Advertisements
PAIN IS TEMPORARY PRIDE IS FOREVER. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 9. Breaking News

Di sessismo e di trumpismo: Bertolaso, vattene! E sul ritiro di Patrizia Bedori a Milano.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo. (Karl Kraus)

ipparchia

La filosofa Ipparchia

di Rina Brundu. Se ne andasse, subito, senza se e senza ma! Questo dovrebbe fare Guido Bertolaso e possibilmente dovrebbe abbandonare la politica per sempre.

Il solo merito del Bertolaso di questi giorni è di avere incautamente messo il dito nella piaga, di avere dato dimostrazione plastica di cosa sia il sessismo in Italia, una malattia che affligge tutti ma proprio tutti dall’ex-destra all’ex-sinistra senza soluzione di continuità.

“Grassa e brutta”, è invece con queste parole che i trolls internettiani hanno costretto la candidata grillina Patrizia Bedori al ritiro e anche qui i “fatti” (in tutti i sensi) si raccontano da soli. Però qui una mano l’ha data la stessa candidata: perché si è ritirata? Per fare politica nell’epoca del trumpismo serve thick-skin sia che si sia uomini sia che si sia donne e se non si ha quella qualità – che implica la qualità di saper fare delle nostre debolezze i nostri punti di forza – non ci si dovrebbe candidare.

A dispetto dell’infelice esempio che dà il corrente Esecutivo, la politica non è e non dovrebbe essere una passeggiata trendy, peggio dunque per chi – senza troppo pensare – la prende come tale!

Serie “Sarò bre…”.

Advertisements

2 Comments on Di sessismo e di trumpismo: Bertolaso, vattene! E sul ritiro di Patrizia Bedori a Milano.

  1. Alfonso Cataldi // 19 March 2016 at 10:13 //

    Che la Meloni abbia tutto il diritto di scegliere in autonomia come gestire la sua gravidanza e la sua vita da neo mamma è fuori discussione. Pochi giorni fa però la Meloni era ospite della Gruber, e per avvalorare questa sua tesi, ha affermato che una donna è capace di fare cose in un quarto d’ora che l’uomo fa in un’ora e altre scelte scemenze varie. Scemenze si, perché un bambino nei primi mesi di vita (il mio secondo figlio ha un anno e ancora è così) detta lui i tempi, e le sue richieste sono incondizionate. Un neonato non aspetta che la mamma termini la sua riunione in Campidoglio per soddisfare la sua necessità di vicinanza. le sue affermazioni avevano il sentore di retorica antifemminile. Perchè in questa sua scelta sacrosanta che ha fatto è inclusa anche la scelta di dare una mamma in affitto al suo bambino che nascerà a settembre. Questo fuori dal sessismo e dal maschilismo. Quando ha partorito la mia compagna e ha scelto di non fare l’epidurale, le ostetriche le hanno fatto i complimenti per l’elevato grado di consapevolezza che hanno percepito in lei in quei momenti, per il percorso pre-parto evidente che aveva fatto, e hanno aggiunto che in sala parto sono riconoscibilissime intere categorie di donne, che le magistrato ad esempio arrivano guardando l’orologio e chiedono di fare tutto velocemente come se fossero ad un processo. Non ricordo quale ministro in un recente passato tornò a lavoro dopo tre mesi dal parto enfatizzando la scelta. Io non credo che siano una buona pubblicità per la donna. Le donne, soprattutto quelle al potere, devono battersi per avere una società che rispetti il loro ruolo di procreatrici di vita, mentre ancora oggi ci sono donne che devono firmare contratti di lavoro in cui assicurano che non avranno figli.

    • Ciao, grazie del bel commento. Ho visto anche io quella trasmissione e anche io avrei rimarcato una dichiarazione della Meloni ma non sarebbe stata quella che hai scelto tu. Ti seguivo infatti all’inizio.

      Di cio’ che la Meloni ha detto mi ha colpito questo: “Mi candido ma senza fare il super eroe, arrivo dove arrivo… spero che i romani capiranno”. Praticamente ha detto non votatemi per i comizi che farò perché magari ne farò qualcuno in meno…. ma per la mia faccia (in senso lato)…. per la fiducia.

      Ecco io da donna che crede che una donna incinta può fare il ruling del mondo come hanno insegnato tante regine della storia (regine vere non moglie di re, dalle regine egizie alle donne romanov…etc), non vorrei sentire questi discorsi. Se pensi di essere multitasking devi essere capace di fare le due cose allo stesso modo, al meglio… come si fa in ogni paese moderno.

      Che poi diciamoci la verità nel suo stato è pure avvantaggiata:un neonato che produce per lo più? Merda. Che hanno prodotto gli amministratori del comune di Roma da dopo Caligola in poi? Merda.

      Per dirla all’inglese Home “Sweet” Home…. si dia una mossa che farà un ottimo lavoro, Raggi permettendo!

      Ciao

      RB

Comments are closed.