Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Rai – Il disastro nel disastro (21) – Penosi! E un dubbio arcano: ma il Giletti contra Virginia Raggi ha già parlato del caso assenteistico Alessandra Moretti? (breve)

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

 

La “volontà di potenza” renzista più che una degna pulsione infinita verso il rinnovamento, pare una sub-categoria delle filosofie motivazionali new-age in virtù delle quali se “thoughts become things” (i pensieri diventano cose) perché le parole non possono diventare fatti? Detto altrimenti, sembrerebbe che sia perfetta convinzione della corte renzista e di Matteo Renzi in particolare, che basti affermare l’essenza della realtà (pardon, di una data realtà, quella di cui sono convinti e di cui intendono convincere il popolo italiano) per definire quest’ultima. Da qui a venirne fuori con le anelanti e usate dichiarazioni che hanno costellato questi ultimi 30 mesi di laissez-faire politico, economico, amministrativo, il passo è breve: “Il Jobs Act è stato un successo”, “L’Expo è stato un successo”, “La Riforma costituzionale cambierà l’Italia”, “L’Italia è ripartita”… e in ultimo proprio l’odierno “Abbiamo dimostrato di non essere il problema”.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

Rina Brundu

moretti“Un viaggio che apre gli occhi sul mondo”, così sarebbe stato descritto sui social, dalla stessa Alessandra Moretti, il suo ultimo viaggio in India. Una cosa bellissima, finanche commovente, salvo il fatto che l’allora capogruppo dei consiglieri regionali veneti del PD, in quelle stesse ore di didattica vacanza, avrebbe mandato un messaggio ai colleghi impegnati in assemblea, scrivendo: “Sono malata”.  Urka! Possibile? Una così entusiasta supporter del renzismo del-fare, di lotta di governo? La notizia però dovrebbe essere confermata perché da quella notizia in poi, la Moretti avrebbe deciso di rimettere il suo mandato di capogruppo allo scopo di “non esporre i colleghi a strumentalizzazioni”. Insomma, non perché era il minimo da farsi, ma per opportunità politica: chapeau!

Ma passiamo oltre per il momento. Come ho scritto in altre occasioni, sono ormai rarissime le volte in cui mi fermo sui canali di quel servizio pubblico televisivo nostrano ancora in balìa dei servi renzisti che fanno e disfano a loro piacimento. Se mi accade, per un qualche invincibile moto di rivolta dello spirito, non riesco a resistere più di cinque minuti. E non più di cinque minuti ho resistito anche quest’oggi quando, incautamente, mi sono sintonizzata su Rai1, proprio mentre andava in onda il programma di approfondimento similpolitico  L’Arena, condotto dall’epico Massimo Giletti.

Insomma, com’é come non é, me lo sono ritrovato pure questo pomeriggio a fare le pulci al malaffare italiano e a pungolare i politici degni, secondo lui, di tale “pungolatura”. Nello specifico ho visto la parte finale di un “pregnante” (vista la disastrosa situazione che ha lasciato il renzismo in Italia) servizio sulla famosa casa di Montecarlo appartenuta al cognato di Gianfranco Fini e poi la solita filippica anti-Virginia Raggi promossa da una qualche ambasciatrice del gilettismo a-tutti-i-costi (nel senso che il vero giornalismo può farne tranquillamente a meno), di cui francamente non saprei dire né il nome né il cognome neppure se mi portassero a Guantanamo per farmi parlare.

Fermo restando che la dignità politica mostrata da Gianfranco Fini durante la sua lunga carriera, anche sfortunata per molti versi, i politici che sembrerebbero stare più a cuore a questo audace conduttore della Rai peggiore di sempre, se la sognano, un dubbio arcano (e in dato modo birichino), mi ha subito colto durante ognuno dei 300 secondi di attenzione che ho dedicato alla trasmissione: ma Giletti, già compagno dell’anima dell’ex capogruppo dei consiglieri regionali veneti del PD, ha già parlato del caso assenteistico Moretti o quest’argomento sarà trattato durante la prossima puntata del programma?! No, perché nel caso non vorrei perdermelo e corro subito a comprare popcorn e patatine! Già prevedo pure il rutto libero.

Sic! Penosi!

Rina Brundu

sala-raggi-fatto

Advertisements

info@ipaziabooks.com

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: