Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Il caso Consip (6) – La battaglia censoria della Stampa: dalla Gruber a Floris che fa il terzo grado ad uno straordinario Luigi Di Maio filosofico sui MISTERI del renzismo.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

 

La “volontà di potenza” renzista più che una degna pulsione infinita verso il rinnovamento, pare una sub-categoria delle filosofie motivazionali new-age in virtù delle quali se “thoughts become things” (i pensieri diventano cose) perché le parole non possono diventare fatti? Detto altrimenti, sembrerebbe che sia perfetta convinzione della corte renzista e di Matteo Renzi in particolare, che basti affermare l’essenza della realtà (pardon, di una data realtà, quella di cui sono convinti e di cui intendono convincere il popolo italiano) per definire quest’ultima. Da qui a venirne fuori con le anelanti e usate dichiarazioni che hanno costellato questi ultimi 30 mesi di laissez-faire politico, economico, amministrativo, il passo è breve: “Il Jobs Act è stato un successo”, “L’Expo è stato un successo”, “La Riforma costituzionale cambierà l’Italia”, “L’Italia è ripartita”… e in ultimo proprio l’odierno “Abbiamo dimostrato di non essere il problema”.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

Rina Brundu

snow-white-and-the-seven-dwarfs-jpeg-115149La medaglia d’oro ritengo che vada di diritto a Lilli Gruber che ieri sera, durante “Otto e mezzo” (La7), mentre intervistava un flemmatico Ezio Mauro, gli ha chiesto: “Pensa che Renzi stia pagando l’essersi messo contro le corporazioni?”. Questo era senz’altro il gist della domanda e giuro che non ho ancora capito come siano riusciti a mantenersi seri mentre lei la faceva e lui tentava di rispondere!

Stasera invece è stato il turno di Giovanni Floris che, coaudiuvato da Massimo Giannini, ha fatto un altro dei suoi “interrogatori” ad uno straordinario Luigi Di Maio, il quale ha risposto da par suo e tra le altre cose ha pure azzardato: “Ecco un’inchiesta in cui è coinvolto il padre di Renzi, il miglior amico di Renzi, tanti degli uomini che giravano intorno a Renzi: ma come è possibile che solo lui fosse all’oscuro di tutto?”.

Misteri! Ed effettivamente questo è un altro di quei misteri italici che fanno invidia ai più grandi misteri dell’universo. Di fatto quella di Di Maio è domanda quasi filosofica nella sua natura, se non fosse che in verità arriva solo seconda rispetto a quest’altra questione dirimente: Ma verrà mai il momento in cui il giornalismo italiano arrivato-e-satollo si renderà conto della fossa che si sta scavando con le sue stesse mani in questa sua difesa ad oltranza dell’indifendibile renzistico? Che si renderà conto del fango che si sta tirando addosso? Che si renderà conto della risibilità della sua posizione? Che si renderà conto della sua miseria d’intelletto e umana oramai francamente incommentabile?

Time will tell, lo dirà il tempo, si dice da noi. Io scommetto altrimenti però: piuttosto che si realizzi questa “epocale epifania” sarà più facile che atterrino gli alieni, prima di ripartire subito schifati, s’intende!

PS: Naturalmente, in codesto contesto aulico non si discute neppure di ciò che si dice o non si dice in RAI o su Mediaset a proposito del caso Consip, anche perché Biancaneve e i 7 nani toscani lo abbiamo già letto alle elementari e a questa età non fa più curriculum!

PS: Poi dice che la Mimosa D’Oro 2017 ai “venerati maestri” masculi del giornalismo italiano non era meritata! Sic!

Rina Brundu

Advertisements

info@ipaziabooks.com

1 Comment on Il caso Consip (6) – La battaglia censoria della Stampa: dalla Gruber a Floris che fa il terzo grado ad uno straordinario Luigi Di Maio filosofico sui MISTERI del renzismo.

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: