Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Filosofia dell’anima – Distacco? E sul commitment sartriano del blogger.

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Trovo che la televisione sia molto educativa. Ogni volta che qualcuno l’accende, vado in un’altra stanza a leggere un libro.
(Groucho Marx)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Essere liberi nella propria mente e nel proprio spirito, senza alcuna sudditanza esteriore, e al contempo coltivare una scrupolosa obbedienza interiore alla verità (o, che è lo stesso, al bene, alla giustizia, alla bellezza, all’amore): questo è il senso di un sito come Rosebud, ed è questo l’obiettivo che promuove la Redazione. (Vito Mancuso aka Rina Brundu)

Rina Brundu

2017-02-17primailfattoquotidianook-203x300-1

Confesso di essermi in qualche modo staccata dal sito. Del resto l’avevo detto che quest’anno sarebbe stato una sorta di anno sabbatico per quest’angolo virtuale. Certo non immaginavo che ne fossi anche stanca come hanno provato questi giorni di festa in cui me ne sono allontanata di forza e in qualche modo ho rotto la catena.

Naturalmente non abbandonerò Rosebud e continuerò a pubblicare dei post ogni volta in cui avrò un momento da dedicare, pubblicherò inoltre i pezzi altrui. Presto infatti ci saranno anche tante novità lato Ipazia che cresce da par suo. Ciò che mi dispiace di più tuttavia è il non avere tempo sufficiente a dare un maggior contributo rispetto alle cose terribili che stanno avvenendo in Italia; mi dispiace di non riuscire ad impegnarmi come si fece al tempo della straordinaria campagna per il NO al Referendum.

A volte mi viene anche da pensare che proprio quella campagna mediatica mi abbia in qualche spossato, sebbene la certezza di avere dato un qualche contributo a salvare la nostra bella Costituzione sia in sé ricompensa per quello sforzo a suo modo titanico. Il fatto è che in un Paese come il nostro un blogger opinionista tecnicamente non ha requie. Da un lato. Dall’altro deve pure lottare contro le numerose forme di censura, inclusa quelle auspicate da importanti esponenti dei governi di questa legislatura incommentabile, come è senz’altro il caso della Presidente della Camera che avrebbe scritto a Zuckerberg chiedendo di azionare censura contro il mondo dell’web, dei blogger in particolare, e dunque di trasformarsi in un ideale maestro Perboni dei nostri tempi, laddove ha fallito il sistema educativo di quella Repubblica delle Banane da dimenticare di cui la signora Boldrini ci appare degna figlia.

Ma è pure vero che forse noi, ciascuno di noi, ciascuno di noi blogger, qualcosa lo può fare sempre, non importa quanto “piccolo” sia quel qualcosa. Lato mio, oggi mi limito a pubblicare quale featured image di questo post la copertina de Il Fatto Quotidiano. Vi invito infatti ad acquistare questo giornale, dunque a sovvenzionrlo, a sostenere la libera informazione in Italia, ad immaginare quindi un mondo diverso, un mondo lontano dallo schifo che abbiamo testimoniato in questi anni, dallo schifo a cui si sono piegati infiniti esseri immondi dell’Italia di oggi, personaggi di diverse specie, scribacchini che chiamare “intellettuali” è offendere soprattutto il nostro intelletto: fortuna che Sartre è morto e a lui quest’onta è stata risparmiata, noi non siamo stati altrettanto fortunati!

Ma dicevo che dobbiamo attivarci, tutti quanti noi, in ogni modo possibile, quando possibile, pensate infatti – non importano i neppur tanto segreti pensieri della Boldrini – che i nostri post in fondo potrebbero ancora esistere tra mille anni: non lasciamo dunque che i posteri – alla stregua dei giornalisti Rai, dei giornalisti di Repubblica, Corriere, Stampa, etc, – ci considerino dei coglioni. Diamo loro certezza che in realtà avevamo capito tutto e nel nostro piccolo abbiamo fatto il possibile per evitare il peggio (se questo non è già arrivato). Tale nostra epifania renderà orgogliosi gli italiani che verranno, certamente, ma anche la nostra anima, dovunque si trovi in quel momento, che poi alla fine è tutto ciò che conta.

Rina Brundu

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Attività editoriali per scrittori e autori

2 Comments on Filosofia dell’anima – Distacco? E sul commitment sartriano del blogger.

  1. ogni mattina, ogni giorno sento che progressivamente e forse ineluttabilmente mi allontano dal “mondo fuori”. Ma fortunatamente durante la giornata si fanno largo prepotentemente molti momenti in cui la mia testa e il mio cuore si ribellano. Sono diventata donna e cittadina in un periodo in cui il mondo fuori era il nostro mondo interiore e ci aiutava e stimolava nella nostra crescita. Non voglio pensare che il passare degli anni faccia arrugginire questo lucente ferro. Mi concedo qualche attimo di sconforto, condivido qualche momento di delusione e incazzatura e poi vado avanti a testa alta e fiera di essere come sono. Ad occhi e cuore aperti. Come fai tu, senza cedere mai troppo, ma cercando sempre di capire. Poi ad impossibilia nemo tenetur. Buona fine settimana.

    Like

  2. Ciao Ornella,
    Grazie per il tuo commento al solito pacato e nel merito.

    Debbo dirti pero’ che il mio distacco dal sito è cosa buona e giusta: ho troppi impegni e anche una famigliolina bellissima da curare. E poi voglio tornare alla scrittura più impegnata e per questo “ritorno” paradossalmente debbo molto a Rosebud. Prima o poi deve infatti iniziare il mio percorso di spirito-che-scrive e sento dentro che mi sto avvicinando a quella maturità (lo sento soprattutto anche grazie alla completa libertà di espressione che mi sono imposta su Rosebud e che sta dando frutti straordinari, mi ha fatto capire tante cose, anche che non si diventa persone che scandagliano l’intelletto a-gratis, bisogna rischiare).

    Anche sette o otto anni fa quando smisi i precedenti siti mi staccai per due anni circa e fu salutare. Credo che stia accadendo la stessa cosa ora. Comunque non voglio diventare schiava del sito sebbene oggidì non si possa vivere senza un sito, almeno non lo può fare chi si dedica a raccontare l’anima, a raccontarsi. Troverei riduttivo tornare ad un diario e poi sono trent’anni che non scrivo più a mano. Non ricordo neppure come si fa.

    Ma non mi stacco da Rosebud, lo ripeto. Cioè Rosebud non finirà come finì Terza Pagina World… continuerà con un tono più minimale, seguendo l’umore e poi magari tra due o tre anni, o quando sarò più anziana riprenderà in full.
    Tutto qui. Besos.

    PS Elemento più esterno che invece mi fa letteralmente cadere le balle è lo status-quo italico, la corruzione intellettuale al potere, la corruzione tout-court al potere. In certo modo noi viviamo un nuovo medio evo e attendiamo tutti la luce di un nuovo rinascimento… speriamo.

    Like

1 Trackback / Pingback

  1. Filosofia dell’anima – Distacco? E sul commitment sartriano del blogger. – Onda Lucana

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: