Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Massimo Pittau – Il cognomen Caesar

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

PERLE DI ROSEBUD – LISTA AGGIORNATA DEI DERETANI INAMOVIBILI

Resistere, resistere, amico mio, con un popolo di pecore la vittoria del lupo non potrà che essere questione di tempo.

(Clicca qui per conoscere tutti i deretani di cui sopra)

etruschiL'appellativo e dopo nome personale ital. Cesare «Imperatore Romano», deriva dal lat. Caesar,-aris e precisamente dal cognomen o “soprannome” del notissimo personaggio romano Caius Iulius Caesar, il quale in seguito fu adoperato da Ottaviano Augusto per indicare l’imperatore romano.

Di questo cognomen Caesar gli antichi autori latini hanno dato due differenti spiegazioni: Plinio il Vecchio (Nat. Hist., 7.4.7) e Nonio (566.25) hanno scritto che significava «nato con taglio cesareo» (a caeso matris utero); Paolo-Festo (50.7) ha scritto che significava «neonato con capigliatura abbondante» (caesar quod est cognomen Iuliorum a caesarie dictus est, quia scilicet cum caesarie natus est).

Nonostante il fatto che nelle moderne lingue neolatine abbia finito col prevalere il primo significato, nell’espressione «taglio cesareo», a mio giudizio si deve preferire la spiegazione di Paolo-Festo «neonato con capigliatura abbondante» per la ragione che è di tutta evidenza la connessione del lat. caesar con l’appellativo lat. caesaries «capigliatura, chioma» (e anche «cimiero») (finora di origine incerta; DELL) (mancata rotacizzazione o mancato passaggio –s– > –r-; LLE, Norme 18). Ovviamente il soprannome fu imposto a Giulio Cesare alla sua nascita e non da adulto, quando invece divenne calvo.

Il lat. Caesar ha avuto una storia assai lunga e gloriosa, dato che non soltanto ha indicato tutti gli Imperatori Romani e pure quelli Bizantini, ma in seguito ha indicato anche gli Imperatori Germanici del Sacro Romano Impero, quelli dell’Impero Germanico come Kaiser e perfino i sovrani della Russia come Czar.

Tratto da 

STUDI SULLA LINGUA ETRUSCA (UPDATED!)

di Massimo Pittau

Prima edizione digitale

Ipazia Books

http://www.ipaziabooks.com

All rights reserved MMXVI

Proprietà letteraria riservata

In copertina: l’Apollo di Veio

 

Advertisements

info@ipaziabooks.com

%d bloggers like this: