Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Rosebud 2016 – Tre degli articoli più letti… o più strani, RAI ahi ahi ahi!

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

 

La “volontà di potenza” renzista più che una degna pulsione infinita verso il rinnovamento, pare una sub-categoria delle filosofie motivazionali new-age in virtù delle quali se “thoughts become things” (i pensieri diventano cose) perché le parole non possono diventare fatti? Detto altrimenti, sembrerebbe che sia perfetta convinzione della corte renzista e di Matteo Renzi in particolare, che basti affermare l’essenza della realtà (pardon, di una data realtà, quella di cui sono convinti e di cui intendono convincere il popolo italiano) per definire quest’ultima. Da qui a venirne fuori con le anelanti e usate dichiarazioni che hanno costellato questi ultimi 30 mesi di laissez-faire politico, economico, amministrativo, il passo è breve: “Il Jobs Act è stato un successo”, “L’Expo è stato un successo”, “La Riforma costituzionale cambierà l’Italia”, “L’Italia è ripartita”… e in ultimo proprio l’odierno “Abbiamo dimostrato di non essere il problema”.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

2j3gsasAl solito preferisco ringraziare tutti coloro che mandano articoli a Rosebud o ne hanno permesso il re-printing se richiesto, senza fare classifiche. Tuttavia in fine anno qualche pezzo lo possiamo sottolineare per i motivi più diversi (la scritta che li precede è tratta dagli stats di Rosebud e indica il numero di letture ad oggi, a destra)…

In particolare, ricordo il seguente pezzo del Dr Rocca che continua ad essere un favorito dai lettori, specie in Sud America….

jung

E poi mi piace ricordare questo articolo di Ivana Vaccaroni su Dante e la matematica, così da approfittarne per mandarle un bacio e un grazie anche per l’avventura con L’APPRODO…

ivana

Ancora… scendendo un pò voglio comunque sottolineare questo pezzo sulla RAI durante il terremoto che al momento detiene il record di letture in un singolo giorno (oltre 5000)… A maggior dimostrazione che le malefatte di Viale Mazzini interessano a tutti anche se questi signori fanno finta di nulla e continuano a propinarci la loro sbobba stracotta e politicamente-di-parte senza apparentemente coltivare il sentimento della vergogna.

rai

In generale però grazie a tutti (specie a coloro, decine e decine di migliaia, forse di più, che hanno letto gli articoli della fortunata serie “Quello che il renzismo non dice”), e grazie un po’ anche a Rosebud che la visibilità a chi la desidera davvero per i suoi scritti la regala senz’altro, specie in ambienti come le università che sono i luoghi da raccomandarsi a dispetto di ciò che ci raccontano i percorsi formativi della maggior parte dei membri dell’attuale Esecutivo italico.

In dato modo un piccolo miracolo considerando che gli articoli rimangono di norma pochissimo nella prima pagina e soprattutto che si tratta di un blog che non fa nulla per risultare simpatico e non ha intenzione di cambiare in futuro. Continueremo invece a focalizzare sulla critica spesso dura contro i forti e coloro che hanno delle responsabilità di cui debbono rendere conto, anche se preferibbero non farlo, e quasi “lenient” contro chi meno può, sicuramente goliardica e anche molto informata. Del resto questo è l’in-più di Rosebud ed è il tratto caratteristico che bisognerebbe continuare a difendere in maniera determinata, altrimenti sarebbe come gli altri e quindi meglio chiuderlo.

Besos

Rina Brundu

Advertisements

info@ipaziabooks.com

1 Trackback / Pingback

  1. Rosebud 2016 – Tre degli articoli più letti… o più strani, RAI ahi ahi ahi! — ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism | Art History blog

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: