Breaking News

Di Cardinali e Religioni: basta! – Lettera aperta al poeta Raffaele Pisani

L’AFORISMA DEL GIORNO – DAILY QUOTE

Ogni interesse della mia ragione (tanto quello speculativo quanto quello pratico) si concentra nelle tre domande seguenti:
Che cosa posso sapere?
Che cosa posso fare?
Che cosa ho diritto di sperare?
(Immanuel Kant)

I NOSTRI AFORISMI – OUR QUOTES

Quelli che la dialettica in politica è l’arte di far interagire due tesi o principi contrapposti allo scopo di indagare la verità ed eventualmente arrestarla. (Rina Brundu)

platoneGentile Raffaele,

Le scrivo a proposito dell’ultimo articolo che Lei ha inviato a Rosebud. Dello stesso pezzo, che a ben guardare sembrerebbe quasi conseguenza della pubblicazione di quelle mie esplosioni satiriche titolate “Da grande voglio fare la Cardinala”, ne dò nota in calce.

 

Gentile Raffaele, io non La conosco, non ho mai avuto occasione di incontrarLa personalmente, ma ho avuto modo di apprezzare sia la Sua poesia che, cosa che mi preme molto di più, il Suo comportamento in questo blog ed è per questo motivo che mi prendo la briga di scrivere questa lettera aperta. Non che il mio giudizio sulla qualità etica dei navigatori e sulle persone in genere, anche di alcune più vicine a me, sia referenza affidabile: ho sbagliato più volte nel giudicare gli individui e in conseguenza di questo Rosebud ha ospitato anche articoli e personaggi che non avrebbero dovuto essere qui. Mea culpa, da tutto si impara!

Ritengo però di non sbagliare rispetto alla Sua persona, anche rispetto alla capacità di intelletto con cui voglio confrontarmi. Pertanto procederò certa che vorrà apprezzare la schiettezza e l’onestà di metodo che userò nello scrivere ciò che andrò a scrivere, raccomandandoLe, come sovente faccio con tutti, di NON frequentare questo blog qualora le tematiche in esso affrontate e le modalità con cui vengono affrontate possano in qualunque modo offendere la Sua sensibilità, anche religiosa.

Comprendo bene il discorso che Lei fa nel Suo pezzo e non ho difficoltà a darLe ragione: è indubbio infatti che qualora questo Cristo di cui Lei parla sia esistito la sua fibra etica doveva essere diversa da quella mostrata dai Cardinali della Sua Chiesa, anche l’etica di una persona qualunque per nostra fortuna è generalmente diversa. Detto altrimenti, sono la prima a ritenere che la maggior parte delle persone siano persone oneste inclini al bene dei più….

Ma non è questo il punto: il punto è che io, e questo sito con me, la maggior parte dei suoi autori con me, la maggior parte dei suoi visitatori con me, promuoviamo una visione diversa del mondo, una visione filosofica e scientifica dove non c’é spazio per la superstizione, né per la religione (che fa equazione con la prima), né per profeti, santi, cardinali, papi, chierichietti, miracoli e altre puttanate simili, nonché per tutto l’ambaradan che da millenni preda sull’ignoranza e sui migliori sentimenti degli Esseri, anche a dispetto di un mondo e di un cosmo che racconta tutt’altra storia rispetto a quelle raccontate da questi miti e riti.

Con questo non voglio dirLe che Lei dovrebbe rinunciare ai Suoi credo (ci mancherebbe!), ma voglio chiederLe, facendo appello alla Sua onestà di fondo, alla qualità della sua moralità che immagino sostanziale, di rispettare la deontologia di questo sito (so che Lei può farlo, non tutti possono, ma Lei può!): insomma, basta con i pezzi, i commenti, le esplosioni inneggianti a cardinali, religioni, vangeli, cristi, peveri cristi e madonne su Rosebud! Sarò felice di ospitare tra queste pagine, per il tempo in cui esisteranno, le Sue poesie, le Sue cogitazioni e qualsiasi altra creazione vorrà inviarmi, ma non pubblicherò pezzi che considero diseducativi come è diseducativo tutto ciò che inneggia a reami mitici, paradisi perduti e guadagnati e disimpara a guardare il mondo con la forza e l’onestà di metodo necessari. Con il coraggio necessario per vivere, fare e sbagliare, indovinarla, senza aspettarsi ricompense ad alcun titolo.

Non faccio il tutor di nessuno, ma davvero raccomanderei una lettura intensa delle opere di tanti filosofi pre-cristiani e dei grandi “illuminati” degli ultimi secoli che spesso e volentieri ci hanno rimesso la vita per farci uscire dai Medioevo mentale e renderci migliori. In alternativa sarebbe sufficiente anche solamente questa memorabile considerazione del grande Umberto Eco: “La prima qualità di un onest’uomo è il disprezzo della religione, che ci vuole timorosi della cosa più naturale del mondo, che è la morte, odiatori dell’unica cosa bella che il destino ci ha dato, che è la vita, e aspiranti a un cielo di eterna beatitudine dove vivono solo i pianeti, che non godono né di premi né di condanne, ma del loro moto eterno, nelle braccia del vuoto. Siate forti come i saggi dell’antica Grecia e guardate alla morte con occhio fermo e senza paura”.

Con immutata stima,

Rina Brundu

——

NON BISOGNA CONFONDERE LA CHIESA DI CRISTO  CON QUELLA DEI CARDINALI CON I SUPER ATTICI

==================================================================================

di Raffaele Pisani. Nessuno cada nell’errore di confondere la Chiesa di Cristo con la chiesa degli pseudo religiosi che vivono nei super attici ristrutturati con le offerte degli ignari fedeli, con la chiesa delle lobby bancarie, dei preti pedofili e di altri che tradiscono il  giuramento di fede e infangano il messaggio divino preferendo ai valori sacerdotali il dio denaro e lo sfarzo di una vita dissoluta e senza alcuna morale. La Chiesa di Cristo è tutt’altra cosa! Non ci sono titoli né di “eminenza” né di  “eccellenza” ma è la Chiesa dove “chi vuole essere il primo si fa ultimo e servitore di tutti”. La Chiesa di Cristo non ha nulla a che vedere con l’enorme patrimonio immobiliare e finanziario accumulato da lestofanti travestiti da preti che “guadagnano il mondo intero ma perdono la propria anima”. La vera Chiesa di Cristo è fatta da coloro che non si fanno complici dell’omertoso comportamento di alcune “alte cariche ecclesiali” che cercano di nascondere squallide nefandezze. La vera Chiesa è fatta da coloro che vivono quotidianamente nell’esempio e nelle azioni di tutti quei religiosi e laici che operano per il bene comune con il preciso obiettivo di onorare il Vangelo, in ogni momento.

 

Lo disse… Nietzsche

Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi. -- (---) -- Il mio tempo non è ancora venuto; alcuni nascono postumi.

Lo disse… OSHO

Non voglio seguaci, persone ubbidienti. Voglio amici intelligenti, compagni di viaggio.

Lo disse… NEWTON

Platone è il mio amico, Aristotele è il mio amico, ma il mio migliore amico è la verità.

Attività editoriali per scrittori e autori

7 Comments on Di Cardinali e Religioni: basta! – Lettera aperta al poeta Raffaele Pisani

  1. Al di là delle credenze personali, le religioni hanno avuto e hanno tuttora una valenza socio-economica fortissima, tanto che è impossibile fare storia senza darne un giusto conto. E bisogna anche valutarle non solo per gli aspetti negativi (almeno sul nostro piano personale), ma anche quelli positivi. Il bilancio è impossibile perché si dovrebbe costruire una storia fatta di se e di ma. E vi è anche un altro aspetto da considerare: il rispetto e la comprensione che dobbiamo avere verso il gregge, che compone la massa di credenti. Che questa massa sia in calo dal Settecento ad ora è vero, ma è tuttora dominante dall’America a noi Europei, d’altronde il paganesimo fu duro a morire. A mio parere è difficile dubitare della esistenza terrena di Cristo, come di Maometto, Mosè ecc. solo per fermarci al monoteismo. Pietro e Paolo vennero a Roma, ed è inverosimile che si siano inventati un fantasma. Che alla moda dei Romani che deificavano gli imperatori, sia stato deificato Cristo è molto verosimile, le evidenti “aggiunte” nei Vangeli e nella tradizione dei Padri sono elementi sui quali riflettere.

    Like

    • Ciao Andrea, no, vedi, qui si tratta proprio dell’opposto: di fatto si tratta di una questione personale perché io ho ogni diritto di sbattermene di questa creduloneria conclamata e soprattutto ho diritto di pagare e creare un blog superstition-free. Il problema è proprio questo: non si riesce a farlo. Perché?

      Non hai idea degli attacchi al limite dello stalking che ho ricevuto e che mi riserverò di valutare a tempo debito per decidere come procedere… ma detto questo, gli stalker si incontrano sempre… non per questo ci dobbiamo fermare, non per questo dobbiamo declassificarci a “gregge” come dici bene.

      So benissimo l’importanza che purtroppo hanno avuto nella storia del mondo le religioni: purtroppo per noi è superiore e più deleteria di ciò che hanno combinato regimi come il nazismo….. (e chi pensa che stia esagerando si decida a leggere storia invece che libretti dell’oratorio). D’altro canto arrivo finanche a dirti che una religione con a capo un personaggio come Papa Francesco non è in fondo il minore dei mali, soprattutto quando incensa e promuove di fatto una data moralità…

      Ma non è questo il punto: il punto è che io (soprattutto da quando ho visto come nelle scuole italiane si promuovano insegnamenti deleteri da questo punto di vista, indottrinando i ragazzi con racconti mitici, acque di lourdes e cazzate innominabili che se quel Dio che incensano esistesse davvero li frusterebbe in eterno!!) ho deciso di promuovere una lotta senza quartiere a questo modus pensandi. Ne va del nostro futuro, ne va della nostra coscienza critica, ne va della nostra dignità di uomini capaci e raziocinanti, ne va dell’essenza universale di cui siamo costituiti…. E PRETENDO che su questo blog non si incensino tali insegnamenti diseducativi.

      Questo vale per tutti i partecipanti nessuno escluso anche fosse quel Dio in persona. Non mi permetterei mai di andare a pontificare questi mio credo in altri luoghi… ognuno faccia quel che crede, perseguo logiche voltairiane… ma sul mio sito NO, NOT IN MY NAME! Chi non si sente, chi trova questo modo di proporsi oltraggioso della sua sensibilità muova oltre, chiunque sia, ma finché questo sito esisterà sarà così.

      Rosebud non è il bar, l’ho detto spesso ma forse qualcuno pensava stessi scherzando.. nel caso, dovrà ricredersi!

      Ciao, sempre lieta di leggerti e di leggere chi fa onore al concetto di intelligenza.
      RB

      Like

      • Andrea // 7 April 2016 at 18:23 //

        Anche se l’avevi accennato non pensavo che per te la questione fosse così personale. Nella mia ingenuità immaginavo che chi si presentava su questo blog fosse rispettoso delle opinioni di ciascuno di noi, Perché oltretutto non mi sembri non rispettare delle fedi sincere, anche se il tuo raziocinio fa fatica a capire come un essere raziocinante riesce a credere a cose che in realtà appaiono fandonie difficili da difendere. Personalmente ho una posizione più agnostica, perché noi, anche attraverso la scienza, attingiamo solo ad una parte minima della realtà. In filosofia tutto sommato, non abbiamo superato seriamente né Platone né Aristotele, abbiamo solo approfondito alcuni aspetti dei problemi originari, spandendo un Missisipi d’inchiostri. L’aspetto più grave però è che ti si sono presentati ciurme di imbecilli che si sono comportati come pusher o mafiosi in un bar signorile e ben avviato. Mi dispiace, ma continua a essere coraggiosa e irremovibile, lasciando costoro nella loro rabbiosa ma forse beata idiozia.
        PS. Ne approfitto per farti i complimenti per il tuo blog, bello oltre che ben pensato funzionalmente dal punto di vista informatico. Avevo frequentato a suo tempo un ottimo blog di filosofia, che ha funzionato finché ci fu un filtro di controllo. Perso quello è diventato purtroppo un ricettacolo di faziosi imbecilli di destra e di sinistra, di credenti e di atei. Quindi mantieni fermo il polso!

        Like

  2. Grazie Andrea apprezzo molto questa espressione “mantenere fermo il polso”. Non sai quanta fatica è costata. Onestamente ho ricevuto più lamentele per ciò che hanno scritto gli altri che per ciò che ho scritto io e se dati commenti non li ho pubblicati è stato perché ho un estremo rispetto di tutti… ma non è stato facile. Senza consideare le grosse delusioni da parte di alcuni che si professavano amici: per fortuna ho sempre ritenuto il concetto di amicizia una mera boiata e non sbagliavo!

    Sì, ti sembrerebbe normale che se uno viene in casa tua rispetti il tuo pensiero… tanto più che sulla porta c’é scritto a chiare lettere…. sito idealista, femminista, laico, di controinformazione…. Insomma ce n’é abbastanza da far pensare… niente, nulla da fare!

    Non sono affatto atea quando per ateo si intende uno che crede solo in ciò che vede… Sono assolutamente convinta che esistano altre realtà – non a caso seguo i lavori di tanti fisici teorici che si occupano di fisica quantistica e non a caso seguo i lavori di tante università che stanno studiando i fenomeni nde e obe che come sai sono quasi una costante universale – ma ho pure certezza che queste realtà non facciano equazione con questi raccontini delle tradizioni popolari (perché di questo si tratta e se queste persone anziché passare il tempo all’oratorio studiassero Frazer e Propp e i loro colleghi forse capirebbero un pò di cose, chissà!)….

    In ogni caso io perseguo metodo scientifico e qualsiasi cosa non può essere provata, anche quando vera, resta opinione… Almeno in questa realtà… nelle altre si vedrà.

    Non c’é nulla di peggio che speculare e predare sull’ignoranza, sul dolore, sulla sofferenza che sovente ci fa credere nell’incredibile ma che purtroppo non risolve…

    Per non parlare poi di quelli che vanno a Lourdes sperando nei miracoli: sapessero che nell’antica Grecia pagana questi “miracoli” avvenivano comunque, sono registrati dagli autori del tempo e fossero più addentro con le leggi dei grandi numeri smetterebbero finanche di chiamarli miracoli…

    Sic, viva l’ignoranza, viva la mediocrità d’intelletto!

    Ciao rina

    Like

  3. Rina cara e gentile, lei è sempre buona con me, anche quando, in qualche modo, mi “rimprovera”, come vede ci sono le virgolette perché è chiaro che ha solo opinioni diverse, ma comunque avverto – e si legge benissimo – che mi vuole bene, soprattutto perché sa che la mia unica e vera scuola sono stati i vicoli di Napoli dove sono nato settantacinque anni fa e che mai voglio apparire diverso da quello che sono: un sermplice autodidatta con tanti limiti e tante lacune. Ribadisco questo per confermare a lei e a chi legge qualcosa di me che non sono uno scrittore, sono solo un appassionato della poesia dialettale della mia terra e, soprattutto, sono un vecchio che “vuole morire da vivo e non vivere da morto”, E questo mi dà la “spinta” per esprimere, a modo mio, ma sempre nella massima correttezza, qualcosa anche su argomenti “complicati”. Le confesso, e confesso a tutti, che non sono né un buon cristiano, né un buon credente, né un buon uomo, però sono infinitamente e orgogliosamente innamorato di Gesù! Mi permetto aggiungere a questo saluto due mie riflessioni. La esorto, sinceramente e con forza, SE NON LE RITIENE IDONEEE per l’eventuale pubblicazione, le CESTINI SENZA ALCUNA REMORA !

    NELLA CHIESA PARROCCHIALE SAN PIETRO E PAOLO A CATANIA C’E’ UN PANNELLO DOVE SI LEGGE: “SE CRISTO NON E’ RISORTO LA NOSTRA FEDE E’ PURA ILLUSIONE” – PER ME NON E’ COSI’
    =========================================================================

    Nella chiesa parrocchiale San Pietro e Paolo a Catania, in bella evidenza, c’è un pannello dove è scritto “se Cristo non è risorto la nostra fede è pura illusione”. Probabilmente sarò un “cattivo” cristiano perché non la penso affatto così. La forza della mia fede è innanzitutto nei messaggi delle Sacre Scritture. E’ vero che sono solo un umile credente senza alcuna preparazione teologica ma, per quanto mi riguarda, risorto o meno, per me non cambia di una virgola il valore e il divino insegnamento delle parole di Gesù e sostengo che si può seguire il Vangelo anche senza sperare nella vita dopo la morte. Affermo che Gesù è Dio pure se non è risorto, e personalmente lo amo ancora di più – e ancora di più lo sento vicino – quando leggo che avrebbe avuto altri fratelli ed altre sorelle, e addirittura “amato” Maria Maddalena che probabilmente gli avrebbe dato una figlia. E lo amo come uomo e come Dio, perché solo Dio poteva parlarci come lui ci ha parlato, perché solo Dio, tra gli altri insegnamenti, poteva lasciarcene quattro che sono i pilastri di ogni religione: – “ama il prossimo tuo come te stesso”, “non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te”, “prima di guardare la pagliuzza negli occhi di tuo fratello, guarda la trave che tu hai negli occhi”, e infine “chi è senza peccato scagli la prima pietra”! Amo Cristo e il suo messaggio di pace. Amo la sua vera Chiesa che non ha nulla da spartire con quella degli pseudo cardinali proprietari di super attici ristrutturati con le offerte degli ignari fedeli, con la chiesa delle lobby bancarie, dei preti pedofili e di coloro che tradiscono il giuramento di fede e lo infangano preferendo il dio denaro, le gonnelle e la bella vita. Amo la vera Chiesa dove non ci sono “eminenze o eccellenze” e dove i “primi” si fanno “ultimi e servitori” vivendo quotidianamente nell’esempio e nelle opere di San Francesco, di madre Teresa e di tutti quei religiosi e laici che in ogni tempo onorano il Vangelo.
    Raffaele Pisani

    Lì MI PORTERO’ IL PARADISO CHE HO SOGNATO QUI
    ============================================

    Il Paradiso esiste. Non so se io … ma ho tutto affidato alla infinita misericordia
    del Signore! Comunque, quando partirò per la destinazione finale , mi porterò “ lì “ il Paradiso che ho sognato “qui”. Un “Paradiso” dove l’eleganza dei comportamenti è normalità quotidiana così come lo sono educazione, gentilezza, cordialità, tolleranza. Dove ogni anima che incontri ti regala un sorriso e ti aiuta se hai bisogno. Un “Paradiso” dove tutto funziona bene perché tutti operano con coscienza. Dove si “vive” senza egoismi, dove non esistono prevaricazioni, dove nessuno calpesta la dignità di alcuno, dove tutti si prodigano affinché a nessuna villania si permetta di intaccare la divina armonia del creato. Porterò con me un “Paradiso” dove è assolutamente normale compiere il proprio dovere, a prescindere dal compito assegnato a ciascuno di noi. Un “Paradiso” dove i marciapiedi sono dei pedoni e non “proprietà privata” di ristorantini, bottegucce e auto e moto… dove le strade sono pulite
    perché gli spazzini lavorano bene e tutti i cittadini si comportano civilmente. Un “Paradiso”
    dove nessuno si permetterà mai di abbattere gli alberi di una strada perché sono di impiccio
    alla sua attività commerciale; un “Paradiso” dove l’autorità costituita controlla, previene,
    punisce, celermente, ogni oltraggio alla natura, alla città, alle persone oneste. “Lì” mi porterò il “Paradiso” dove, incontrandoci, ci saluteremo tutti, con la stessa innocente dolcezza con cui
    salutava il protagonista del più tenero film di Vittorio De Sica: “Miracolo a Milano”. “Lì” mi
    porterò una umanità fatta di galantuomini e di gentildonne. E in più – dato che sono napoletano – mi porterò la Napoli di “Carosello napoletano”, capolavoro di Ettore Giannini, il film più bello dedicato alla mia città dove ogni scena e ogni episodio sono il più grande inno d’amore dedicato a Napoli. “Lì” mi porterò la città che ho sempre sognato: una terra splendida, senza ferite, senza malavita, senza corruzione!
    Raffaele Pisani

    Rina gentile e generosa, un caro abbraccio con profonda stima e sincera gratitudine, Raffaele

    Like

  4. Caro Raffaele, certo che le voglio bene! E l’ultimo pensiero che mi verrebbe è di cancellare il suo commento….

    Le dirò… più che altro mi viene da ridere, non in senso dileggiante quanto piuttosto per la sua ferma determinazione nel proporre discorsi e tematiche che, mi perdoni, non capisco proprio e non voglio capire…. io la determinazione l’ammiro comunque… non sarei io senza….

    Stia sereno lei è sempre il benvenuto qui. Saluti anche a Francesca. Un abbraccio.

    Rina

    Like

    • “la mia unica e vera scuola sono stati i vicoli di Napoli dove sono nato settantacinque anni fa e che mai voglio apparire diverso da quello che sono: un sermplice autodidatta con tanti limiti e tante lacune” (Raffaele Pisani)

      Questo discorso invece lo capisco benissimo ed è pure in virtù dello stesso che le voglio bene…

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: