Advertisements
CONTROCORRENTE. Rosebud, Dublin (EIRE) – Year 8. Breaking News

Quello che il renzismo non dice (180) – Ancora sulla scissione in seno al PD: dalla censura del Corriere all’estrincazione urbi et orbi della vera filosofia politica renzista.

Uno stupido che cammina va più lontano di dieci intellettuali seduti (Jacques Séguéla)

Image2

Occhielli dal Corriere.it

Sono tempi in cui il Corsera si occupa di tutto: è di queste ore una HOME che oltre alle drammatiche notizie di cronaca (che suo malgrado la Redazione sembrerebbe comunque costretta a registrare – per la serie quello specifico spazio il renzismo lo pretenderà solo in un tempo successivo alla conquista del mondo), tra le tante perle mostra due sostanziali occhielli dedicati al mistero cosmico (forse svelato senza neppure dover attendere il lancio del telescopio James Webb ad ottobre del 2018), dell’autrice di feuilleton Elena Ferrante e all’annoso problema della verginità. Per la precisione l’ex prestigioso quotidiano che fu della Fallaci, di Montanelli e di molti altri personaggi in gamba, titola: “È troppo presto o tardi? Perché la verginità ci fa ancora paura?”, che uno non sa davvero che pesci prendere: convincere quei quattro sessantottini che colà (in redazione) sembrerebbero essersi asserragliati alla stregua dei kamikaze giapponesi caduti in isola sperduta e completamente ignari che la guerra è finita (lo stesso vale per la rivoluzione sessuale hippy!), oppure mandare direttamente uno psicoterapeuta che risolva e aiuti a superare l’adolescenziale impasse….

Articolo inserito in “Diario dai giorni del golpe bianco” (Ipazia Books 2017). Continua la lettura, clicca qui (o sulla sottostante coperta) per il link alla pagina Amazon dove potrai visionare sia la versione e-book che la versione cartacea del testo.

Advertisements