Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (244) – Chi si avvicina al renzismo muore mediaticamente (e politicamente), o della Sindrome della lettera scarlatta. Riflessioni e considerazioni.

AFORISMI MEMORABILI – QUOTES TO REMEMBER


Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti.
(Jacques Séguéla)

—————————-

No, niente appello! Qui non si tratta di riformare una sentenza, ma un costume. (…) Accetto la condanna come accetterei un pugno in faccia: non mi interessa dimostrare che mi è stata data ingiustamente.

Giovannino Guareschi (lo disse dopo la sentenza di condanna ricevuta per l’accusa di diffamazione mossagli da Alcide De Gasperi)

—————————-

Diario dai giorni del golpe bianco (paperback) di Rina Brundu .

Per l’E-Book clicca qui.

PERLE DI ROSEBUD – LISTA AGGIORNATA DEI DERETANI INAMOVIBILI

Resistere, resistere, amico mio, con un popolo di pecore la vittoria del lupo non potrà che essere questione di tempo.

(Clicca qui per conoscere tutti i deretani di cui sopra)

Rina Brundu

Hester_Prynne

La "strega" Hester Prynne in una illustrazione del 1878.

Si intende, naturalmente, chi tocca il renzismo muore. Muore non nel senso che il renzismo non si può sfiorare ma perché ne rimane fulminato. La morte è di natura mediatica, ovvero la peggior tipologia di morte che temono i tanti opinionisti italici, ma anche  i politici di professione che, a vario titolo, imperversano nelle tv nazionali, sui giornali del Paese, allo scopo di farsi pubblicità, spandere perle di “saggezza” e, sovente, pareri mai richiesti dal telespettatore incapacitato a difendersi….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

info@ipaziabooks.com

%d bloggers like this: