Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Boiate (editoriali) del millennio (23) – “L’uso del congiuntivo è in calo” si lamenta IL FATTO QUOTIDIANO e chiede “consiglio” a Francesco Sabatini, ma sbaglia il titolo del suo libro LEZIONE DI ITALIANO. Due volte. Repetita iuvant.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

errore-1

“Lezioni (i.e. plurale) di Italiano” sarebbe il titolo del libro di Francesco Sabatini secondo IL FATTO QUOTIDIANO (vedi il catenaccio qui sopra)…. notare anche la I maiuscola…

errore-2

Il concetto viene poi ribadito nell’incipit…. stavolta italiano è in minuscolo

Ecco invece la copertina del testo (non la migliore in verità) con il vero titolo LEZIONE DI ITALIANO 

Cliccare sulla copertina per vedere o acquistare il testo su Amazon e qui per controllare quando la Redazione di Travaglio  si sarà infine occupata dei refusi… e rileggerà il pezzo…. Se:).

Advertisements

info@ipaziabooks.com

1 Comment on Boiate (editoriali) del millennio (23) – “L’uso del congiuntivo è in calo” si lamenta IL FATTO QUOTIDIANO e chiede “consiglio” a Francesco Sabatini, ma sbaglia il titolo del suo libro LEZIONE DI ITALIANO. Due volte. Repetita iuvant.

  1. Per correttezza deontologica mi preme però sottolineare che i refusi de Il Fatto (che in dato modo comprendiamo molto bene in epoca di scrittura digitale, ne so qualcosa con il mio autocorrettore inglese che cambia le desinenze finanche le parole italiane!), sono un’inezia davanti ai titoli cazzari e disinformanti di altre testate più quotate. È bene precisarlo, insomma, la goliardia non significa infatti che non vediamo cosa avviene in altri contesti… più aulici (apparentemente!).

    Like

Comments are closed.

%d bloggers like this: