Breaking News

Un Di Battista in salsa-british straccia un maleducato “intellettuale importante” dalla Gruber: “Sono orgoglioso di noi: chiedo rispetto non approvazione!”. Su un autogol-scalfariano e una perla epocale: anche il giornalismo ha un “risvolto comico” e… rincoglionito!

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Ogni interesse della mia ragione (tanto quello speculativo quanto quello pratico) si concentra nelle tre domande seguenti:
Che cosa posso sapere?
Che cosa posso fare?
Che cosa ho diritto di sperare?
(Immanuel Kant)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Quelli che la dialettica in politica è l’arte di far interagire due tesi o principi contrapposti allo scopo di indagare la verità ed eventualmente arrestarla. (Rina Brundu)

Rina Brundu

a3homorudolfensis

Homo renzistus scalfarianus

di Rina Brundu. W l’Italia: habemus una nuova classe politica pulita e capace! “Scalfari” ha detto stasera, tra le tante cose, Alessandro Di Battista  (M5S) a Otto e mezzo (La7) “la prego di smettere di dire che io ho un padrone: io non ho mai preso ordini da nessuno e piuttosto che affossarci dateci consigli! Io chiedo rispetto non approvazione!”. Dotato di una parlantina sciolta, vivace, informata, rispettosa, silenziosa davanti ad assalti immondi e rincoglioniti, questo giovane leader grillino ci ha finalmente regalato speranza e una certezza: zitta zitta, quatta quatta, l’Italia di questi anni di crisi ha partorito un elefante, ovvero una classe dirigente nuova, capace, diversa. W l’Italia, appunto!

E che dire del nonagenario Scalfari senza sparare troppo sulla croce rossa vista l’età? Be’, io non debbo mostrare la cautela di Di Battista e posso esprimere in tutta libertà la mia opinione di telespettatrice: Scalfari è apparso brutto, brutto, brutto, ma proprio brutto. Che dico? Bruttissimo, brutto, brutto, brutto, brutto, fuori tema e un pò rincoglionito (ha confuso Mauro con Vauro, non entrava nel merito, non rispondeva mai alle domande). Guardare Scalfari stasera è stato come vedere lo spettro della prima Repubblica corrotta che ti inseguiva: ecco perciò la maleducazione, il tentativo di sminuire l’operato degli altri (vedi il vomitevole attacco alla Raggi), la prevaricazione dialettica non per merito ma per mera attitudine a dirimere e a comandare, gli inciuci mediatico-politici (l’ex direttore ha detto di chiamare spesso Renzi al telefono), il politichese, la distanza abissale dalle problematiche del quotidiano: tutto ma proprio tutto ciò che speravamo di non dover rivedere più in secula seculorum.

E poi la perla incredibile, l’autogol-epocale: “Come mai lei, figlio di contadini, non è di sinistra?” ha chiesto il padre di tutto il giornalismo-schierato del globo terracqueo. “Forse perché questa sinistra non mi rappresenta più” ha risposto compito l’altro. I sorrisetti sulle labbra Gruber e Di Battista se li scambiavano, s’intende, ma sono stati nulla a confronto della risata roboante che avrebbero sentito provenire dalla tomba di Antonio Gramsci i contradaiuoli confinanti con il cimitero romano dove egli riposa.

Renzi? La sinistra? Ahhhhhhh ahhh” avrebbe continuato la risata spettrale. Giuro che l’ho sentita anche io qui, a Dublino, ed è contagiosa. Il prossimo post alle calende greche… non appena smetto di ridere! Ho anche le traveggole.. vedo la Boschi che straparla da Formigli e non ho ancora cambiato canale… Sic!

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Attività editoriali per scrittori e autori

5 Comments on Un Di Battista in salsa-british straccia un maleducato “intellettuale importante” dalla Gruber: “Sono orgoglioso di noi: chiedo rispetto non approvazione!”. Su un autogol-scalfariano e una perla epocale: anche il giornalismo ha un “risvolto comico” e… rincoglionito!

  1. attilio cece // 4 November 2016 at 11:15 // Reply

    Ammiro da sempre Eugenio Scalfari ……. ma ieri sera ho faticato ad assistere, sconcertato!, alla trasmissione della signora Gruber. Purtoppo per lui penso che non abbia vicino persone che gli vogliano bene abbastanza da frenare lo sperpero del patrimonio di ammirazione costruito in tutti questi anni…..

    Like

    • Be’ forse io ho un po’ di vantaggio nella mia critica perche’ non l’ho mai ammirato. Per me Scalfari e’ sempre stato l’esatto opposto di cio’ che e’ il giornalista nel mio orizzonte privato, Scalfari e’l’anti – Montanelli per eccellenza, uno scrittore mediocre e un pensatore inesistente (basta vedere il ridicolo carteggio con il Papa, laddove Francesco ha accortamente fatto emergere lo stesso personaggio che ha fatto emergere ieri Di Battista). L’unico tocco che a volte mi piaceva, e l’ho scritto da qualche parte nel sito, e’ un dato tocco poetico quando si perde nella rimembranza.

      Non capisco neppure perche’ dobbiamo riservargli un trattamento rispettoso data l’eta’: visto che alla maniera del suo amico Napolitano a questa eta’ continua a spendere le “perle di saggezza” che ha sempre speso, gli diamo cio’ che cerca. Naturalmente questo suo compoortamento puo’ essere pure un merito e un esempio per dati anziani… anche se qualche volta bisognerebbe pure rendersi conto…

      Onore a Di Battista comunque per avergli dato tutto il rispetto (esagerando a volte, perche’ a volte era chiaro che lo stava prendendo per il c..) che io onestamente non sento e dunque non mi sento di fingere: il rispetto ce lo dobbiamo guadagnare per i nostri “deeds” quando potevamo non come consequentia dell’eta’, specie nel settore in cui ha lavorato Scalfari, altrimenti sarebbe troppo facile. E poi e’ vero che io rispetto molto il know-how, la potenza intellettuale, che qui non vedo e dunque per me Scalfari e’ solo un altro della scalcagnata corte renzista: prima si tolgono dalle balle e lasciano finalmente il Paese in mano alle forze giovani e capaci, meglio sara’.

      Anche per la loro anima. Argomento, questo dell’anima, che in questo periodo della sua vita dovrebbe interessare l’ex-direttore piu’ delle cazzate renziste: ma, appunto, manca la fibra del pensatore e quella non ce la si puo’ inventare.
      Ciao

      Like

  2. Ho seguito anch’io la trasmissione, e ho trovato Scalfari decisamente rimbambito. A parte il fatto che ripeteva sempre la stessa frase, piuttosto offensiva, priva di quel savoir faire del Cinquestelle. Di Battista ha accusato i colpi bassi con una certa nonchalance, ma nel contempo ha detto una sacrosanta verità: nessuno rappresenta più niente. I comunisti non sono più i veri comunisti di una volta (mi ha fatto ridere quella frase di Scalfari, quando ha detto che DI Battista poteva rivolgersi a Berlinguer). Non si ricordava più che è scomparso tanto tempo fa? Che doveva fare, Alessandro, risuscitarlo? Certo che Berlinguer era persona che rappresentava in toto il partito comunista, forse uno dei pochi che credevano nei propri ideali. Non esiste neppure più la democrazia, non esiste una sinistra, una destra e un centro. C’è una totale confusione di ruoli. E che ben vengano i giovani Cinquestelle, a mettere in ordine le cose. Un Movimento che è una ventata d’aria nuova, e certo per loro non è facile sconfiggere certe idee radicate nel governo, a causa di rimbambiti come Napolitano, che però fanno ancora il bello e cattivo tempo. Applausi a Di Battista, applausi con standing ovation!

    Like

  3. Infatti, spero che restino puri nei loro ideali, e che riescano a sconfiggere questo stato di cose, che proprio gramo!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: