Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

L’angolo del leone da tastiera (5) – Se Di Battista tiene a bada Giorgino e coglie Giannini in fallo. E sullo “storico” match Mieli vs Salvini a DiMartedì.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

img-20161110-wa0004-1“Ma quale abolizione di Equitalia, Giannini? Ha detto proprio bene lei: quelle sono “argomentazioni” renziane, quasi come se il suo fosse stato una specie di lapsus…”.

Alessandro DiBattista, DiMartedì (La7), 15 novembre 2016

Nota Bene – Onestà intellettuale vorrebbe anche che si riporti (perché nessuno comunque lo farà), come nel successivo dibattito della stessa trasmissione, lo scaltro Salvini (con tanto di bandiera europea alle spalle), abbia letteralmente messo all’angolo lo storico Paolo Mieli che di fatto ha dato l’impressione di essere impreparato sulla riforma costituzionale tentata da Berlusconi qualche anno fa…!

Gli incauti mediatici del renzismo a tutti i costi, sic!

Advertisements