Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Opinioni – Il ministro Delrio: “Gli italiani non hanno capito la riforma costituzionale di Renzi”. Ancora sui sondaggi farlocchi per i quali la matematica è un’opinione e… c’era una volta il TG5.

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

All’epoca vi erano i miglioristi di Napolitano, banditi allora ed oggi, anche se Renzi ha ucciso proprio Napolitano, il suo creatore. E costui, nonostante i colpi, proprio come un Golem, non muore mai. (Roberto Renzetti)

Rina Brundu

bagheriaSecondo il ministro Delrio, che ha esternato ieri sera a “Otto e mezzo” (La7) di Lilli Gruber, gli italiani non avrebbero capito la riforma costituzionale di Matteo Renzi, ed è per questo che l’avrebbero bocciata. Si potrebbe obiettare che invece l’hanno trombata perché l’hanno capita benissimo e soprattutto hanno capito benissimo le qualità, anche etiche, dell’uomo Matteo Renzi che la sponsorizzava, ma cui prodest? A che serve ribattere alle parole di un altro membro dell’entourage renzistico che – in maniera molto simile alla Serracchiani, la quale di recente avrebbe dato dei “vigliacchi” ai suoi ex compagni (dissidenti) di partito – con ogni sua parola laudatoria e apologetica del supposto-leader si è sminuito di suo, si è autoeliminato di suo? Graziano Del Rio ha difeso Luca Lotti a spada tratta ed è arrivato fino a dire che avrebbe seguito il suo “leader” in capo al mondo, anche quando perdente. Convenientemente nessuno gli ha chiesto: pure quando questo significa sputare sulla dignità di un Paese? Calpestare le Istituzioni democratiche a cui hai giurato fedeltà?

Mi sono vergognata. Un’altra volta. Mi sono vergognata che la mia nazione sia rappresentata da questi personaggi. Mi sono vergognata del fatto che non si riesca a mandarli via prima che continuino a fare i danni che hanno fatto negli ultimi quattro anni, specialmente sul piano dell’immagine. Non è esagerato dire che mai classe politica italiana sia apparsa così nefasta, abominevale, schifiltosa come quella proposta dal renzismo. Davanti a codesti figuri anche i vari Craxi, Andreotti e compagnia cominciano ad apparire come statisti notevoli, padri della patria di cui andare fieri.

E poi ci sono i sondaggi e i sondaggisti che continuano a fare la “loro” sporca parte mediatica, la loro settimanale brutta figura. Impunemente. Ormai ogni lunedì guardo il dettame di Masia per il TG7 al mero scopo di farmi una bella risata. Di fatto, pur di fare prevalere le loro ragioni “interessate”, sono giunti fino a fottersi anche le logiche regole della matematica e le hanno trasformate in opinione. Due settimane fa, prima dell’ultima scissione PD, i sondaggisti davano questo partito primo al 30 % (una bestemmia in sé), seguito dal M5S al 29% circa. Dopo la scissione ti ritrovi i pentastellati al 30%, il PD al 29% e gli scissionisti tra il 4 e il 5%, mentre la Lega e gli altri partiti di centrodestra non sembrerebbero avere perso posizioni. Domanda: quindi Masia e i suoi compari ci stanno dicendo che dopo la scissione il PD più gli scissionisti valgono circa il 33%? Da dove vengono gli altri voti? Da dove viene il pusher di riferimento?

Domande retoriche, s’intende, proprio come quelle che ci facevamo quando gli stessi “sondaggisti” davano appaiati il SI e il NO al Referendum costituzionale: che sia per questo motivo che gli italiani non “hanno capito”? Nel dubbio, meglio correre a buttare il renzismo a mare? Sì, deve essere andata proprio così, per la serie a mali estremi estremi rimedi. Di certo vi è che il giorno in cui un sondaggista professionista avesse finalmente il coraggio di dare quel 10-12% (se ci arriva) che ha attualmente il renzismo mercé la cultura mafiosa e omertosa che comunque domina ancora in buona parte d’Italia (e non sto parlando della Sicilia di Bagheria che, anzi, su questi aspetti sta dando lezioni a tutti, vedi la featured image di questo post), si farebbe davvero un sostanziale passo in avanti in questo Paese, specie nel promuovere la cultura dell’onestà di metodo che dovrebbe accompagnare ogni espressione politica e mediatica in contesti civili e democratici.

Tuttavia, a dispetto del tristo status-quo, meglio evitare di farci il sangue troppo cattivo, meglio chiudere con una boutade, farci tutti una bella risata. Perciò, vi chiedo: qualcuno ha mai visto il TG5 di questi tempi? Se non lo avete visto, vi consiglio di provare l’esperienza, di guardarlo almeno una volta, anche perché io non ho parole adatte per descriverlo, per commentarlo. Soprattutto non riuscirei a scegliere se raccontarlo come favola di un Paese che non c’é o come diario dettato da un ducetto-fallito che non c’é però vorrebbe esserci! Ah, che Repubblica delle banane la nostra: a confronto il marcio in Danimarca era nettare degli dei!

Rina Brundu

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Ipazia Books 2017

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: