Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (319) – Non mi fido. Sul perché Renzi farebbe un grande errore a pensare di uscire dalla porta per rientrare dalla finestra. E sulle apologie in uscita, stile coitus interruptus, di una RAI disastrosa.

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Ciascuno di noi nasce con un compito solitario da svolgere e coloro che incontra lo aiutano a compierlo oppure glielo rendono ancora più difficile: sfortunato colui che non sa distinguere gli uni dagli altri.
(Christian Bobin)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

La solitudine dell'anima non si riempie con la compagnia. (Rina Brundu)

Rina Brundu

keep-calm-we-did-it-7Non mi fido. Non ci credo. Non mi convince. Non mi torna. Se il buongiorno si vede dal mattino e il renzismo dal suo operato, io penso che sia molto probabile che Matteo Renzi tenterà la sua grande rentrée nel palcoscenico politico molto presto, proprio perché stare fuori dai riflettori non è nella sua natura, non ci riesce. Detto altrimenti Leopoldo vorrà uscire dalla porta per rientrare dalla finestra alla grande, ma non gli riuscirà e male farebbe qualsiasi spin-doctor, per quanto costoso e per quanto trendy, a consigliarlo in quella direzione.

Se è vero infatti che nelle ultime settimane la maggior parte di coloro che hanno votato NO, lo hanno fatto anche perché hanno infine realizzato il formidabile rischio che si andava concretizzando, ovvero quelllo di perdere la nostra Costituzione, è pure vero che le ragioni del NO hanno un’altra genesi. E questa genesi è tutta da tracciarsi in quel forte sentimento anti-renzistico che è nato in questa nazione non appena la politica di questa pessima amministrazione governativa ha cominciato a estrinsercarsi nel paese, a rendersi concretamente visibile nelle sue mille forme e manifestazioni.

Il problema principale resta dunque il fatto che nessuno, né dentro il circo magico di adepti adoranti e men che meno tra le fila geneflesse della casta giornalistica italiana peggiore di sempre, è riuscito ancora a dire chiaro e tondo a Matteo Renzi che il problema è lui. Renzi non è adatto a governare. Renzi non ha followers a parte quelli farlocchi della sua bacheca Facebook. Renzi in questo senso è agli antipodi di quel Berlusconi che una ventina di anni fa riusciva a radunare le folle, nel bene e nel male. Onde evitare quindi il rischio di un’altra costosissima “passeggiata” politica che contribuirebbe solamente ad esacerbare ulteriormente e a dividere la nostra nazione, forse a questo punto spetterebbe al Presidente della Repubblica fargli capire questo discorso. Fargli capire che da adesso in poi, l’ex sindaco fiorentino dovrebbe dedicarsi ad altro, ma che la politica non fa per lui. Almeno non in questa difficile Italia che viviamo. Non in questa Italia che ha bisogno di concretezza e di sacrificio anche personale.

E bene sarebbe che questi ammonimenti li capissero finanche in quella RAI disastrosa che in questi tre anni ha steso tappeti rossi per questo signore non eletto, e che in alcune situazioni ha risolto a trasformare i suoi stessi “professionisti” dell’informazione in tappettini che colui poteva calpestare o utilizzare come meglio riteneva. Oggi, dopo circa sei mesi, ho voluto infine sintonizzarmi sul TG1, pensando in qualche modo di “godere” del nuovo status-quo. Mai idea si rivelò più incauta: ho dovuto sorbirmi un’abominevole apologia d’addio a metà strada tra una riverenza adorante mai scalfitta e gli effetti frustranti di un coitus interruptus mai davvero preventivato. Proprio come il mio quando ho capito che per questo nostro Servizio Pubblico non c’é davvero speranza: né ora né mai!

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Attività editoriali per scrittori e autori

5 Comments on Quello che il renzismo non dice (319) – Non mi fido. Sul perché Renzi farebbe un grande errore a pensare di uscire dalla porta per rientrare dalla finestra. E sulle apologie in uscita, stile coitus interruptus, di una RAI disastrosa.

  1. even his departure was all theatre show … arrivo, arrivo, arriverci

    Like

  2. arrivederci – bloody keyboard

    Like

  3. You are absolutely right: it was a show! Including the moving hugs with his wife. What is really worrying is that nobody has yet managed to tell him the truth: that Renzi is the problem, no one else! It is also ridiculous and funny from a certain point of view. Nobody realizes among his followers that the only way for them to survive (at least for another few months), it is to get rid of Renzi! As for the Italian journalism… I guess it is really time for a brand new set of professionals: there is no other way out!

    Like

  4. and now, keeping calm, what next? the markets are going to round on italy tomorrow, no?

    Like

  5. Are you saying we do not have capable people who can be chosen to lead the government till the moment in which all is set to vote? I believe we have a great number of good individuals who can do this job, including the former PM Letta. But not Renzi. Renzi is another error who will lead to further problems. And i am horrified at what they are trying to do: they are trying to ignore the will of the people! This in other places would be considered high treason, nothing else!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: