Breaking News

Dell’audace e illuminante “filosofia” del “filosofo” renzista Umberto Galimberti a IN ONDA (La7). E una provocatoria risposta breve tra Eco e Wittgenstein…

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Cultura non è possedere un magazzino ben fornito di notizie, ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini. Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri.
(Antonio Gramsci)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Date vite ci insegnano, tra le altre cose, che c’é solo un dato grado di disperazione che si può raggiungere e che, sull’altro versante, c’é solo un dato grado di felicità materiale che si può ottenere, dopo siamo soli con noi stessi. (Rina Brundu)

800px-Umberto_galimberti“(Domanda di uno di dei conduttori: “Che cosa possiamo fare per fare uscire il paese dalla crisi?”).... Be’ non è che possiamo fare granché.... i risultati sono stati modesti come le iniziative del governo... ma per me era pure il massimo che si poteva fare.... e mi piace il fatto che in Italia ci sia finalmente un governo che decida...(...)... Quando qualcuno è vecchio può dire ciò che vuole (sott. con una data tranquillità)... tanto la cosa più brutta che gli può capitare è la morte...”.

L’audace “filosofo” Umberto Galimberti, IN ONDA (La7), 5-09-2016

Naturalmente io non sono il “filosofo” Galimberti, tuttavia dopo averlo sentito cogitare ad alta voce con mood da catastrofe politica ineluttabile per giustificare la pochezza governativa, argomenti minimi e logiche tutte da interpretare, non me la sento proprio di concordare. In primis, non mi riesce di capire come un qualcuno che si dice “filosofo” possa temere la morte. Certo che siamo ben lontani dalla capacità di cogitazione e di investigazione a tutto campo dell’immenso Umberto Eco che consigliava: “Siate forti come i saggi dell’antica Grecia e guardate alla morte con occhio fermo e senza paura”; e senza dimenticare quel Ludwig Wittgenstein che aggiungeva: “Tutto ciò che la filosofia può fare è distruggere idoli. E questo significa non crearne di nuovi”…. fermo restando che Wittgenstein parlava dei comuni idoli e mai gli sarebbe passato per la testa che i “filosofi” moderni avrebbero fatto il grande salto verso un sostanziare improbabili icone e santini renzisti.

E, in ultimo, dico io: ma chi l’ha detto che quando sei vecchio la cosa peggiore che ti può capitare è la morte??? A mio avviso la cosa peggiore che ci può capitare da anziani è un nostro andare in giro sparando cazzate (magari anche via etere) apparentemente dimentichi che il nostro tempo è contato soprattutto per ritrattare! Sic!

RB Dixit

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Most Read Today – Più letti nelle 24 ore…

Attività editoriali per scrittori e autori

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: