se ciò corrisponda al vero. Ma vorremmo ricordare al Minzolini e ai suoi sodali che la condanna è stata confermata in secondo grado, in Appello, dove il collegio giudicante è composto da tre giudici togati e infine dalla corte di Cassazione che, se ben ricordo, è composta da cinque membri giudicanti. O anche con i giudici di Appello e di Cassazione il MInzolini ha avuto trascorsi burrascosi o anche solo di antipatia?

La nostra Costituzione, all’articolo 3, recita: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge…”. “La legge è uguale per tutti” è la scritta, più sintetica, che campeggia nelle aule dei tribunali così vincolando l’equanimità massima obbligatoriamente vigente in uno stato di diritto. E invece… Invece una delle Camere che approva le leggi e le regolamenta per la loro applicazione si è resa responsabile di un vulnus di una gravità senza precedenti.

Ma, ciò detto, come se ne esce dopo quanto è accaduto in Senato? O forse, ai tanti privilegi di cui già godono i parlamentari della Repubblica italiana, si sta tentando di aggiungere la massima, totale impunità con l’ulteriore diritto allo sberleffo del potere giudiziario? Ahinoi!

P.S. 1
Coltivo però il sospetto che episodi come il caso-Minzolini si verifichino perché nei nostri politici c’è la certezza che, in fondo, i cittadini si interessino poco o punto alla vita delle nostre istituzioni. E questo disinteresse li tranquillizza sollecitandoli ad assumere decisioni anche le più vergognose, consapevoli che poi nulla accadrà. E forse – ancora ahinoi! – non si sbagliano.

P.S. 2
E come la mettiamo con Berlusconi che la legge Severino ha subìto e che per la stessa legge è decaduto da parlamentare? Beh, la “bonomia” dei Pd lo ha praticamente rimesso in sella. Come a dire che l’inciucio continua. Alla faccia nostra.
Ma poi i nostri politici lamentano la disaffezione dei cittadini per la vita politica. E questa è un’altra faccia, la loro, anche questa non aggettivabile, con la quale, senza alcun pudore, sono pure capaci di mostrar meraviglia. * * *

Nico Grilloni

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Attività editoriali per scrittori e autori

7 Comments on Vergognoso? Squallido? Lo decida il Lettore

  1. Purtroppo il nostro parlamento ha dato un saggio del loro livello: incapaci di valutare soluzioni che non offendano il pubblico pudore. Se fossi un parlamentare probabilmente sarei tentato di presentarmi nudo alle porte del Parlamento con la spocchia del parlamentare al di sopra delle leggi. Nel caso esisteva una legge, come ha detto Travaglio, che problema c’era? Si il giudice, imputando pensieri probabilmente inesistenti nella sua testa, avrebbe giudicato non in base al diritto ma in base alle sue allergie politiche. Se un tale sospetto esisteva – può essere legittimo – un parlamento che si rispetta doveva girare il sospetto e porre la domanda all’organo costituzionale di controllo della Magistratura. Solo in quel caso poteva chiedere un supplemento di moratoria per Minzolini. Invece si è sostituito ad un organo Costituzionale, e secondo me la Magistratura dovrebbe avere la possibilità di multare personalmente i parlamentari in simili smaccate situazioni. So di non seguire il mio istinto tollerante e ottimista, non ho nessuna antipatia verso Minzolini che a modo suo è stato un bravo giornalista, anche se generalmente sembrava cresciuto coi dischi della Voce del Padrone. D’altronde le generazioni post ’68 sono cresciute in antagonismo critico alle Istituzioni, che peraltro hanno fatto poco per farsi rispettare.
    E quindi sguazziamo nella melma, e il silenzio sulla riforma delle leggi elettorali non mi sembra di buon auspicio.

    Like

  2. Ciao Andrea,
    a me sorprende la vostra sorpresa: è il renzismo, dolcezze! Dovrete farvene una ragione!
    Saluti

    Like

  3. No, è l’opportunismo di tutti che costringe le situazioni a indirizzarsi a soluzioni infami. E purtroppo anche 5 Stelle per la loro impreparazione contribuiscono a mantenere lo statu quo.

    Like

  4. No, mi dispiace ma non concordo assolutamente, penso invece che questo modo di pensare sia concausa del problema. Bisognerebbe abituarsi sempre a fare nomi e cognomi. E in questo periodo storico non e’ azzardato dire che il renzismo, ovvero il suo padre et padrone Matteo Renzi, insieme a chi lo ha sostenuto a vario titolo sia la causa di tutti i mali. Di questi di cui Nico discute qua sopra, sicuramente, dato che ci sono loro al governo e sono loro a coltivare intrecci e quant’altro. I cinque stelle non c’entrano nulla e sulla loro impreparazione non ne sarei cosi sicura. A me sembrano piu’ “impreparati” e furbi questi, che ne dici?
    saluti

    Like

  5. Si possono avere i peggiori sospetti, ma credo Renzi autonomo dal padre che non mi sembra una gran mente ma sufficiente a non aver fatto fesserie nella compagnia di incapaci di cui faceva parte. Renzi si trova in un mare procelloso che mal governa a causa del carattere stile sbruffone per cui ha perso una parte importante del suo partito. Non lo credo politicamente disonesto, complessivamente le sue scelte sono accettabili, vanno invece sostanzialmente limate. I nostri guai nascono da lontano, dal governo Berlusconi e dalla sinistra arroccata su cialtroni vagamente marxisti da antiquariato. Renzi ha dovuto patteggiare con i berluscones avendo in Italia una sinistra che è fuori dalla realtà e con le migliori intenzioni danneggia il paese.

    Like

  6. Dovresti fare l’avvocato

    Renzi è espressione del suo spirito, della sua etica, dei suoi credo, del suo senso delle cose in politica, nel bene e nel male. E anche tu dovresti guardare ad entrambe le facce della sua medaglia; ignorarne una dando le colpe a chi lo circonda non ti porterà bene, come italiano, s’intende!

    Like

1 Trackback / Pingback

  1. Vergognoso? Squallido? Lo decida il Lettore – Onda Lucana

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: