Breaking News

Quello che il renzismo non dice (293) – Sulla sceneggiata renzista Cuperlo-Bersani per metterla in culo ai pentastellati. Riflessioni e considerazioni brevi, un dubbio arcano.

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

La più grande vendetta è la felicità: niente manda in bestia le persone più che vederti fare una fottuta bella risata.
(Chuck Palahniuk)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

La ragione è l’illusione dello spirito di essere arrivato. (Rina Brundu)

Rina Brundu

bercudi Rina Brundu. Chi si rallegra del fatto che adesso Gianni Cuperlo potrà finalmente risparmiarci i suoi dilemmi politico-esistenziali, dovrebbe ricredersi, specie se è un sostenitore del M5S. In realtà la “sceneggiata Cuperlo-Bersani”, all’interno delle fronde renziste è stata una specie di inciucio-capolavoro dei politicanti d’altri tempi. Grazie a questa storiaccia, infatti, la casta ha dato a credere al signor Rossi meno smaliziato che attraverso una forte ma sostanziale dialettica politica, parte dei dissidenti PD, quelli capeggiati da Gianni Cuperlo, siano riusciti a portare il ducetto a più miti consigli e a “convincere” un Matteo Renzi recalcitrante che l’Italicum, l’ex riforma elettorale più bella del mondo, sia da modificare.

Ma guarda tu! E in cosa consisterebbe la riforma della riforma? Semplice, nel togliere l’opzione ballottaggio dall’Italicum che, detto in parole povere, fa equazione con il togliere ogni possibilità al M5S di vincere le elezioni subito e di governare in solitudine. Dato il presente status di prima forza politica del movimento di Grillo, le soluzioni future che porterà quindi l’epocale sforzo politico cuperliano di questi giorni sono essenzialmente due: 1) un’impossibilità di governo pentastellato senza inciuci con la casta-d’antan, 2) una più probabile ingovernabilità di lungo termine. Naturalmente esiste anche una terza possibilità che potrebbe restituire al popolo il diritto di scegliere i suoi rappresentanti e il suo leader – quel diritto che il duo Renzi-Napolitano ha tramato per negargli negli ultimi tre anni -, ovvero un 51% dei voti al M5S. Impossibile? Visto come stanno andando le cose non si direbbe, time will tell…

Per il momento il dubbio arcano che resta è solo questo: posto che il governo Renzi era stato pensato per fare le riforme, posto che la riforma costituzionale verrà bocciata in maniera tonante fra un mese, posto che l’Italicum dovrebbe essere rivisto come desidera Cuperlo, non bisognerebbe cominciare a parlare di fallimento su tutta la linea della balena democristiana risuscitata da Renzie? Ergo, il non-eletto dovrebbe andarsene comunque, o mi sbaglio?

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Most Read Today – Più letti nelle 24 ore…

Attività editoriali per scrittori e autori

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: