Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Brexit – Nebbia sulla Manica, il Continente è isolato

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

barzellette (1)di Nico Grilloni. “Nebbia sulla Manica, il Continente è isolato”. Questa espressione, di cui è ignoto l’autore, è quanto ogni inglese – così si riteneva – poteva pensare nel secolo scorso quando la nebbia isolava visivamente le coste britanniche dall’Europa occidentale. Era un modo per dire che non la Gran Bretagna era isolata, bensì isolata era l’Europa. Un’Europa, quindi, appendice della Gran Bretagna e non viceversa. Un modo per dare un’idea quasi plastica dell’anglosassone supponenza, talvolta anche arrogante, che da sempre è alimento dell’atavico orgoglio isolazionista della Bionda Albione.

E oggi ci risiamo. La Gran Bretagna è fuori dalla Unione Europea. Non sono un economista e pertanto non azzardo alcuna previsione su quanto potrà accadere in quest’ambito dopo il voto di ieri. Per certo, e le dichiarazioni della prima ora di molti esponenti politici lo confermano, si manifesterà il tanto temuto effetto domino. Marine Le Pen è subito salita sulle barricate chiedendo un analogo referendum anche in Francia sperando, evidentemente, in un eguale risultato. Alla Le Pen, e non poteva mancare, ha fatto subito eco il Salvini con un “grazie UK, adesso tocca a noi”.

Ma ci sono state, e subito anche in tal caso, reazioni di segno opposto. La premier scozzese Sturgeon ha infatti dichiarato che il futuro della Scozia è nell’Unione. Ma qui c’è un ulteriore problema che concerne la vecchia richiesta indipendentista della Scozia. Che ha votato il remain in una grande isola, la Gran Bretagna, che ha votato per il leave. Ciò significa che a breve la Scozia indirà un nuovo referendum che, date le premesse, dovrebbe sortire l’effetto di “staccare” questa nazione dall’UK. Come a dire che il regno, unito da oltre due secoli, sarà per la prima volta… disunito.

Che farà l’Europa? I leader si sono espressi, con riferimento alla Gran Bretagna, per il “subito fuori”. Un monito che appare anche una minaccia: siete voluti andar via? Adesso vedrete cosa vi accadrà.

E questo monito, che prelude a determinazioni dure, potrebbe essere, ove le stesse trovassero coerente e immediata conversione in pratica, il deterrente atto a stoppare l’avvio di quell’effetto domino da molti paventato.

Advertisements