LA BARBA DI DIOGENE, Dublin (EIRE) – 17 Years Online. Leggi l'ultimo pezzo pubblicato...

Cosimo de Medici “Datemi un popolano italiano qualunque e con pochi bonus ne faccio un dirigente RAI renzista che manda messaggi subliminali”. E su I MEDICI (2016, RAI1)

i_medici_serie_tvÈ opportuno, a mio avviso, che il bravo critico, o anche quello mediamente bravo, non si perda troppo in lunghe pippe e vada subito al sodo. A questo proposito ben insegna quel noto aforisma di Marcel Achard “Ho avuto la critica più breve che sia mai stata pubblicata. Diceva “Ieri sera al teatro è stato rappresentato “Domino”. Perché?”.

Dopo avere visto i primi quindici minuti de “I MEDICI” (2016, RAI1), basti dire che io – alla stregua di un migrante disperato – ho cercato “rifugio politico” da Floris (DiMartedì, La7) e mi sono pure ascoltata i discorsi “economici” dell’incerto Ministro Padoan. Poi dopo alcuni minuti mi sono risintonizzata su Rai 1 e di nuovo mi ha ucciso la noia. Dopo un’ora ho definitivamente abbandonato lo spettacolo con un solo dubbio arcano: “Ma come fanno i programmi RAI a rendere scoglionanti anche le sceneggiature inglesi? O per caso anche gli scriptwriters stranieri Viale Mazzini li sceglie a bella posta? Ah, saperlo!

Madonna Rina Brundu Fecit, Anno Domini MMXVI

Annus renzisticus medicensus terzus (ma parente centu!)