Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

L’APPRODO 2016 – 2017. Qualche considerazione editoriale e un invito a partecipare.

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Gli intellettuali sono razionali
lucidi, imparziali, sempre concettuali
sono esistenziali, molto sostanziali
sovrastrutturali e decisionali.
(Giorgio Gaber)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Il lessico di quel dannatissimo sito della Brundu fa tutt’uno con il pensiero che esprime in parole, costituisce la manifestazione del pensiero e quindi della sostanza del fatto e della sua verità. (Eugenio Scalfari aka Rina Brundu)

Rina Brundu

approdofebbraioPrima della pubblicazione del nuovo numero della rivista L’APPRODO (coperta in anteprima qua sopra), come sempre scrivo qualche parola di presentazione e chiarificazione.

Tempo fa, Ivana Vaccaroni ed io decidemmo di fare un qualcosa insieme, magari di scrivere qualcosa insieme: ci è sempre mancato il tempo! Poi un giorno, per motivi diversi, legati ad altre attività, mi capitò di mettere le mani su un software che, pensai, poteva essere usato in maniera valida per creare una bella rivista, una delle poche attività con cui non mi ero più “esercitata” dai tempi delle medie. Proposi la cosa a Ivana che accettò con entusiasmo. Da lì nacque L’APPRODO, oggi già al suo terzo numero.

Tra le altre cose, in quei primi giorni, ci dicemmo che ci saremmo imbarcate in questa avventura con serenità, senza stress, magari per un anno, forse due, a seconda degli impegni familiari e lavorativi, e delle altre necessità contingenti. E in realtà, portare avanti questo impegno non si è rivelato un facile “task”: di fatto serve il tempo per raccogliere gli scritti, per scrivere i reminder, ma soprattutto per rivedere tutto e per comporla questa rivista con un software che è tutt’altro che user-friendly, ma assomiglia piuttosto a una sorta di farfalla che muove impacciata come un elefante.

Ma nonostante tutto ciò siamo appunto arrivati al terzo numero. Siamo ben coscenti che la rivista ha un lungo cammino di “improvement” da percorrere per toccare una sua qualità letteraria intrinseca, ma è pur vero che coscientemente non facciamo editing – se non quando lo spazio a disposizione lo richiede, causa le diverse necessità “fisiche” della scrittura destinata all’universo del cartaceo – e soprattutto perché vorremmo che L’APPRODO fosse un luogo in cui i tanti – anche coloro che questa possibilità non l’hanno mai avuta – possano esercitare la loro vena creativa, senza strafare, ben coscienti dei propri limiti, ma tentando, semmai, di sfidarli. Si tratta di un gioco, insomma, un gioco letterario, ma sempre di un gioco.

Più specificamente si tratta di un momento ludico che speriamo possa anche durare nel tempo. Anche più in là negli anni, sebbene sempre intervallato da periodi di riposo richiesti pure dalle tante attività che ci impegnano nella vita. A questo proposito come editore voglio ricordare che in questo primo periodo le pubblicazioni andranno avanti per un anno, il che significa che abbiamo ancora tre numeri da pubblicare: aprile, giugno e agosto 2017. Poi ci fermeremo, considereremo il lavoro fatto e quindi, se ci saranno le condizioni, quando ci saranno, riprenderemo, magari anche già durante il prossimo autunno, ma sempre con serenità e tranquillità.

Anche per questi motivi dunque vi invito a partecipare ai prossimi tre numeri, ricordandovi che tutti i numeri pubblicati resteranno comunque per sempre sul sito nella sezione a loro dedicata, e a ricordo di una bella avventura editoriale per cui non si può che ringraziare tutti i partecipanti. A questo proposito vi ricordò però di seguire attentamente le regole di partecipazione, di inviare scritti brevi, senza indentature, rientri, etc, perché altrimenti siamo costrette a scartarli o comunque non vengono al meglio con questo tipo di pubblicazione.

Questo è tutto per il momento, salvo anticipare che il tema del prossimo Approdo di aprile sarà la primavera e la scadenza per l’invio dei lavori è il 20 marzo prossimo. Buon lavoro a tutti e grazie! E sempre grazie soprattutto a Ivana Vaccaroni.

Rina Brundu

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Attività editoriali per scrittori e autori

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: