Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Diario di bordo (26) – Sul nuovo Rosebud: sitemap, orientamento, l’Approdo, Ipazia Books, partner editoriali and more.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Non vorrei che si stesse accortamente aggiustando il celeberrimo paradigma giornalistico di Alberto Arbasino, in virtù del quale «In Italia c’è un momento stregato in cui si passa dalla categoria di “brillante promessa” a quella di “solito stronzo”, laddove solo a pochi fortunati l’età concede di accedere alla dignità di “venerato maestro”». Insomma, non vorrei che nell’Italia renzista post-rivoluzione digitale si passasse troppo velocemente dalla categoria di brillante rottamatore a quella di venerato padre della Patria ignorando l’imprescindibile step di astuto e scaltro stratega.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

Rina Brundu

riviste approdo12.jpgSe il buongiorno si vede dal mattino è indubbio che il prossimo anno sarà un bellissimo anno per Rosebud, ma anche per l’Approdo e soprattutto per Ipazia Books. Basti dire che il nuovo Rosebud, in soli 15 giorni di esistenza, ha collezionato molte migliaia di pagine in più e tanti nuovi autori, nonché nuove tematiche che aumenteranno nel tempo. Il target come ho ripetuto durante tutto quest’anno è fare un salto di qualità, anche di maturità, intesa in molti sensi: basta con i discorsi chioccia, l’omologazione a tutti i costi, il provincialismo, il perbenismo per partito preso. Mettiamo in primo piano il cervello ma anche la pancia, la creatività, l’impulsività, il know-how e tutto ciò che rappresenta una vera società letteraria liquida e digital-chic: let’s show them how we do things downtown anche se non abbiamo un editore blasonato alle spalle. Così é facile lavorare ma a noi bastiamo noi.

E grazie a tutti coloro che verranno qui e si avvicineranno con il giusto spirito: detto altrimenti mandatemi pure a cagare ma dimostratemi che val bene tollerare l’insolenza in cambio dei servigi di uno spirito che ci aiuta e ci educa. Con i trolls invece nessuna pietà: scolding immediato, banning immediato e pubblicazione immediata di qualsiasi email ricevuta o screenshot raccattato in rete, o che mi verrà segnalato come sovente accade. Altre azioni di tipo sostanziale ci saranno pure se saranno necessarie e questo chiuderà il discorso per sempre, senza tentennamenti di sorta.

Tuttavia, questo post non è dedicato al magazine multilinguistico che sarà quanto piuttosto ad alcuni aficionados del vecchio Rosebud, soprattutto a coloro che magari fanno fatica a ritrovarsi con le dinamiche di questi siti più responsive. Intanto, con molto affetto, prego tutti coloro che avessero difficoltà a orientarsi sul nuovo sito di contattarmi: troverò sempre il tempo per rispondervi anche se sono giorni molto impegnati su piani multipli.

Ci tenevo però a segnalarvi alcuni shortcuts, alcune scorciatoie, per leggere il nuovo Rosebud, che vi aiuteranno sostanzialmente.

Intanto c’é la nuova pagina creata in automatico chiamata SITEMAP, che è il vero importante ausilio per la navigazione sul sito, un gioiello (la trovate sul menù principale nero). Cliccando lì riuscirete a vedere sempre: gli ultimi articoli pubblicati, le pagine di Rosebud, tutto l’archivio storico di Rosebud con tutti i post pubblicati dal 2010 in poi, suddivisi per mese e infine tutte le categorie di Rosebud in maniera molto dettagliata. Insomma, è una panoramica a tutto tondo su tutto il contenuto di un sito (difficile chiamarlo blog oramai, e per certi versi siamo tornati ai tempi di Terza Pagina World anche se con una spinta propulsiva molto più sostanziale), di ieri e di oggi.

Segnalo anche che sulla homepage, nella sezione di mezzo chiamata “Le ultime…” troverete subito e comunque gli ultimi pezzi pubblicati, mentre qualsiasi novità sostanziale andrà a finire nel riquadro gigante chiamato “Spotlight”.

Last but not least, la rivista l’Approdo. Come potete vedere, l’ultimo numero della stessa è linkato con grande visibilità in alto a destra in ogni post del sito. Sul sidebar di sinistra, invece, nel menù “Attività editoriali”, si può accedere direttamente a tutti i numeri pubblicati fino ad ora (due) e a tutti quelli che verranno pubblicati in futuro. Le regole di partecipazione sono pure in questo menù così come nella pagina dedicata del menù che si trova nell’intestazione del sito (header), in alto a destra.

Nei prossimi mesi noterete altri cambiamenti e un rafforzato linking tra le attività di Rosebud e di Ipazia Books, ma anche di diversi futuri partner editoriali in Italia, in Irlanda e pure negli Stati Uniti, tuttavia per quanto potrò cercherò sempre di informare in anticipo, con l’onestà di metodo che ho sempre usato e che sarà sempre il mio marchio di fabbrica: no matter what!

Preciso anche che una volta finita questa campagna referendaria Rosebud si impegnerà in altre campagne civili molto più importanti e prima di tutto il mobbing, specie nelle aziende. Questo argomento diventerà un cavallo di battaglia del sito e uno di quegli argomenti che lo aiuterà a diventare un luogo virtuale che farà davvero una differenza. O non mi chiamo più Rina. Al solito arriviamo lenti ma poi arriviamo, sempre. E grazie a chi ha sempre avuto la pazienza di aspettarmi e il coraggio di darmi fiducia.

Un abbraccio a todos,

Rina Brundu

Advertisements

info@ipaziabooks.com

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: