Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

DECALOGO MEDIATICO PER SOPRAVVIVERE AL RENZISMO IN TV, ascoltare le notizie del giorno, evitare l’omaggio al Leader del TG1, TG2 e Tg3 RAI e vivere tendenzialmente felici e contenti.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

indexNon so voi ma per me il problema si è posto in maniera sostanziale sin dal primo giorno in cui il Renzismo si è insediato: come ascoltare le notizie del Servizio Pubblico e ad un tempo evitare il quotidiano omaggio al Leader? All’inizio non è stato facile ma poi ho dovuto far di necessità virtù. Di seguito pubblico quindi il DECALOGO di regole che mi ha permesso di sopravvivere sperando che il miracolo si ripeta anche per voi, non lo garantisco però.

  • Date sempre quei dieci minuti buoni al TG1, TG2, TG3 per esaurire i collegamenti da Palazzo Chigi, il reporting quotidiano sul pensiero del Leader e i servizi esegetici a corredo. Nello specifico iniziate a guardare il TG1 di mezza giornata alle 13.40 e quello della sera alle 8.10; iniziate a guardare il TG2 del giorno all’una e dieci e quello della sera alle 8.40; iniziate a guardare il TG3 della sera alle 7.10, tanto le altre edizioni chi le guarda?
  • Nel caso in cui vostro cognato trovasse lavoro per merito del JOBS ACT, allungate la finestra di non-visione a tredici minuti buoni perché non si potrà fare senza il relativo coccodrillo laudatorio.
  • Nel caso molto frequente e molto probabile in cui la notizia di giornata sia uno scandalo politico del PD, o è accaduta una qualche tragedia nel paese (alluvioni e similari), guardate pure in estrema libertà i TG RAI: del Leader non se ne scorgerà neppure l’ombra!
  • Nel caso in cui il giorno dopo si dovesse tenere nel Paese un REFERENDUM o altro appuntamento elettorale ostracizzato dall’Esecutivo, guardate pure in estrema libertà i TG RAI: del Leader non si avrà alcun sentore.
  • Se in Parlamento è in corso una votazione su una qualche sfiducia presentata dalle opposizioni e il Leader è colà impegnato a strigliare la magistratura, guardate pure in estrema libertà i TG RAI, nessuno vi disturberà.
  • Se un incauto rappresentante del M5S dovesse scoreggiare in pubblico, NON ASCOLTATE I TG RAI! La puzza… pardon, la notizia vi ammorberà per tutto il giorno e mesi a venire così come il poster gigante del leader finalmente soddisfatto!
  • Se un incauto rappresentante del M5S dovesse uscire con la patta dei pantaloni aperta, NON ASCOLTATE I TG RAI! La notizia vi ammorberà per giorni e sarà purtroppo corredata da interviste del Leader in calzoni trendy.
  • Se sapete che sono state appena diffuse notizie più o meno vere su un minimo incremento del PIL, anche infinitesimale, NON ASCOLTATE I TG RAI! Controllate le notizie su Internet o attendete il giorno dopo, se la fine del mondo è in corso ve ne accorgerete comunque!
  • Se avete sentore che un qualche italiano, a qualsiasi titolo, ha ottenuto qualche pregevole risultato in giro per il mondo, NON ASCOLTATE I TG RAI! Controllate le notizie su Internet o attendete il giorno dopo. In ogni caso ricordate che il campione di cui sopra non è il bulletto con accento toscano che si farà fotografare con lui o lei (o loro).
  • Se Papa Francesco ha indetto uno dei suoi meeting religiosi e voi siete cattolici praticanti sintonizzatevi pure sul TG1 per i primi tre minuti. Ricordate di de-sintonizzarvi subito dopo i tre minuti canonici perché poi inizierà imprescindibilmente la pagina politica. In ogni caso ricordatevi che il bulletto con accento toscano che in quei primi tre minuti potrebbe finanche affacciarsi su Piazza San Pietro con Francesco, NON E’ IL PAPA (anche se gli piacerebbe!)!

Rina Brundu Fecit

Advertisements

Natale 2018 – Regala i nostri libri!