Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (192) – Se adesso Renzi sfida la magistratura…. E un confronto giornalistico-mediatico con la Stampa che tiene sotto pressione il Cameron dello Scandalo ad padrem.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

“L’emendamento lo rivendico. Indagati sapevano? Io no, c’é separazione dei poteri….. mi interroghino” così parlò Matteo Renzi dopo lo Scandalo Guidi e l’emendamento in questione è quello “ad fidanzatum” che ha portato alle dimissioni del ministro interessato. Non ci fosse da piangere ci sarebbe da ridere, o meglio da “schiantarsi” dal ridere per usare un verbo aulico preferito dal Premier. Lui non sapeva perché c’é la separazione dei poteri… un poco come quando Maria Elena Boschi non sapeva delle decisioni prese su Banca Etruria & Co perché usciva dalla stanza….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements

Chiudiamo Wikipedia. Non si lucra scaltramente sull’impegno di intelletto!