Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (289) – Sull’attacco renzista all’ex isola-felice informazionale La7: Crozza, resisti almeno tu! E sulle “lodi” di Andrea Scanzi a Eugenio Scalfari.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

Rina Brundu

riformeno

Sono tempi difficili, tempi in cui anche gli augusti e “distaccati” sudditi di Sua Maestà Britannica, dimenticando le glorie imperiali le stanno pensando tutte pur di rientrare in Europa dalla finestra, e non importa che lo facciano con la coda tra le gambe….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

berlu2

scanzi3

Advertisements

info@ipaziabooks.com

4 Comments on Quello che il renzismo non dice (289) – Sull’attacco renzista all’ex isola-felice informazionale La7: Crozza, resisti almeno tu! E sulle “lodi” di Andrea Scanzi a Eugenio Scalfari.

  1. attilio cece // 5 November 2016 at 10:39 //

    povero vecchio…….. mi ha fatto pena

    Like

    • Mi dispiace Attilio, ma io non provo né rispetto né pietà, solo fastidio. Fastidio che sia ancora qui a dirimere e anche Scanzi mi ha deluso moltissimo. Di fatto Scalfari é il padre del peggior giornalismo che si sia mai visto sul globo terracqueo e chiamarlo giornalismo è un mero whim dello spirito.

      Chi ha un giornale letto non può permettersi di usarlo come arma, non può usarlo per metterlo al servizio dei suo “padrone” politico ma dovrebbe usarlo per metterlo al servizio della comunità, dell’informazione, della critica.

      Prima questo signore e la sua eredità spariscono prima questa nuova Italia, che sembrerebbe esserci, avrà una qualche possibiltà di nascere in altra maniera. Mentre i peccati mediatici di Scalfari peseranno solo sulle sue spalle.

      E male, malissimo, la Gruber che lo ha invitato: abbiamo bisogno di altri esempi e di dimenticare questo passato. Bruttissimo.
      Ciao

      Ps Perdonami mai io non Scanzi e la mia opinione la dico senza paura.
      E senza dimenticare che si tratta di crimine mediatico reiterato
      https://rinabrundu.com/2016/04/24/di-perle-giornalistiche-varie-e-avariate-ma-leugenio-scalfari-azzerato-dallo-scrittore-pietrangelo-buttafuoco-ieri-sera-a-otto-e-mezzo-ce-o-ci-fa-e-sull/

      Like

  2. Il duello era impari, Priamo è andato a combattere al posto di Ettore. Ma in modo meno evidente si è assistito alla stessa cosa tra Renzi e Zagrebelski. La visone del mondo a partire di una certa età cambia, o più esattamente rimane ferma e inadeguata ai tempi. Il si/no con Mentana ierisera era equilibrato anche se non riesco a capire le ragioni del no. Anche ora ho trovato nella cassetta delle lettere un volantino in 5 punti da un comitato del NO (www.iovotono.it) di nessun valore: persino io sono in grado di ribaltare le loro deduzioni. Il grave è che una larga maggioranza di cittadini non ha materialmente non tanto le conoscenze e le esperienze necessarie quanto le rectas ideas di base. Purtroppo temo che noi Italiani faremo concorrenza agli Inglesi della Brexit, con gli stessi successivi pentimenti.

    Like

    • Hai ragione che era impari la lotta: non mi risulta che Di Battista abbia diretto un giornale per una vita!
      E sicuramente conosco tanti anziani più anziani di Scalfari e più capaci.
      Mio zio a 100 anni era più lucido di lui senz’altro.
      Senza dimenticare che se uno non si sente adatto dovrebbe evitare di presentarsi in tv. Io non lo farei mai perché non ritengo che i miei skills siano li.
      Tempo fa fui invitata a delle trasmissimoni radio dissi di no perché ritengo che la mia capacità di critica io posso esercitarla al meglio solo pensando prima e poi scrivendo….
      Perché non pensiamo prima tutti?
      E poi io non parlerei per tutti… i giovani di oggi sono in generali molto più knowledgeable degli adulti per enne motivi… e dunque dati discorsi non reggono più
      ciao

      Like

Comments are closed.

%d bloggers like this: