Breaking News

Massimo Pittau – I COGNOMI DELLA SARDEGNA (Ipazia Books). Da COSSIGA a CRIPPA (Estratto).

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Cultura non è possedere un magazzino ben fornito di notizie, ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini. Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri.
(Antonio Gramsci)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Date vite ci insegnano, tra le altre cose, che c’é solo un dato grado di disperazione che si può raggiungere e che, sull’altro versante, c’é solo un dato grado di felicità materiale che si può ottenere, dopo siamo soli con noi stessi. (Rina Brundu)

Cossiga (Cóssiga, la corrente pronunzia piana Cossíga è errata) (Chiaramonti, Escolca, Ploaghe, Sassari): 1) corrisponde al coronimo Corsiga «Corsica» e indicava in origine la nascita di un individuo in quell’isola (vedi Cossu, Cossa, Cossigheddu); 2) in subordine potrebbe corrispondere all’appell. cóssiga, cossighína, cothichína «ceppaia, ciocco, ciocco in forma di radice», probabilm. relitto sardiano o nuragico (LISPR 112; DILS II 820) (vedi Cotzia).

Cossigheddu (prov. di Nùoro): corrisponde al diminutivo (indicante eventualm. la filiazione) del cognome Cossiga (vedi).

Cosso (Cagliari, Sassari): 1) può corrispondere all’appell. còsso, cóssu «corpetto, busto» (specialm. quello del costume femm.), che deriva dal catal. ant. cos «specie di giubbone» (DILS); 2) può anche essere l’adattamento ital. del cognome Cossu (vedi).- È documentato nel CDS II 45 per l’anno 1410.

Cossu (diffuso in tutta l’Isola): corrisponde all’etnico Cossu «Còrso», cioè “nativo od originario della Corsica”, che deriva dal lat. Corsus (LELN 114) (compare in tutti i documenti mediev. sardi come Corsu). Vedi Cossa, Cossiga¹.

Cossumasala (Tresnuraghes): è un cognome doppio ed unificato, composto dei cognomi Cossu + Masala (vedi).

Costa (diffuso in tutta l’Isola): 1) corrisponde all’appell. costa «costa, costola, fianco, pendio», che deriva dal lat. costa (DILS) (è documentato nel CDS II 44 per l’anno 1410) (cfr. Costaggiu); 2) può anche essere un cognome propriam. ital. oppure catal. di uguale significato e origine.

Costaggiu (Costággiu) (Budoni, Galtellì, Nùoro, Posada, San Teodoro): corrisponde all’appell. costággiu, costazu «costato, fianco», che è un derivato di costa «costa, costola» (DILS). Vedi Costa.

Costeri (Cagliari, Gavoi, Macomer, Milis, Ollolai, Oristano): corrisponde all’etnico Costeri o Costerinu «nativo della Costera» (regione detta anche Gocèano) (DitzLcs), topon. che deriva dallo spagn. costera «costa, terreno in pendio» (DES I 392).

Costi (Capoterra, Olbia, Ozieri, Siniscola): 1) può corrispondere all’appell. costi, cóstike «acero», relitto sardiano o nuragico (LISPR, DILS); 2) può anche essere un cognome propriam. ital. corrispondente all’appell. costo «prezzo», col plur. di famiglia.

Costorella, Costarella (Cagliari): è un cognome propriam. ital. corrispondente al diminutivo dell’appell. antiquato costore «sarto» (GDLI), per cui significa «sartina».

Cotta (Sassari): 1) può essere la forma femm. del cognome Cottu (vedi); 2) può corrispondere all’appell. cotta, cotha, cotza «zeppa, bieta» (vedi Cotza); 3) può anche essere un cognome propriam. ital. di diversi significati e origini.

Cottiglia (Cagliari, Sassari): corrisponde all’appell. femm. cottíglia «busto, giustacuore», che deriva dal catal.-spagn. cotilla (DILS).

Cottone, Cot(t)oni (Budoni, Nùoro, Santa Teresa, San Teodoro, Sassari, Sorso): 1) può corrispondere al nome del paese còrso Cotone, Cutone, indicando in origine la nascita di un individuo in quel sito (DCSC); 2) può corrispondere all’appell. cottone/i «cotone», che deriva dal corrispondente ital. (DILS); 3) può anche essere un cognome propriam. ital. corrispondente al cit. cotone (DCI 109); 4) in subordine può essere l’accrescitivo del cognome Cottu (vedi).

 Cottu (Gavoi, Macomer, Nùoro, Ollolai, Olzai, Ottana, San Teodoro, Tortolì): corrisponde a cottu «cotto, bruciato, abbronzato, maturo» e anche «innamorato», «ubriaco», partic. passivo di còchere, còghere «cuocere», il quale deriva dal lat. cocere per coquere (DILS). Vedi Cotta, Cottone4.

Cotza (Ales, Bortigali, Cagliari anno 1654, Cardedu, Escalaplano, Narbolia, Nurallao, Oristano, Pattada, Santa Giusta, Orroli, Siniscola): 1) può corrispondere al campid. cotza «zeppa, bietta», che deriva da un lat. *cocia (DILS II 820) (vedi Cotta²); 2) può corrispondere all’appell. cotza «cozza, mitilo, mollusco bivalve», che deriva dall’ital. merid. cozza (DILS); 3) può corrispondere al campid. cotza «crocchia» (acconciatura dei capelli nelle donne), che probabilm. deriva dall’ital. coccia «testa» (DILS).- Vedi Cozza.

Cotzia, Cozzia (Cotzía) (Cagliari, Cuglieri, Flussio, Nùoro, Oristano, Ozieri): potrebbe corrispondere ad una forma rust. del campid. cotzína «ceppaia, ciocco», il quale probabilm. è un relitto sardiano o nuragico (DILS II 820) (vedi Cossiga²).

Covazza (prov. di Nùoro): corrisponde all’appell. cováccia, covatza «focaccia», il quale deriva dal tosc. cofaccia «focaccia» (DILS).

Coviello (Cagliari): è un cognome propriam. ital. (di area merid.), il quale corrisponde al vezzeggiativo-diminutivo del nome pers. Iacovo, Iacopo «Giacomo» (DCI).

Coyana (Cagliari): è una variante grafica del cognome Cojana (vedi) e pertanto significa anch’esso «tarda, lenta».

Cozza (Cagliari, San Teodoro): 1) può essere una variante grafica del cognome Cotza (vedi) (è documentato nelle Carte Volgari AAC XVI); 2) può anche essere un cognome propriam. ital. corrispondente all’appell. cozza «mitilo, mollusco bivalve».

Cozzi (Banari, Sassari, Tortolì, Uri): 1) potrebbe corrispondere all’appell. cotzi (Dorgali), coccineddu (Ogliastra) «asino», che probabilm. deriva dall’ital. cocciuto (DILS); 2) potrebbe essere un cognome propriam. ital. (col plur. di famiglia), che corrisponde all’appell. cozzo «urto» oppure all’altro cozzo «collina, cima, vetta» (DEI 1144).

Cozzia (Cozzía) (S. Caterina): è una variante grafica del cognome Cotzia (vedi).

Cozzoli, Cozzolino (Cagliari): è un cognome propriam. ital. (anche col plur. di famiglia e al diminutivo), che potrebbe corrispondere all’appell. còzzolo «gancio fissato ai fianchi e ai ponti delle navi per legarvi le funi», che è di origine incerta (GDLI III 930).

Cozzula (Cótzula) (Calangianus, Muros, Olbia, Oristano, Osilo, Sassari, Sennori, Siniscola): 1) può corrispondere all’appell. cótzula, cócciula «arsella, patella, tellina», che deriva dall’ital. dial. còcciola (DILS); 2) può corrispondere all’appell. cótzula «focaccia», che probabilm. deriva dal sassar. cótzuli «ciambelle per la Pasqua» e cótzura «ciambella, schiacciata» (DILS).

Cozzulla (Sassari): probabilm. è una errata lettura e trascrizione del cognome Cozzula (ibidem; vedi).

Craba (Bauladu, Oristano, Palmas Arborea, Siamaggiore, Villaurbana): è una variante del cognome Cabra (vedi) e pertanto significa anch’esso «capra». Vedi pure Capra, Crabuzza.

Crabargiu (Crabárgiu) (Nule, Olbia): è una variante del cognome Cabrargiu (vedi) e pertanto significa anch’esso «capraio».

Crabas (Sardegna merid.): è il plur. di famiglia del cognome Craba e pertanto è una variante del cognome Cabras (vedi).

Crabesu (Sassari): corrisponde all’etnico Crabesu «nativo od originario di Cabras», paese della prov. di Oristano (propriam. Crabas) (DILS II 571). Vedi Gabresu, Grabesu.

Craboledda (Cagliari, Olbia, Ozieri, Sassari): 1) può corrispondere al diminutivo femm. dell’appell. crabolu-a «daino-a», che deriva dal lat. capreolus-a (DILS); 2) può essere il diminutivo femm. (indicante eventualm. la filiazione) del cognome Crabolu (vedi).

Crabolu (Cagliari, Nule, Olbia, Sassari): è una variante dei cognomi Crapolu, Caprolu (vedi) e pertanto significa anch’esso «daino». Vedi pure Cabriolu, Craboledda.

Crabu (Cardedu, Dorgali, Gergei, Isili, Nùoro, Olbia, Oristano): 1) corrisponde al campid. crabu «caprone, becco», che deriva dal lat. caprum (DILS) (è documentato nel Condaghe di Bonarcado 98, 105, 106, 108, ecc. come Cabru); 2) in subordine potrebbe corrispondere al centr. cravu, crabu «chiodo», che deriva dal lat. clavus (DILS).- Vedi Grabu.

Crabus (Portoscuso): è il plur. di famiglia, di forma campid., del cognome Crabu (vedi).

Crabuzza (Alghero, Olbia, Thiesi): corrisponde al diminutivo-vezzeggiativo del cognome Craba (vedi) e pertanto significa «capretta».

Crapa (prov. di Nùoro): è una variante del cognome Capra (vedi) e pertanto significa anch’esso «capra».

Craparotta (Cagliari): è un cognome propriam. ital. (ma sardizzato con metatesi della prima consonante r), che corrisponde al femm. dell’appell. capraro, col significato di «piccola caprara».

Crapolu (Orune): è una variante del cognome Caprolu (vedi) e pertanto significa anch’esso «daino». Vedi pure Crabolu.

Craru (Oristano): corrisponde all’aggett. craru «chiaro», che deriva dal lat. clarus (DILS).

Crasta (Budoni, Cagliari, Macomer, Nule, Nùoro, Olbia): corrisponde al nome del villaggio mediev. Castra (attuale Santa Maria di Castro, presso Oschiri) e indicava in origine la nascita di un individuo in quel sito. Vedi Grasta.

Crastu, Crasto (Cagliari, Ottana, Sant’Antioco): corrisponde all’appell. crastu, castru «ciottolo, sasso, macigno, roccia,-one», il quale probabilm. è un relitto sardiano o nuragico (DILS II 816). La variante Crasto è stata italianizzata nella vocale finale.

Crastus (Capoterra, Sant’Antioco): è il plur. di famiglia, di forma campid., del cognome Crastu (vedi). Vedi pure Grastus.

Cravot(t)a (Cagliari): è un cognome propriam. ital., che probabilm. corrisponde al diminutivo dell’appell. capra (DCI) avendo pertanto il significato di «capretta».

Crepas (Cagliari): probabilm. corrisponde al plur. sardo di famiglia del cognome ital. Crepa, il quale corrisponde all’appell. crepa «fenditura, spaccatura».

Cresci (Cagliari, Sassari): è un cognome propriam. ital., accorciativo dell’altro, bene augurante, Crescimbene/i «cresci nel bene».

Creskentinu (mediev.; CMSB 96): deriva dal cognomen lat. Crescentinus (RNG; UNS 151). Cfr. topon. Creschentina (Orani).

Crespellani (Cagliari): è un cognome propriam. ital. (col plur. di famiglia), che corrisponde al nome del paese di Crespellano (prov. di Bologna) e indicava in origine la nascita di un individuo in quel sito.

Crippa (Cagliari): è un cognome propriam. ital., che corrisponde al nome del centro abitato Crippa (prov. di Como) e indicava in origine la nascita di un individuo in quel sito (DCI).

Acquista il testo su Amazon, clicca sulla copertina:

 

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Most Read Today – Più letti nelle 24 ore…

Attività editoriali per scrittori e autori

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: