Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (196) – Su Tangentopoli 2 e i sondaggi al ribasso: mentre i primi topi abbandonano la nave che affonda, perché la responsabilità dirigenziale non si applica anche al capo dell’Esecutivo?

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Image44.jpg

Screenshot dal Corriere.it

Cameron ha resistito tre o quattro giorni poi, causa la grande pressione mediatica e popolare, ha ceduto: sì, aveva una quota negli “investimenti” panamensi paterni. Naturalmente si tratterà di settimane, mesi, poi dovrà lasciare Downing Street. Basta questo piccolo ritratto di come vanno le cose in un Paese normale, dove l’etica politica è considerata cosa seria, per ricordarci, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che noi siamo tutto tranne un Paese normale….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

2 Comments on Quello che il renzismo non dice (196) – Su Tangentopoli 2 e i sondaggi al ribasso: mentre i primi topi abbandonano la nave che affonda, perché la responsabilità dirigenziale non si applica anche al capo dell’Esecutivo?

  1. stanco // 10 April 2016 at 13:56 //

    Non e’ stato eletto dai cittadini Italiani, pertanto si puo’ anche non riconoscerlo e mandarlo via.

    Like

    • Nope, diventare terroristi anti Stato per Renzi proprio no! Le istituzioni dello Stato vanno rispettate prima di tutto dai cittadini visto che i loro rappresentanti se ne fregano…

      Ma verrà il giorno in cui si potrà festeggiare, verrà e credo non sia lontano….

      PS Pensare che Cameron oggi ha dovuto pubblicare tutti i suoi redditi… noi è da mesi che chiediamo di vedere qualche scontrino ma nisba! Sic!

      Disgraziato quello Stato che si ritrova una simile casta di politicanti!

      Like

Comments are closed.