Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Tipi geniali (8) – David Attenborough, il decano dei divulgatori scientifici d’eccellenza (BBC).

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

davidSolo quando si guardano i documentari scientifici di questo signore si capisce che il genio non è acqua, men che meno nepotismo televisivo come avviene in Italia. Enjoy! RB

Sir David Frederick Attenborough (Londra, 8 maggio 1926) è un divulgatore scientifico e naturalista britannico[1].

Fratello minore dell’attore e regista Richard Attenborough, David Attenborough è uno dei pionieri dei documentari naturalistici. Per più di 50 anni, ha condotto programmi di storia della natura sulla BBC, ed è estremamente noto soprattutto per aver scritto e presentato insieme con la BBC Natural History Unit le nove edizioni della cosiddetta Life series, una serie di documentari che compongono una delle più complete indagini sulla vita della Terra. È stato anche direttore di BBC Two e direttore dei programmi della BBC negli anni sessanta e settanta.

Per i suoi meriti, è stato insignito del titolo di Commendatore dell’Impero Britannico (1974), di baronetto (1985), di Commendatore dell’Ordine Reale Vittoriano (1991), dell’Ordine dei Compagni d’Onore (1996), dell’Ordine al Merito del Regno Unito (2005), oltre che di vari premi televisivi. È stato inoltre nominato Membro onorario della Royal Society e della Società Zoologica di Londra.

Nel maggio 2008 è stato denominato in suo onore il pesce fossile Materpiscis attenboroughi, come riconoscimento del suo ruolo nel sottolineare l’importanza scientifica del sito di scavo di fossili di Gogo Reef, in Australia occidentale, all’interno della sua serie televisiva Life on Earth. Altre creature a lui dedicate sono il plesiosauro Attenborosaurus, la Nepenthes attenboroughii, scoperta nel 2009 e lo Zaglossus attenboroughi, un’echidna riscoperta nel 2007 ed endemica delle Montagne dei Ciclopi.

Biografia
David Attenborough nacque l’8 maggio 1926 a Londra, dove crebbe al College House, nel campus dell’Università di Leicester, e dove suo padre Frederick era direttore.[2] È il secondo di tre figli: suo fratello maggiore, Richard, divenne attore e regista, mentre suo fratello minore, John, è direttore esecutivo dell’Alfa Romeo.[3] Durante la seconda guerra mondiale, i suoi genitori adottarono due rifugiate ebree, provenienti da zone di conflitto.[4]

Attenborough ha passato la sua giovinezza raccogliendo fossili, rocce ed altri campioni naturalistici. Ricevette un particolare incoraggiamento all’età di sette anni, quando una giovane Jacquetta Hawkes espresse apprezzamento per il suo “museo”. Qualche anno dopo una delle sue sorelle adottive gli regalò un pezzo di ambra, pieno di creature preistoriche; 50 anni dopo questo sarebbe stato il fulcro del programma The Amber Time Machine.

Nel 1945 si laureò in scienze naturali al Clare College,[5] e due anni più tardi fu chiamato in servizio nella Royal Navy trascorrendo due anni di stanza nel nord del Galles e nella Firth of Forth.

Nel 1950 sposò Jane Elizabeth Attenborough Ebsworth Oriel (morta nel 1997), con la quale ebbe due figli, Robert e Susan.[6]

Nel dicembre 2011 è stato al centro delle polemiche per una scena del documentario Frozen Planet, girato al Polo Nord. La scena in questione riguardava il parto di una mamma orsa che aveva luogo in una grotta di ghiaccio. In verità la grotta di ghiaccio era del tutto artificiale e il parto era stato interamente registrato nell’Ouwehands Animal Park, un tranquillo zoo olandese. Nulla riguardo alla “artificiosità” della scena era stato specificato al pubblico.[7]. Nel Giugno 2016 ha tenuto una simpatica prolusione rievocativa degli anni della sua giovinezza durante la celebrazione del XC genetliaco della Regina Elisabetta II, nata come lui nel 1926, tenutasi nella S. PAUL Cathedral a Londra.

Awards
1970: BAFTA Desmond Davis Award
1972: Royal Geographical Society’s Cherry Kearton Medal and Award[82]
1974: Commander of the Order of the British Empire (CBE)
1980: BAFTA Fellowship
1981: Kalinga Prize for the Popularization of Science from UNESCO[83]
1983: Elected a Fellow of the Royal Society (FRS) under Statute 12[1]
1985: Knighthood[84]
1991: Commander of the Royal Victorian Order (CVO) for producing Queen Elizabeth II’s Christmas broadcast for a number of years from 1986
1991: Foreign Honorary Member of the American Academy of Arts and Sciences[85]
1996: Companion of Honour (CH) for services to nature broadcasting
1997: Honorary Degree awarded by Ghent University[86]
1998: International Cosmos Prize
2003: Michael Faraday Prize awarded by the Royal Society
2004: Descartes Prize for Outstanding Science Communication Actions
2004: Caird Medal of the National Maritime Museum
2004: José Vasconcelos World Award of Education awarded by the World Cultural Council
2005: Order of Merit (OM)[2]
2005: Nierenberg Prize for Science in the Public Interest
2006: National Television Awards Special Recognition Award
2006: Institute of Ecology and Environmental Management[87] – Institute Medal in recognition of his outstanding contribution to the public perception and understanding of ecology
2006: The Culture Show British Icon Award
2007: British Naturalists’ Association Peter Scott Memorial Award
2007: Fellowship of Society of Antiquaries
2008 The Royal Photographic Society awarded Attenborough its Progress medal and Honorary Fellowship in recognition of any invention, research, publication or other contribution which has resulted in an important advance in the scientific or technological development of photography or imaging in the widest sense.
2009: Prince of Asturias Award[88]
2010: Fonseca Prize
2010: Queensland Museum Medal[89]
2011: Society for the History of Natural History Founders’ Medal
2011 Association for International Broadcasting AIB International TV Personality of the year
2012: IUCN Phillips Memorial Medal for outstanding service in international conservation[90]
Date unknown: RSPB Medal[91]

Bibliography
Zoo Quest to Guyana (1956)
Zoo Quest for a Dragon (1957) – republished in 1959 to include an additional 85 pages titled Quest for the Paradise Birds
Zoo Quest in Paraguay (1959)
Quest in Paradise (1960)
People of Paradise (1960)
Zoo Quest to Madagascar (1961)
Quest Under Capricorn (1963)
Fabulous Animals (1975)
The Tribal Eye (1976)
Life on Earth (1979)
Discovering Life on Earth (1981)
The Living Planet (1984)
The First Eden: The Mediterranean World and Man (1987)
The Atlas of the Living World (1989)
The Trials of Life (1990)
The Private Life of Plants (1994)
The Life of Birds (1998)
The Life of Mammals (2002)
Life on Air: Memoirs of a Broadcaster (2002) – autobiography, revised in 2009
Life in the Undergrowth (2005)
Amazing Rare Things: The Art of Natural History in the Age of Discovery (2007) – with Susan Owens, Martin Clayton and Rea Alexandratos
Life in Cold Blood (2007)
David Attenborough’s Life Stories (2009)
David Attenborough’s New Life Stories (2011)
Drawn From Paradise: The Discovery, Art and Natural History of the Birds of Paradise (2012) – with Errol Fuller

(brani tratti dalle pagine wikipediche italiane e inglesi)

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

info@ipaziabooks.com

1 Comment on Tipi geniali (8) – David Attenborough, il decano dei divulgatori scientifici d’eccellenza (BBC).

  1. Lo seguo da che “gattono”…

    Like

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: