Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (314) – Lo dico io fin da ora: NOT IN MY NAME! E sul senso del nazionalismo nelle società culturalmente liquide.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

DIGITAL CAMERA

Nella casa di Grazia Deledda, qualche anno fa.

Lo dico fin da ora. Preferisco scriverlo in anticipo perché ho un etica che prima di tutto mi impone di rispondere alla mia coscienza. Nel malaugurato caso in cui nella notte tra il 4 e il 5 dicembre prossimi il No non dovesse farcela e dunque il mio Paese si risvegliasse governato dalla nuova Costituzione frutto delle fatiche intellettuali del quartetto Verdini-Boschi-Renzi-Alfano, io ne accetterei il risultato come è d’uopo fare in regimi democratici, o almeno in quei regimi democratici che ancora riteniamo tali nonostante l’evidenza contraria, ma non mi considererei mai figlia di quell’Italia, mai!: NOT IN MY NAME!…

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!