Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Giù le mani da Papa Francesco!

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

All’epoca vi erano i miglioristi di Napolitano, banditi allora ed oggi, anche se Renzi ha ucciso proprio Napolitano, il suo creatore. E costui, nonostante i colpi, proprio come un Golem, non muore mai. (Roberto Renzetti)

Rina Brundu

manifesto-papa-francesco-675-640x640Come è ben noto agli eroici frequentatori di questo sito, l’autrice dello stesso non è una che ci va molto tenera con il business di cui si occupa Papa Francesco e la Chiesa che dirige. Per dare idea di quanto sia forte la mia convinzione del tratto enormemente diseducativo che contraddistingue tale business (insiema ai business similari in ogni angolo del globo e dalle parti della Mecca in particolare), basti dire che tra le prediche religiose e le sessioni transessuali di Lapo in quel di Manhattan, io non avrei dubbio alcuno nello scegliere queste ultime per una lezione didattica a una scolaresca dove a lezione ci fosse mio figlio. E con questo credo di avere chiarito bene quale sia il mio pensiero e la mia posizione di ferma condanna della connotazione superstiziosa insita in ogni religione umana: detto altrimenti, se prima mi provavo almeno a giustificarla in nome di chissà quale stupido principio di rispetto da seguire, oggi come oggi non ci provo neppure perché da che mondo e mondo non si promuove il maggior bene altrui iniziando con il prenderlo per il culo.

Vero è però che se io e pochi altri (perché purtroppo questo è il pernicioso stato intellettuale in Italia), possiamo fare liberamente (o quasi) discorsi così liberati, lo dobbiamo al sacrificio dei tanti martiri della libertà che negli ultimi secoli hanno dato la loro vita – con Bruno, ideale nume tutelare di questo sito, prima di tutti gli altri – per permettere ai nostri spiriti, alle nostre anime di esprimersi pienamente. Mentre la Chiesa, che tale libertà costringe e costringeva, è esistita più a lungo, quasi duemila anni ormai, e in questi duemila anni si è affermata come la pratica umana che naturalmente è ed è sempre stata: è diventata un impero prima nazionale, poi continentale, infine globale. Il 99% delle volte è stata finanche porto e ricettacolo di tutto il male che lo spirito umano può albergare. Tra le verdi colline della mia Irlanda la Chiesa di Roma ha fatto ciò che non ha osato neppure Hitler e, così gravi sono le sue nefandezze, soprattutto nei riguardi dei bambini poveri e abbandonati, che, come sovente mi accade, non riesco neppure a scriverne. Mi fermo qui, è meglio.

Ciò che mi premeva dire in realtà era che la Chiesa comunque esiste e prima di creare una civiltà capace di trattare gli argomenti dell’anima in altra guisa che non siano le diseducative storie bibliche, l’immonda abitudine di confrontarsi con il creato inginocchiandosi in Chiesa o recitando preci ridicole all’indirizzo di questo o quell’idolo più o meno dorato, passerà molto tempo. Ne deriva che con la Chiesa occorre comunque confrontarsi, stabilire un contatto, soprattutto se si vuole coltivare la speranza che un giorno abbandonerà queste pratiche demenziali per investigare il percorso dell’anima come a suo tempo facevano i grandi filosofi greci, il mitico Diogene prima degli altri, e dunque diventare in certo modo un porto di approdo per tutti.

Detto questo, confrontarsi con la Chiesa significa prima di tutto confrontarsi con la dirittura che alla stessa impone il suo leader del momento. Da questo punto di vista scagli la prima pietra chi non preferirebbe confrontarsi con la Chiesa riformata da questo grande papa venuto dall’altra capo del mondo, piuttosto che con la Chiesa voluta e celebrata da tutti gli altri cosiddetti pastori di Cristo, prima di lui, Pietro incluso? Chi può anche solamente dubitare che se quel percorso di “redenzione” della Chiesa di Roma è finalmente iniziato, questo non sia dovuto al grande coraggio, alla determinazione, alla chiarezza di visione, nonché all’indiscutibile capacità di leadership di Francesco?! Magari averlo a Palazzo Chigi uno così: ci sarebbe da fare carte false!!

Giù le mani da Papa Francesco dunque! Mi riferisco oggi agli stronzoni che appendono manifesti dissacratori della sua figura in quel di Roma (vedi featured image), così come mi riferivo ieri ai cosiddetti teologi ed esegeti che, vedendo il loro inutile ruolo in pericolo nella Chiesa dei poveri preferita da questo pontefice, vedendo l’attitudine all’asservimento superstizioso e interessato in gran pericolo, hanno tentato per lungo tempo di sminuirlo e defenestrarlo dall’interno.

Giù le mani da Papa Francesco, l’unica vera possibilità di riscatto futuro per una Chiesa che sul groppone ha così tanti di quei peccati da indurre Satana, qualora esistesse, a discostarsene intimidito, orripilato! E Lapo pure!

Rina Brundu

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Ipazia Books 2017

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: