Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (266) – Trottolino amoroso.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

“M”? Aldo Grasso ha scritto che il titolo del programma sperimentale“M” del Michele Santoro schiacciato verso Rignano, sia stato ispirato dal Fritz Lang del mostro di Dusseldorf. Curioso! Io di primo acchitto ho pensato alla Teoria M di Ed Witten che non ha mai chiarito in pieno il significato della consonante, ma poi ho cambiato idea: un renzista che si occupa di mondo subatomico senza tornaconto? No, “schiacciato” per “schiacciata”, è molto più probabile che la “M” stia per la terza inevitabile opzione! (Rina Brundu)

Rina Brundu

trottolino

Mietta e Ming... pardon Napolitano e Renzi mentre confabulano... amorosamente

di Rina Brundu. Con il massimo dell’attenzione pilotata sullo “scandalo” Muraro in quel di Roma, soprattutto allo scopo di nascondere i disastrosi risultati dell’economia stagnante annunciati, chissà quanti si sono accorti dell’ennesimo cambio di pelle del Matteo Renzi di questi giorni. La ciliegina sulla torta si è avuta nelle ultime quarantotto ore quando trottolando tra un pressante impegno istituzionale all’altro (o almeno così immagino), ha avuto anche il tempo di rilasciare una breve dichiarazione sulle grane della Raggi: “Questa non è politica”.

Che saggezza! Del resto non è il primo feudatario che manda i bravi a fare i lavori sporchi e poi corre al capezzale degli afflitti da cotanta azione brutalizzante: é una lunga e vecchia storia e anche questa l’ha già raccontata da par suo Niccolò Machiavelli, molto meglio degli spin-doctors del suo moderno concittadino. Ma il “trottolare” è stato comunque convinto, impegnato direbbe Sartre: dalla fantomatica apparizione stile madonna brosiana in quel di “Porta a porta” (brosiana nel senso che l’hanno visto così pochi che ancora i pareri divergono sulla vera natura delle immagini mandate in onda), ai diversi incontri quasi romantici con i vari rappresentanti della base PD (i.e. quei quattro gatti che sono rimasti), per rinsaldare il patto, il vincolo, ricucire lo strappo prima che sia davvero troppo tardi si diceva una volta con gergo politichese…. trottolino amoroso appunto.

Senza dimenticare che sono di nuovo quei giorni... no, non sto parlando delle mie mestruazioni ma di quegli appuntamenti oramai fissi in ogni dato mese dell’anno in cui l’ex Presidente della Repubblica Napolitano si risveglia e ci ricorda l’importanza di votare SI alla prossima riforma costituzionale…. e tu – elettore – ti rammarichi di poter votare NO solo una volta quando avresti voluto almeno tre schede per ribadire le tue oneste intenzioni con la giusta convinzione…. O, per meglio scrivere, sono quegli stessi giorni in cui bisogna ricordarsi del ricatto di Bersani: “O si cambia l’Italicum o voto No al Referendum” (di fatto trasformando all’istante la carta costitutiva dei padri in mera carta igienica).

E allora tu, trottolino amoroso e a questo punto anche un poco affannato, devi correre dall’ex Presidente che ti ha comunque già chiamato e pure ordinato: “Cambiare”…. E dato che sei certo che non si stia riferendo alla tua nuovissima giacca griffata ti metti subito sull’attenti: “Si può fare in 3 mesi”. E poi subito via, amorosamente ma anche roddenberrianamente trottolando verso nuove e incredibili avventure… “sorridente truffatore”where no Italian Premier has ever been before. E ho detto tutto.

Tratto da Trottolino Amoroso and Beyond (Klingon Edizioni)

 

 

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

info@ipaziabooks.com

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: