Breaking News

Quello che il renzismo non dice (308) – Grillo, sulla Rai sbagli: non è solo Fazio che dovrebbe dimettersi, dovrebbero dimettersi i suoi dirigenti! #FazioDimettiti

INDEPENDENCE DAY 4 DICEMBRE 2016. Grazie Italia per avere salvato la nostra Costituzione. Grazie.

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perchè l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti.
(Charlie Chaplin)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

È riuscito a rompere il cazzo anche con il discorso di dimissioni più lungo della storia, ma infine si è tolto dai coglioni. Si è tolto? Più che un aforisma un dubbio atroce. (Rina Brundu)

Rina Brundu

chains-19176_960_720Infine, la montagna Rai ha partorito il topolino renzista: dopo la telenovela del monito AGCOM farlocco, che richiedeva la consegna entro 24 ore della lista degli ospiti PRO NO del programma Che tempo che fa (Rai 3) di Fabio Fazio, non solo la lista non c’é, ma gli alti vertici di viale Mazzini avrebbero tuonato: “O viene uno tra Grillo, Casaleggio, Raggi e Appendino o non se ne fa nulla”. Almeno questo è ciò che scrive oggi il blog di Grillo, e non si vedono ragioni perché dovrebbero scrivere altrimenti. Meglio ancora, dopo tale incredibile exploit, i pentastellati, prima forza politica del paese, avrebbero naturalmente risposto che si trattava di una “proposta irricevibile” e hanno creato l’ashtag #FazioDimettiti, che campeggia anche in questo momento sul blog del M5S.

In realtà Grillo ha scritto anche altro: “Perché non invitare Luigi Di Maio, Danilo Toninelli, Roberto Fico o Alessandro Di Battista? Molto semplice: per il Presidente del Consiglio, che continua a scappare da un confronto diretto con loro, i nostri parlamentari sono troppo pericolosi perché dicono la verità. Fazio non invita gli esponenti del MoVimento per fare un favore a Renzi, un atteggiamento ignobile e censorio, indegno del servizio pubblico. Se Fazio vuole continuare a fare il militante piddino si dimetta e vada a lavorare per l’Unità, la TV pubblica è per giornalisti imparziali e onesti”.

Giustissimo!: salvo il fatto che io aggiungerei anche alcune cosette. In primis, il fatto che colpisce subito l’occhio: vale a dire la straordinaria mancanza di considerazione e di rispetto del carrozzone mediatico sovvenzionato dal popolo, anche da me, anche da te, ma asservito al non-eletto, verso coloro che  ragionevolmente saranno i candidati premier del primo partito politico italiano, vale a dire Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista. In secondis, io penso che non sia solo Fabio Fazio a doversi dimettere (che si pretende da Fazio? Non abbiamo visto la sua tempra giornalistica sfoderata quando ha ricevuto il Premier? Ha prodotto così tanta bava che anche a queste latitudini si è dovuto ripulire il bagno!), ma si dovrebbero dimettere tutti i dirigenti in quel di Rai 3: dal capo Rete, al capo struttura e su su su fino a chi dirige questa azienda, incluso, e primo tra gli altri, il suo amministratore delegato.

Qualora non l’avessimo già capito, ecco spiegato anche perché hanno voluto sostituire la Berlinguer: le altre “menti” erano più facili da riqualificare, fermo restando che poi sia la stessa Bianca Berlinguer così come Michele Santoro sono usciti dalla porta, rientrati dalla finestra, e adesso vivono nel limbo dei riallineati, di quelli che “servirà più tempo ma il risultato non tarderà ad arrivare”. Mai si sarebbe pensato che questa nazione sarebbe stata così tanto offesa, avvilita, distrutta nella sua dignità civile e democratica, mediatica, come si sta osservando in questo periodo tristissimo della sua storia.

Chiunque abbia mai avuto dubbi su cosa votare al prossimo Referendum, ora dovrebbe averli risolti, perché altrimenti questo sarà ciò che verrà servito da qui all’eternità: l’idea che il cittadino sia merda da schiacciare, incontrata per strada per mera sfortuna, ma riciclabile in giardino per qualsiasi lavoretto necessitante. Dio ne scampi da simili pataccari: riportiamo la democrazia in Italia, ce lo chiede la nostra storia, passata, presente e futura, il nostro orgoglio nazionale sfigurato!

Rina Brundu

Featured image (sopra): la democrazia italiana sotto il renzismo

grillo

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Attività editoriali per scrittori e autori

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: