Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (252) – Fischia il vento: NO al Referendum, onore all’ANPI e ai nostri partigiani, in prima fila a difesa della Costituzione contro le “generazioni di mezzo”, dei Renzi e dei Fanfani.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

L’attacco sarebbe continuato, indefesso, senza esclusione di colpi almeno a leggere il rapporto Copasir a guida renzista, ovvero una ricerca sul campo tesa a scovare i “poteri forti” che tramano nell’ombra contro il renzismo, e finanziata in via amicale dalla Fiat-Chrysler e da qualche altra anima pia dei salotti buoni italiani intenerita dal viso dolce di Maria Elena Boschi che si interroga con i lacrimanti occhioni sbarrati: “Perché tanta acredine verso di noi? Che male può fare un governo che legifera ad personam, ad padrem, ad filium, ad spiritum santum, ad fidanzatum, ad rolexem, ad aziendam, ad bancam, ad lobbym?”.

(Dal “Diario dai giorni del golpe bianco” di Rina Brundu, prossimamente).

Rina Brundu

Lidia_Menapace

Lidia Menapace, source Wikipedia

di Rina Brundu. In un tempo davvero buio per la nostra democrazia, in un tempo in cui finanche gli ex presidenti della Repubblica si schierano a difesa delle modifiche costituzionali Verdini-Boschi pur di difendere i loro aviti privilegi, fa davvero bene al cuore leggere le dichiarazioni dei nostri partigiani su quello stesso Referendum. Tra le altre, campeggiavano quest’oggi su Il Fatto di Travaglio quelle della signora Lidia Menapace, “classe 1924, “partigiana combattente con il grado di sottotenente””, la quale ha ricordato come l’ANPI (L’Associazione Nazionale dei Partigiani Italiani), sarebbe stata invitata alla festa di Bologna dell’Unità a condizione che non preparasse banchetti pro-NO alla riforma costituzionale. A quanto pare l’ANPI avrebbe risposto di non essere a disposizione di Renzi e ha rispedito al mittente il diktat, mentre la stessa signora ha abbozzato l’equazione del Renzi = Fanfani.

Speriamo che Fanfani non si rigiri nella tomba (e questa mia speranza la dice tutta su come siamo messi), certo è che è difficile dare torto a questa combattiva ex partigiana e non vedere nelle figure di questi due politici da lei citati, lo spettro della peggior democrazia cristiana che ha governato il Paese per decenni, modellandolo a sua immagine e somiglianza e trasferendo sullo stesso per osmosi le sue poche virtù e i suoi innumerevoli difetti, i suoi peccati capitali. Ma fortunatamente e a dispetto delle “aspettative” renziste, questi tempi non sono più i tempi fanfaniani e quindi gli spin-doctors di regime dovranno inventarsi qualche altra soluzione per ribaltare il risultato referendario, fermo restando che – in perfetto stile Erdogan – sembrerebbero essere disposti a tutto pur di ottenere il risultato.

Fischia il vento, insomma e i partigiani italiani si schierano ancora una volta a difesa dei nostri valori e dei nostri diritti costituzionali, come é un diritto quello di non dover raccontare un giorno ai nostri figli che sono anche incidentalmente figli dei padri (e delle madri, sic) della patria Verdini-Boschi impegnati a smanacciare, ai limiti della legalità politica e democratica, sottobanco per salvare il sedere sullo scranno.

Tuttavia, il NO dei partigiani dell’ANPI è importante anche per altri motivi: per certi versi pare quasi l’ideale testimone che i nostri nonni che hanno combattuto per la nostra libertà passano ai giovanissimi, ai loro nipoti nativi digitali, a quelli che pure voteranno NO in massa, contro le sconcezze e le mollezze della generazione dei padri. Contro le sconcezze, le mollezze, la relativizzazione del senso etico delle generazioni di mezzo, delle generazioni da dimenticare come quelle dei Renzi e dei Fanfani.

https://www.youtube.com/watch?v=TeLAGblQhZQ

Advertisements

info@ipaziabooks.com

2 Comments on Quello che il renzismo non dice (252) – Fischia il vento: NO al Referendum, onore all’ANPI e ai nostri partigiani, in prima fila a difesa della Costituzione contro le “generazioni di mezzo”, dei Renzi e dei Fanfani.

  1. È gravissimo che il Pd abbia impedito all’Anpi di partecipare alla festa della Liberazione di Firenze che non è una conventicola renziana come la festa dell’Unità

    Like

    • E’ gravissimo pure tutto il resto che sta accadendo in Italia, e’ gravissimo quello che accade in RAI, e’ gravssimo e antidemocratico. E che siano i vecchi partigiani a suonare il campanello d’allarme nell’indifferenza di altissime cariche, e’ anche gravissimo.

      Liked by 1 person

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: