Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8º. Breaking News

Il dubbio atroce: ma dopo la critica del The Economist sta ricattando i risparmiatori con i suoi fallimenti bancari per stare con il sedere sullo scranno? (Breve).

ROSEBUD TV – Roberto Vecchioni – Samarcanda (Live@RSI 1984)

AFORISMI MEMORABILI E ZIBALDONE


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

Attenzione la versione definitiva di questi testi uscirà solo dopo le elezioni politiche


Il caso diffamatorio su Wikipedia 

————————————————–

  • Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri, traditori, non è vittima, è complice (George Orwell). Clicca qui per leggere tutto
  • —————————————————-

 
CHI SARÀ IL NUOVO PREMIER ITALIANO? VOTALO QUI!

Gli stornelli del 4 marzo e dieci validi motivi per cui Luigi Di Maio sarà Premier!

LEGGILI TUTTI QUI

Oppure scarica i PDF e diffondili

Dieci validi motivi per cui Luigi Di Maio sarà Premier!

Stornelli politici per il 4 marzo 2018

———————————–

Promuoviamo una coscienza e una lotta politica civile e democratica. Liberiamo l’Italia dal renzismo, dai suoi interessi familisti, dai suoi boiardi di Stato e dai suoi scandali. Per le ultime notizie su questi argomenti, clicca qui.

Rina Brundu

image2Dunque, per ricapitolare: un paio di giorno fa il The Economist gli dice chiaro e tondo che gli italiani non dovrebbero votare la sua forma perché lede la dignità dei principi democratici. E allora che fa? Chiama il Financial Times per fargli il servizietto di contrasto ma suo malgrado questo giornale lo sputtana dicendo chiaro urbi et orbi che ha ancora tutte queste banche in queste condizioni? Che dire?

Fa impressione ed ad un tempo mette il terrore addosso pensare che un personaggio così governi una nazione così complessa e socialmente allo sbando come l’Italia del momento. Dopo la vittoria del NO dovrebbe dimettersi dopo trenta secondi se vorrà salvare quel poco di dignità che gli rimane.

Ma cosa ci vorrà perché si renda davvero conto? Che capisca che se ne deve andare? Che sta trascinando il paese in un gioco lurido e pericoloso? Incredibile: solo da noi! E cosa non si fa per la poltrona! Sic.

RB

Advertisements

info@ipaziabooks.com