Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Boiate (giornalistiche) del millennio (26) – Sallusti riprende la lotta di governo: si scaglia contro il VATE Travaglio e contro i “grillini” che avrebbero ricevuto un trattamento di favore dalla Stampa.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

animated_rain_at_night_in_the_park“Abbiamo accettato (i.e. noi giornalisti) da Grillo e dai suoi condizioni che non abbiamo accettato da nessuno: abbiamo fatto passare Travaglio per Vate, Di Maio per uno statista, la Raggi per una sindaca e andiamo alle conferenze della Raggi sapendo che non si possono fare domande: ci mandi un comunicato è più semplice”.

Alessandro Sallusti, “Otto e mezzo” (La7), 10 dicembre 2017

SERIE “UN COLPO DI SOLE O SEMPLICE GELOSIA PROFESSIONALE?”. Peccato! Lo credevamo più capace. E di quali “trattamenti di favore” per i cinquestelle parla nell’Italia dei pseudo-casi politici montati ad arte contro di loro? Si è forse scordato gli ultimi tre anni di zerbinaggio del 90% dei suoi colleghi nei confronti del ducetto di Rignano? Zerbinaggio che, tra l’altro, perdura. E che ci dice delle decine di milioni di italiani che meno di un mese fa hanno sostenuto la battaglia referendaria di Travaglio e dei cinquestelle? Anche quelli, tutti “grillini”? Sic!

Advertisements

ROSEBUD TV – LITERATURE: Goethe