Breaking News

Politica : LE FAVOLE SONO SEMPRE HORROR. ERA UNA NOTTE BUIA E TEMPESTOSA

INDEPENDENCE DAY 4 DICEMBRE 2016. Grazie Italia per avere salvato la nostra Costituzione. Grazie.

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perchè l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti.
(Charlie Chaplin)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

È riuscito a rompere il cazzo anche con il discorso di dimissioni più lungo della storia, ma infine si è tolto dai coglioni. Si è tolto? Più che un aforisma un dubbio atroce. (Rina Brundu)

Roberto Renzetti

lightning-583713_960_720Era una notte buia e tempestosa ed un orco si aggirava nella foresta. Aveva fame, aveva un disperato bisogno di mangiare.
Ed in silenzio si mangiò la Costituzione.
Questa sciocchezza chiamata Costituzione era nata 70 anni fa per affermare la democrazia contro il Fascismo battuto da molti padri costituenti che si fecero partigiani e lottarono a rischio della vita, che molti persero, per riconquistare la libertà.
A fine conflitto venne ELETTA, in modo strettamente proporzionale, una Assemblea Costituente (era dal 1924 che non si votava) che lavorò dal 2 giugno 1946 al 25 febbraio 1947 e che dette vita alla nostra Costituzione (entrata in vigore il 1° gennaio 1948). Nell’Assemblea vi erano anche dei fascisti, come Fanfani l’ispiratore di Boschi, colui che firmò il Manifesto della razza e che scriveva lirici passi su riviste razziste (“I brevilinei sono più intelligenti dei longilinei”), e come Andreotti (per citare i più noti). De Gasperi invece dopo un sostegno ai parlamentari Popolari che appoggiarono Mussolini, passò i periodi bui del Fascismo rifugiato in Vaticano. Insomma dei coraggiosi sempre dalla parte dei deboli.

In ogni caso questa Assemblea Costituente varò la nostra Costituzione con 458 voti favorevoli e 62 contrari, quindi con una amplissima maggioranza che vedeva uniti dai monarchici ai fascisti nascosti in democristiani, dai liberali ai socialisti, ai comunisti.
Lo spirito DC comunque è uno spirito di gran successo in Italia. Finita la DC è nato Berlusconi, finito il quale ecco Renzi. Da un poco di tempo vi è stata una riconversione generale, anche di ex comunisti, ad uno spirito democristiano. Il governo Renzi è un governo come se ne sono avuti tanti in Italia, quello della peggiore DC. E Renzi può permettersi tutto ciò che fa perché non ha più un Partito Comunista che lo controlla. Ormai la destra democristiana trionfa con cimeli come Cuperlo (non so se stupido o furbacchion) e con un capo che è il peggior individuo sulla piazza, Giorgio Napolitano un grande comunista, massone, a capo della corrente di destra del PCI che amoreggiava con il bandito Craxi tradendo lo spirito di Enrico Berlinguer. E’ costui il padre di Renzi. A lui si deve ogni disgrazia italiana da quando è arrivato alla Presidenza della Repubblica. Ricordate uno degli ultimi governi Berlusconi? Aveva perso i numeri parlamentari dopo l’uscita di Fini dal governo. Fu Napolitano che anziché cacciarlo diede un mese di tempo al nanetto di Arcore per comprarsi dei senatori e deputati. Ciò fece andare avanti ancora Berlusconi fino al quasi fallimento dell’Italia. Poi Berlusconi se ne andò e Napolitano nominò Monti, poi Letta, poi Renzi al quale dette l’incarico di buttare la Costituzione che dava fastidio alla finanza americana degli amici massoni.

Ed ora un governo come questo, squalificato in origine, nato senza doglie da Napolitano, votato da un Parlamento incostituzionale (ma fatto restare per gli affarucci correnti dalla Corte) che dà al PD una maggioranza bulgara alla Camera mentre ha avuto la possibilità di fare acquisti di senatori al Senato, questo Governo che ubbidisce alla volontà di ogni finanziere del mondo e che è al guinzaglio della UE, questo infame governo sta buttando a mare quella Costituzione che tanti morti costò ma non agli amici di Renzi (con Carrai che tifa per Trump).
Tutti gli inutili noti si schierano con Renzi, anche Saviano che è certamente radical ma non chic. E poi Prodi che merita due parole a parte.

Se chi segue fisicamente va indietro troverà su Prodi delle parole squalificanti. E fino a ieri me la prendevo con lui (e Ciampi) per averci buttato dentro questa becera Europa senza paracadute. Nulla ci ha detto il personaggio su dove entravamo, ssu cosa avremmo sofferto, su cosa avremmo dovuto pagare. Inoltre Prodi era il capo della UE negli anni in cui si permetteva ai Paesi dell’Est di entrare senza pagare dazi. Nel governo europeo Prodi vi era quel Bolkestein le cui norme paghiamo ancora oggi e che io ebbi a dover combattere occupandomi di scuola.
Ieri Prodi soffrendo molto (questi soffrono sempre ma le pene sono solo nostre) ha detto che vota sì. Mi è venuto un “mortacci tua” poi ho ridimensionato il tutto ricordandomi che non dovevo pretendere nulla da un democristiano ex Presidente dell’IRI che vendette l’Alfa Romeo alla Fiat per 1 lira (una lira!).
Ma di persone così (spirito democristiano) ve ne sono in Italia. Valga per tutti Cacciari che dice peste e corna della riforma costituzionale ma vota sì. E pensare che stimavo Cacciari una volta in una sinistra molto seria, quando scriveva su Contropiano, insieme al mio professore, Asor Rosa.
Insomma mi viene in mente che una delle malattie che fa più soffrire è la memoria. Forse è meglio non sapere e soprattutto non ricordare. Perché oggi sono furibondo e vorrei fare tutto ciò che la mia età non mi permette. Non ci sono inchini e baciamano, né feste né volemose bene. Per cambiare occorre essere decisi e lottare contro i servi del padrone di ieri, di oggi e di sempre. Renzi è solo un lacchè dei finanzieri padroni che utilizza ogni cosa dello Stato per fare i suoi infami interessi.
Il no potrebbe cacciarlo. Ma nessuno si illuda: dopo Renzi ci proveranno ancora e quindi occorre attrezzarsi per RESISTERE e finalmente sbarazzarci di questi personaggi. Intanto la notte continua buia e tempestosa.

Roberto Renzetti

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Attività editoriali per scrittori e autori

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: