Advertisements
Rosebud, Dublin, Ireland – Year 7º. Breaking News

Quello che il renzismo e il PD1 non dicono (237) – Sulla magrissima figura del ministro renzista Paolo Gentiloni, alieno tra gli alieni, snobbato dalla BBC.

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

La libertà intellettuale è una tradizione profondamente radicata, senza la quale è improbabile che esisterebbe la nostra cultura specificatamente occidentale. È una tradizione alla quale molti dei nostri intellettuali stanno visibilmente voltando le spalle.
(George Orwell)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Non dico che per rinnovare la fiducia al renzismo occorra essere ad un tempo rincoglioniti e coglioni, però aiuta! (Rina Brundu)

Rina Brundu

Paolo_Gentiloni_2015.jpeg

The Honourable Paolo Gentiloni, MP

di Rina Brundu. D’accordo, ve lo concedo, avrei pure potuto chiudere la stagione del sito senza sottolineare questa ennesima figura di merda del renzismo, ma cui prodest? Del resto, di canali che censurano gli scalcagnati “deeds” della corte di Matteo Renzi ne abbiamo parecchi: dal PD1 al PD2 al PD3, ai vari canali PD, perché inserirci anche noi? Et dulcis in fundo mi sono vergognata così tanto che a qualcuno debbo raccontarlo.

Il fattaccio è avvenuto ieri mattina. Alla maniera del barbuto Severgnini intervistato dalla Gruber, anche io ho seguito attentamente la Brexit sui canali della BBC. A differenza di Severgnini però mi sono incazzata sovente con il modus di fare giornalismo in “anglossassonia”, ispirato per lo più dal motto “Nebbia sulla Manica, il Continente è isolato”. Sperduta tra quelle infinite dichiarazioni incensanti una revanche e una restaurazione imperialistica quanto mai improbabile, sovente senza senso e proclamanti il mai esplicitato ma evidente desiderio che altre nazioni imitino la Gran Bretagna e segnino lo stesso disgraziato autogol mandando le istituzioni europee a putt…, alla stregua del pulcino infreddolito caduto nella cacca calda e che trae nuovo vigore dalla stessa mi sono contentata tantissimo quando l’ardita conduttrice ha detto che si sarebbero collegati con Berlino dove i ministri dei 6 paesi fondanti la UE stavano per rilasciare una dichiarazione sulla Brexit.

E così è stato. Di fatto è subito comparso sullo schermo il faccione satollo di un ministro tedesco che ha cominciato a parlare in tedesco. Panico alla BBC, non avevano un traduttore! Corsa affannata, respiri concitati si sentono nel background ma poi qualcuno cominicia a tradurre “live” e più o meno bene quello che il teutonico rappresentante andava dicendo. Finito il discorso, vediamo lo stesso ministro della Merkel che prende letteralmente il nostro ministro renzista Gentiloni per le spalle e lo piazza al centro della scena. Costui non guarda neppure le tante telecamere puntate su di lui, pare intimidito, non sa cosa dire. Tra me  e me mi dicevo: “Cazzo, prendi quel microfono e dì loro chiaro e tondo che dopo quaranta anni di querimonie e di accordi privilegiati per la Gran Bretagna ora debbono solo togliersi dalle balle al più presto. Fatti valere, no?”. Già… figuriamoci! Gentiloni invece comincia anche lui una nenia stile moribondo che spera ancora e annoia gli altri malati nella camera accanto. Non passa neppure un minuto di siffatta brodaglia che la commentatrice sbotta: “Passiamo ora ad altro collegamento”.

rb cut 25 giugno 2016 color

Di nuovo, io ieri sera a vedere Gentil… pardon, a vedere “Independence Day: Resurgence” di Emmerich. Buona estate a todos!

Ma la già pesante figura di merda non è finita. Poco più tardi infatti muovo sull’edizione inglese di Euronews. Com’é come non è mi imbatto proprio nel solerte commentatore che ripropone un recap delle dichiarazioni di quei “sei” ministri nell’aftermath del loro vertice. “Sei” si fa per dire perché in realtà cita tutti i ministri degli altri paesi ma incredibilmente ignora il ministro italiano e l’Italia. A oggi resto convinta che se gli avessi chiesto: “E Gentiloni?”, probabilmente costui avrebbe risposto: “Gentiloni, chi?”. Se è vero insomma che per i giornalisti di “anglossassonia” tutti i politici europei sono in genere degli alieni molto più sconosciuti dei “visitors” proposti di questi tempi da Roland Emmerich nel suo Independence Day: Resurgence, è garantito che Gentiloni è l’alieno tra gli alieni. Come biasimarli? Sic.

Advertisements

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Lo disse… Diogene il Cinico

(ad Alessandro che gli chiedeva cosa potesse fare per lui) “Sì, stai un po’ fuori dal mio sole”

Lo disse… Joseph Pulitzer

Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce.

Ipazia Books 2017

Leave a Reply.... Lascia un commento...

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: