Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Il dubbio atroce: ma dopo la critica del The Economist sta ricattando i risparmiatori con i suoi fallimenti bancari per stare con il sedere sullo scranno? (Breve).

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

image2Dunque, per ricapitolare: un paio di giorno fa il The Economist gli dice chiaro e tondo che gli italiani non dovrebbero votare la sua forma perché lede la dignità dei principi democratici. E allora che fa? Chiama il Financial Times per fargli il servizietto di contrasto ma suo malgrado questo giornale lo sputtana dicendo chiaro urbi et orbi che ha ancora tutte queste banche in queste condizioni? Che dire?

Fa impressione ed ad un tempo mette il terrore addosso pensare che un personaggio così governi una nazione così complessa e socialmente allo sbando come l’Italia del momento. Dopo la vittoria del NO dovrebbe dimettersi dopo trenta secondi se vorrà salvare quel poco di dignità che gli rimane.

Ma cosa ci vorrà perché si renda davvero conto? Che capisca che se ne deve andare? Che sta trascinando il paese in un gioco lurido e pericoloso? Incredibile: solo da noi! E cosa non si fa per la poltrona! Sic.

RB

Advertisements