Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (204) – Sul disrispetto del TG1 delle 8 nel Giorno della Liberazione: ma non esiste un organo di controllo che monitori le “apparizioni” del Premier in tv? E su “Report” e il “nuovo caso” Banca Etruria.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Prima ho dovuto sorbirmi il Renzi imbaccucato davanti all’Altare della Patria e ricercato dal cameraman RAI con la caparbietà dell’innamorato che non desiste, poi mi hanno sbolognato il Premier con incorporato sorriso all’Enrico la Talpa durante il vertice internazionale di Hannover, infine c’é stato un terzo servizio sempre a base di Renzi. Erano le 8 e nove minuti. A quel punto ho sperato che la brodaglia laudatoria fosse finita, ma non c’è stato verso. La “pagina politica” (si fa per dire) doveva ancora cominciare…

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements